Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Spalletti,gioco e carattere questa è l’Inter

 

Luciano Spalletti ieri sera sorrideva, cosa non aveva mai fatto 7 giorni prima, dopo il ko interno a San Siro contro il Parma. Adesso la stagione della sua Inter ha preso una piega tutta diversa grazie a due reti a tempo scaduto (di Vecino martedì, di Brozovic al Ferraris) e guardare al futuro con più ottimismo è semplice.

«Vincere così – ha iniziato – dà seguito al carattere mostrato nella partita precedente quando siamo sempre rimasti in gara, lottando su ogni pallone. Noi siamo l’Inter e dobbiamo giocarcela sempre sul filo del rasoio per conquistare il successo. Ora sono più tranquillo? Io dormo tranquillo lo stesso… E poi il fatto di vedere la squadra sulla buona strada mi dà più forza per portare avanti il calcio e il disegno tattico che ho in mente». Eccoci alla tattica e alle mosse che gli hanno permesso di dare scatto matto alla Samp: «Loro avevano iniziato bene e abbiamo capito che per metterli in difficoltà bisognava portare una pressione forte. A volte bisogna rischiare, ma è l’unico modo per cercare di recuperare il pallone in una certa zona. All’inizio abbiamo sbagliato molto e perdendo palla in mezzo ci toccava spendere delle corse per riconquistarla. Quando il palleggio ci è riuscito meglio, loro sono stati più in difficoltà. Siamo stati bravi a creargli i problemi».

MERITI E VAR. Sulla legittimità del suo successo dei suoi nessun dubbio. Anche con il Var… nemico. «L’incontro lo abbiamo vinto meritatamente e la squadra ha fatto bene. E’ stata una bella gara e siamo contenti di averla portata a casa perché non ci siamo risparmiati. I due gol annullati con il Var? Io sono a favore del Var e lo rimango anche dopo questa sfida perché le nostre due reti erano da annullare. Così mi è stato detto. A me comunque interessa soprattutto il mio lavoro perché un episodio non può condizionare il risultato. Noi dobbiamo andare oltre l’episodio». Al tecnico nerazzurro interessava di più parlare del cuore della squadra: «Il mio è un gruppo che non molla. Abbiamo giocato con determinazione fino alla fine, facendo le cose sempre per bene. Nessuno si è risparmiata e tutti entrano in campo con il chiodo fisso di vincere per recuperare quei punti persi in precedenza. Ci siamo riusciti». Finale sulla sua espulsione: «E’ stata sbagliata perché ho solo urlato gol girandomi verso la telecamera. Non al quarto uomo che mi ha accusato di averlo fatto con troppo impeto. Ma era una rete importante». Spalletti ieri sera ha anche salutato i Vigili del Fuoco di Genova.

EROE BROZO. Finale con il croato, ieri decisivo: «Non mi interessa del mio gol, ma solo della vittoria dell’Inter. Io devo giocare al meglio le partite, essere ancora più concentrato. Nella ripresa abbiamo fatto bene e abbiamo meritato i tre punti. La mia rete? Ho pensato solo a tirare forte… Ora pensiamo a battere la Fiorentina e il Cagliari».

fonte:corrieredellosport

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.