Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Castellammare di Stabia. Inquinamento del fiume Sarno, si ipotizza che una parte dei rifiuti arrivi da una discarica di Scafati

Castellammare di Stabia. Il fiume Sarno, considerato uno dei più inquinati al mondo, versa in una situazione di totale emergenza a causa della presenza di numerosi rifiuti e costituisce un serio pericolo per gli abitanti della zona. Il sindaco stabiese Gaetano Cimmino ha ribadito nei giorni scorsi che il disastro ambientale legato al Sarno non può e non deve restare impunito in quanto ci si trova di fronte ad un atto criminale. Il primo cittadino ha sottolineato che la sua città si trova a pagare dazio dinanzi ai danni ciclopici causati da chi sversa nel fiume rifiuti che poi defluiscono verso il mare, andando a devastare il litorale. Il sindaco ha, inoltre, evidenziato come il Sarno costituisca una bomba ecologica che rischia di deflagrare e non si può, quindi, perdere tempo in quanto ci sono decine di famiglie che potrebbero essere costrette ad abbandonare le proprie abitazioni in caso di un’ondata di maltempo. E’ chiaro che la situazione allarma sia i cittadini che l’amministrazione comunale che più volte ha accusato i comuni limitrofi e le ditte di raccolta di rifiuti di non aver operato nella massima limpidezza e, al fine di accertare l’origine dell’emergenza, da Palazzo Farnese pochi giorni fa è partito un esposto alla Procura. Ma ci sono stati degli sviluppo, che non hanno ancora il sigillo dell’ufficialità. I militari della Capitaneria di Porto di Castellammare, su delega della Procura della Repubblica di Torre Annunziata, stanno seguendo una nuova pista, secondo la quale tra i rifiuti sversati nel Sarno ce ne potrebbero essere molti scaricati in modo abusivo a Scafati da ditte di rifiuti nelle quali spesso risultano infiltrazioni criminali. Ma il tutto è ancora da accertare e, per il momento, si parla solo di ipotesi. Nel frattempo è stata nuovamente attivata la griglia per macroinquinanti che permette di ridurre la quantità di rifiuti nelle acque del fiume Sarno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.