Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

La Juve Stabia espugna il Ceravolo: battuto 3-0 il Catanzaro

Più informazioni su

Le vespe continuano a mietere avversare, battendo questa volta a domicilio il Catanzaro al Ceravolo. La Juve Stabia supera di gran misura, le aquile giallorosse con un ampio 3 a 0, raccogliendo la sesta vittoria consecutiva, compresa la vittoria in Coppa con la Casertana. Mister Caserta supera il “maestro” Auteri, dopo aver battuto Fontana. I gialloblù entrano in campo in altra “veste”, inserendo Aktou titolare, che completa il trio a centrocampo con Mastalli e Calò. Il muro difensivo è composto da Allievi e Vitiello sulle fasce, Marzorati e Troest centrali. Branduani tra i pali e Canotto, Paponi e Carlini formano il tridente d’attacco di marca stabiese. Il match è palpitante sin dalle prime battute, con azioni da entrambe le parti: al 7’ viene annullato un gol alle vespe per sospetta posizione di fuorigioco di Aktou, servito sulla sinistra da Mastalli. Dopo pochi secondi, i padroni di casa rispondono con Favalli, che se ne va tutto solo, prova a servire Fischnaller, libera Statella, ma la traiettoria non inquadra lo specchio della porta. Al 10’ i giallorossi colpiscono il legno: Riggio, seppur non intenzionalmente, sfiora il palo nel tentativo di crossare a centro area. Al 15’ Kanoute, servito dal solito Statella, tenta un tiro cross dalla distanza, Branduani è costretto a rifugiarsi in corner. Al 31’ un cross pericolo dalla destra di Riggio, che da l’idea di tiro dalla distanza, si spegne sul fondo nel tentativo di cercare Fischnaller in area. Dopo 7 minuti, Elezaj rischia grosso nel tentativo di allontanare palla, Paponi tutto solo non riesce però ad approfittarne. Al 42’ Kanoutè cerca l’uno-due in area, ma l’ex attaccante delle vespe scivola sul terreno di gioco, le cui condizioni lasciano un po’ a desiderate. Dopo due minuti di recupero, le squadre rientrano negli spogliatoi: i padroni di casa in continuo pressing, senza però riuscire a calciare in porta, e vespe costrette ad indietreggiare per placare la furia giallorossa.

Nella ripresa si ripresenta lo stesso copione, e a fare la partita è sempre il Catanzaro. Ma la musica cambia al 12’: punizione dalla destra di Calò, Allievi supera Riggio, il suo marcatore, e di testa insacca alle spalle di Elezaj. Uno a zero per le vespe per lo stupore dei padroni di casa: il difensore segna la sua seconda rete stagionale, lasciando ammutoliti i tifosi calabresi. Dopo tre minuti succede veramente di tutto: Canotto si lancia sulla destra, tenta il tiro, ma il numero uno giallorosso respinge con i pugni. Poi arriva Paponi, che calcia sulla ribattuta, ma Riggio la tocca con una mano e si becca la seconda ammonizione del match tra le proteste dei calabresi. Catanzaro in dieci e calcio di rigore per gli ospiti. Dal discetto si presenta il solito Paponi: il bomber delle vespe calcia con un destro potentissimo, Elezaj indovina la traiettoria, ma non riesce a respingere il pallone. L’ex attaccante del Bologna in pochi minuti chiude i conti, segnando la rete del 2 a 0 in un match che aveva preso tutt’altra direzione. Al 25’ prova a reagire il Catanzaro: Maita fornisce il pallone al neo entrato D’Ursi con un retropassaggio, che però non riesce a controllare. Non c’è pace per i calabresi: al 34’ sempre Maita perde palla in fase difensiva, Paponi ne approfitta e apre sulla destra per Canotto, l’attaccante crossa in mezzo per Mastalli: il capitano in scivolata mette a segno la rete del 3 a 0, spegnendo ogni speranza di rimonta per le aquile giallorosse. Dopo tre minuti di recupero, il sig. Zufferli sancisce la fine dell’incontro. Continua la striscia positiva delle vespe, che effettuano il blitz al Ceravolo e lanciano un chiaro segnale di sfida alle contendenti per la vetta della classifico.

TABELLINO

Catanzaro (3-4-3): Elezaj; Figliomeni, Signorini, Riggio; Statella (Repossi 29’s.t.), De Risio, Maita (K), Favalli; Fischnaller (Giannone 22’s.t.), Kanoute (D’Ursi 22’s.t.), Ciccone (Iuliano 29’s.t.). A disp.: Mittica, Celieto, Nicoletti, D’Ursi, Iuliano, Giannone, Eklu, Nikolopoulos, Posocco, Repossi. All.: Gaetano Auteri

Juve Stabia (4-3-3): Branduani; Allievi, Marzorati, Troest, Vitiello; Aktou (El Ouazni 35’s.t.), Calò (Mezavilla 35’s.t.), Mastalli (K) (Lionetti 39’s.t.); Canotto, Paponi (Sinani 35’s.t.), Carlini (Vicente 32’s.t.). A disp.: Cotticelli, Schiavi, Stallone, Melara, Vicente, El Ouazni, Castellano, Viola, Dumacic, Sinani, Lionetti, Mezavilla. All.: Fabio Caserta

Arbitro: Luca Zufferli di Udine

Assistenti: Alessandro Salvatori di Rimini e Federico Polo-Grillo di Pordenone.

Ammoniti: Troest (JS), Riggio (C), Kanoute (C), De Risio (C)

Espulsi: Riggio (C)

Marcatori: Allievi (JS) 12’s.t., Paponi (JS) 16’s.t., Mastalli (JS) 35’s.t.

Angoli: 5-0

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.