Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Scuola Carlo Amalfi forzata di nuovo, carabinieri fermano in due. Allora che dice Mario Russo? E’ caccia al tesoro? foto

Più informazioni su

Scuola Carlo Amalfi forzata di nuovo, carabinieri fermano in due. Allora che dice Mario Russo? E’ caccia al tesoro?

Tornano a colpire nell’ex scuola capoluogo di via Carlo Amalfi. E’ successo un paio di notti fa.

Lì si assembrano ogni tanto dei ragazzi . due sono fermati l’altro ieri sera dai carabinieri. Dunque c’è qualcuno che non c’entra nulla con la caccia al tesoro, a meno che il tesoro non sia altro.

Ma è chiaro che non si parlava della caccia al tesoro bensì solo di due persone viste dopo le due di notte

Si parlava solo del fatto che ogni tanto viene li a fumare non si sa cosa , se non peggio,  e si intrufola anche nella scuola.

Come dimostrano le foto qualcuno ha provveduto a rimuovere lo striscione ed a forzare le sbarre trasversali della originaria recinzione.

E’ stato così possibile accedere nuovamente nei locali dell’edificio scolastico abbandonato.

Alcuni vicini hanno raccontato di aver visto delle luci, probabilmente di torce o di telefonini, che illuminavano il piano superiore dello stabile.

Evidentemente l’idea di tappezzare la scuola con dei pannelli, per evitare gli accessi, non è servita a nulla. Allora ci chiediamo e chiediamo a Mario Russo, presidente del consiglio, invece di inveire contro i cittadini , e appurato che non è la caccia al tesoro, come diceva lui, perchè non ringrazia i cittadini della segnalazione e si attiva?

Le istituzioni dovrebbero essere al fianco dei cittadini, non contro. Nessuno ha parlato della caccia al tesoro, anche io ho visto queste persone che non erano della caccia al tesoro, e nessuno ne ha parlato, con persone che hanno denigrato e offeso o addirittura risentite pensando che si parlasse di loro, invece era giustificato timore e allarme nell’interesse dei cittadini

Allora Mario Russo, senza scontrarci, sta al nostro fianco e verifica con noi cosa succede, se c’è o meno droga nella città, aiutiamoci e insieme combattiamo questo fenomeno nell’interesse delle famiglie e dei giovani come un vero carottese dovrebbe fare, amare la città, non mettere in mezzo altre cose.

Interroghiamoci su cosa succede e apprezziamo i cittadini che sensibilizzano l’opinione pubblica e agiamo insieme.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.