Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Positano, le “regole” non rispettate, i bivacchi e la proposta di paese “Plastic free”

Positano , Costiera amalfitana. Le “regole” non rispettate, i bivacchi e la proposta di paese “Plastic free”  Un post pubblicato sul profilo facebook di Michele Cinque direttore di Positanonews, al quale Concetta Messina ha chiesto, giustamente, di sollevare il problema del rispetto al no ai bivacchi. E così è intervenuta   Tanina Vanacore, la brillante titolare di Casa e Bottega. Nella discussione fa riferimento a queste persone che bivaccano , ma anche alla necessità di dare spazi e servizi igienici per questi ospiti , ed è condivisibile a pieno, non possiamo cacciare la gente a calci , ma è anche giustissimo quello che dice Concetta, allora se non siamo in grado di ospitare tutte queste persone dobbiamo mettere un numero chiuso. Fra le proposte che Tanina ci ha fatto sulla nostra bacheca è interessante questa:

“Rendiamo questo paese Plastic free..il vero problema di chi sosta a Positano sono i troppi contenitori lasciati dappertutto…Vero assessore Giuseppe Guida? Adeguiamoci alle altre località che l’hanno rifiutata. Ne guadagneremo noi e il Pianeta! Non avete idea di quanti rifiuti in plastica vanno nell’indifferenziata..Basta con questa plastica. RIFIUTIAMOLA”.

E tantissimi utenti sono d’accordo con la sua proposta.

Altri comuni in tutta Italia si stanno attivando in tal senso. Diversi comuni, infatti, hanno intrapreso un lavoro impegnativo per eliminare per quanto possibile i prodotti plastici dal territorio dando mandato ai responsabili del settore di interrompere gli acquisti in materiale plastico “vergine” privilegiando altri materiali o utilizzando plastica riciclata.

Sono queste e altre le proposte che ci arrivano e cerchiamo di riportare ai lettori e amministratori, come pure quella della necessità di cestini e maggiore pulizia, problemi sempre causati dall’eccesso di persone..

I servizi igienici che mancano alla Sponda, per esempio, dove sono in centinaia ammassati per aspettare gli autobus della SITA per Amalfi e Sorrento..

A volte i social network e facebook sono deleteri, volgari, ricettacolo di persone frustrate e haters, a volte invece ci sono spunti da ascoltare come quelli di Concetta e Tanita che Positanonews ringrazia..

Positano è satura o ci organizziamo per accogliere tutti o limitiamone l’accesso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giuseppe 1

    Fino a quando Positano era la “Città Romantica” al massimo si vedeva qualche contenitore di cartone per le pizze.
    Ora che invece è diventato “Villaggio turistico” contenitori take away in quasi tutte le attività oltre alle tante macchinette con le cialde o capsule del caffè che sistematicamente vengono serviti in bicchierini di plastica perdendo così anche il piacere di una tazzina di caffè.