Castellammare di Stabia: Arrestato il rapinatore del centro scommesse

Castellammare, un 20 enne del rione Scansano, figlio di un pezzo grosso del clan D’Alessandro,  è piombato all’interno di un’agenzia di scommesse, con la pistola in pugno. Il colpo è stato messo a segno nella tarda serata di venerdì nell’agenzia Planet Win di Madonna delle Grazie, al confine tra Gragnano e Castellammare di Stabia. Il 20enne, col volto coperto da un cappello e da una sciarpa entra all’interno del centro scommesse, armato di pistola e minacciando un dipendente che ormai si avviava alla chiusura dell’attività. Senza perdere tempo riesce a sfilare 2mila euro e a darsi alla fuga in sella a uno scooter. I carabinieri, in pochissimi minuti, raggiungono l’attività e fanno partire le indagini e attraverso il sistema di videosorveglianza interno del centro scommesse riescono a individuare la sagoma del rapinatore. Poi attraverso le telecamere del circuito pubblico risalgono alla targa dello scooter utilizzato per mettere a segno il colpo e spunta anche il suo volto così riescono a ricostruire l’intero percorso fatto dal malvivente, fino a risalire alla sua identità. I militari della compagnia stabiese e della stazione di Gragnano, agli ordini del maggiore Donato Pontassuglia, lo hanno rintracciato nella sua abitazione e gli hanno stretto le manette ai polsi. Un’indagine lampo quella condotta dai carabinieri che in meno di 24 ore stringono il cerchio e individuano il 20enne. Nella mattinata di ieri, i militari bussano alla sua porta per stringergli le manette ai polsi.

Il rapinatore, nonostante la giovane età, è già noto alle forze dell’ordine. Appena poche settimane fa, gli era stato notificato un divieto di avvicinamento, per una presunta vicenda di stalking. A lamentare le sue attenzioni ossessive era stata una ragazza di Gragnano, che non gradiva affatto le attenzioni particolari di quel 20enne di Scanzano. Un ragazzo inquieto, tra l’altro con parentele di spicco in ambito camorristico. Una vicenda che ovviamente non c’entra nulla con la rapina messa a segno nella serata di venerdì presso il centro scommesse di Madonna delle Grazie. Un caso che accende i riflettori sulla questione sicurezza sul territorio e sull’incidenza della microcriminalità, soprattutto a ridosso del periodo natalizio. Le indagini lampo dei carabinieri della compagnia di Castellammare e della stazione di Gragnano, hanno permesso in pochissimo tempo di individuare il malvivente e assicurarlo alla giustizia. Ma inevitabilmente nei prossimi giorni saranno aumentati anche i controlli sul territorio, con l’obiettivo di prevenire nuovi episodi di microcriminalità che possono minare la sicurezza dei cittadini ormai esasperati.

Commenti

Translate »