Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Vesuvio interdetto alle visite per rischio frane, ma i bus pubblicizzano il giro . Che brutta figura coi turisti

Più informazioni su

Vesuvio interdetto alle visite per rischio frane, ma i bus pubblicizzano il giro . Che brutta figura coi turisti . A causa delle violente piogge delle scorse settimane, che hanno causato dissesti e voragini, la via del Gran Cono è chiusa e le escursioni al Vesuvio sono sospese «fino a data da destinarsi». Di conseguenza, le agenzie turistiche private hanno sospeso il tradizionale tour in autobus da Pompei al Vesuvio. Non altrettanto ha fatto l’Eav che anzi – denunciano gli stessi operatori privati – «continua a portare gli stranieri sul cono senza informarli che la visita è impossibile». Una volta sul Vesuvio, americani, tedeschi, francesi, cinesi, giapponesi, russi, si rendono conto di non poter accedere alla visita panoramica e a quel punto, per non rimanere bloccati per ore in attesa del bus del ritorno, scendono a piedi tra i sentieri impervi, alla ricerca di un taxi che li riporti a Pompei. «Sono centinaia di persone al giorno, che si trovano in forte difficoltà non conoscendo la zona e non parlando l’italiano». A sollevare il caso è Antonio Bifulco, titolare delle agenzie «Tempio Travel» operanti a Pompei e Sorrento. «Per una questione di correttezza e onestà abbiamo sospeso il servizio privato – ha fatto presente Bifulco – non appena ci è giunta comunicazione dell’interruzione del tour sul Vesuvio. Questo ha comportato anche delle notevoli perdite economiche. Comportamento che ci attendevamo anche dal servizio pubblico. Cosa che, invece, non è avvenuta», denuncia Bifulco: «I turisti continuano ad essere trasportati sul Vesuvio senza essere informati che le visite sono sospese. Non solo non hanno interrotto le corse, ma pubblicizzano con cartelli sugli autobus e nella stazione di Pompei-Scavi un giro panoramico fantasma». Ieri – racconta ancora il tour operator – una ragazza di appena 18 anni è scoppiata in lacrime quando si è vista lasciare nei pressi della biglietteria chiusa del Vesuvio. «Da sola e senza soldi in tasca non sapeva come ritornare a Pompei».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.