Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Nocera, nota della procura “Gli alimenti esposti in strada sono illegali”

Più informazioni su

C’è una nota della procura della Repubblica del tribunale di Nocera Inferiore con la quale viene sottolineato che esporre all’esterno dei negozi alimenti è un illecito penale. Il documento è stato inviato alle forze dell’ordine del territorio su cui la procura ha competenza, alla polizia municipale dei Comuni dell’Agro nocerino sarnese e della Valle dell’Irno e all’Asl Salerno.
LE GARANZIENella lettera si riporta una sentenza della Corte di Cassazione che, nell’affrontare la tematica dell’ordine alimentare per assicurare che l’alimento giunga al consumo con le garanzie igieniche imposte per la sua natura, si afferma «che è passibile di una condanna penale il commerciante che depositi e venda prodotti ortofrutticoli all’aperto, su marciapiedi o bancarelle in zone esposte alla circolazione di veicoli, esponendoli in tal modo ad agenti atmosferici ed inquinanti». La Suprema Corte include, dunque, nel concetto di cattivo stato di conservazione, anche la vendita all’aperto di frutta, verdura, pesce ed altri prodotti alimentari, tra cui il pane. La Procura ricorda anche che «non è necessario accertare la sussistenza di un concreto danno per la salute o il deterioramento del prodotto».
L’INVITOE si conclude con l’invito «a tutte le forze di polizia ad una corretta ed attenta vigilanza». L’Asl non ha perso tempo ed ha incentivato i controlli con il suo personale ispettivo. Anche la polizia locale ha alzato l’asticella delle verifiche. I regolamenti comunali sull’esposizione all’aperto di alimenti sono quasi simili. A Nocera Inferiore, così come in altre città, la merce può essere esposta nelle immediate vicinanze del negozio ad una profondità massima di 60 centimetri e ad un’altezza non inferiore ad un metro. I prodotti non possono essere manipolati dai clienti, non possono essere esposti alimenti sfusi come pane, carne, formaggi o legumi. È vietato esporre al sole acqua e bibite in bottiglie di plastica. Le norme sono valide anche per i venditori ambulanti e i mercatini rionali con prescrizioni ancora più severe. L’obiettivo primario è quello di evitare che sugli alimenti finisca lo smog. Non sfugge a nessuno che spesso negozi con prodotti esposti all’esterno si trovano in strade o piazze dove il traffico veicolare è intenso. A Nocera Inferiore è in vigore un’ordinanza che delimita la circolazione degli automezzi nei fine settimana. Mentre sta per essere spostato, tra polemiche e proteste, un mercato rionale dal parcheggio di via Matteotti a via Calenda. Uno dei motivi che hanno spinto l’amministrazione comunale al trasferimento è legato anche al fattore inquinamento. «La nuova area mercatale di via Calenda dice l’assessore Antonio Franza sarà realizzata nel rispetto delle norme in vigore». Nello Ferrigno Il Mattino

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Beta

    I cittadini nocerini sono molto fortunati ad avere un sindaco che per il bene della loro salute, non esita ad applicare coscenziosamente le regole, anche a rischio di farsi qualche nemico “commerciante”…
    Qui in costiera amalfitana non godiamo della stessa attenzione, infatti la merce viene tranquillamente esposta dagli esercenti fuori dai negozi, spesso lungo strade trafficatissime da automobili, motocicli, bus e camion di vario genere, piene di smog a tutte le ore del giorno, soprattutto nel periodo estivo.
    La frutta e verdura, esposta sui marciapiedi all’altezza degli scappamenti delle automobili, assorbe rovinosamente tutto il piombo dei carburanti, che poi arriva in gran quantità anche nei nostri piatti, soprattutto se si tratta di alimenti che si consumano senza essere sbucciati!
    Per non parlare anche del fatto che le merci ingombrano pericolosamente i già esigui marciapiedi, costringendo i pedoni a pericolosissimi slalom.
    Soprattutto gli anziani e le mamme con le carrozzine, si trovano costretti a deviare fuori dai marciapiedi per superare questi ostacoli, con manovre spesso azzardate, tra auto e scooter che sfrecciano senza sosta.
    La salute pubblica andrebbe conquistata innanzitutto con la quotidianità delle sane abitudini, più che con gesti straordinari!