Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

«Assalto hacker a Facebook: profilo violato, adesso ho paura»

Più informazioni su

Una notifica inconsueta su Facebook desta l’attenzione di una ragazza di 26 anni di Salerno. Lanciata l’app del social sul proprio smartphone, compare una tendina nella parte alta dello schermo con un messaggio che recita: «Aggiornamento sul problema relativo alla sicurezza». Francesca (la chiameremo così perché preferisce restare anonima) legge quelle dieci righe che dicono, tra l’altro, che «terzi non autorizzati hanno avuto accesso al nome, indirizzo e-mail e numero di telefono». «Ho temuto che qualche malintenzionato sia potuto entrare in possesso di ulteriori informazioni personali come i messaggi di posta e le foto», dice, preoccupata, Francesca che decide di «scoprire di più» cliccando su un pulsante al di sotto del messaggio. È qui che si accorge di essere tra quei trenta milioni di utenti del social network ad essere stati vittima di uno dei più gravi attacchi hacker subiti dal colosso di Menlo Park. «Che fortuna!», mastica amaro la giovane che inizia a seguire le istruzioni che il social suggerisce passo dopo passo.

Mentre legge la comunicazione di Facebook, si precipita a controllare il proprio profilo che non apre da un paio di giorni. «Sembra tutto al suo posto – racconta – i messaggi di posta e le mie foto ci sono. Però, tra le mie informazioni di contatto c’è anche il numero di telefono. Quindi significa che, ora, gli hacker hanno, oltre al mio nome, cognome e indirizzo email, anche il mezzo più veloce per contattarmi: il mio cellulare». Associata al proprio profilo, Francesca ha anche una carta di credito prepagata che utilizza per sponsorizzare alcuni post dalla pagina dell’attività di famiglia. Ma la guida, su questo punto, la tranquillizza: «C’è scritto che, in base a ciò che hanno appreso finora dalle indagini, gli hacker non sono riusciti ad accedere a determinate informazioni come le password e le informazioni delle carte di credito», chiarisce la ragazza. «Mi consigliano – conclude la 26enne – di fare attenzione a telefonate, messaggi o email che provengano da persone o numeri che non conosco perché Facebook mi ha spiegato che le mie informazioni, ormai in mano agli hacker, possono essere tranquillamente usate sia sul social, sia all’esterno della piattaforma».

NICO CASALE IL MATTINO

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.