Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Positano caldo afoso anomalo, smog, stress e malori. Dopo il Sentiero degli Dei due interventi. Serve il 118 sulla S.S 163 e in spiaggia

Più informazioni su

Positano caldo afoso anomalo, stress e malori. Dopo il Sentiero degli Dei due interventi in spiaggia e alla Sponda.  La perla della Costiera amalfitana sotto una cappa di caldo anomalo e afflussi esorbitanti di persone via terra e via mare, mai visti nella storia della costa d’ Amalfi il 24 settembre. Proprio ieri a Fornillo abbiamo intervistato gli anziani della spiaggia che ricordavano che a metà settembre smontavano gli stabilimenti e le spiagge erano semideserte e tranquille.

Questo sta portando molta tensione, insofferenza, stress. Ieri abbiamo sentito alcuni residenti di Via Cristoforo Colombo che cercavano qualche casa da affittare ai Colli di San Pietro a Piano di Sorrento. Lo smog ai Mulini, e alla Chiesa Nuova, raggiunge livelli impensabili prima e deleteri per la salute . Gli autobus interni della Flavio Gioia non migliorano la situazione, come ci dicono i residenti. Ovviamente c’è sempre la possibilità di contradittorio.

Oggi, dopo il Sentiero degli Dei oggi almeno altri due interventi. Uno sulla spiaggia ad una Sud Coreana ed uno alla Sponda.  Come abbiamo spiegato all’amico Peppe oggi , noi abbiamo bisogno di dati per poter documentare e anche sensibilizzare l’opinione pubblica. L’incidente non è solo cronaca fine a se stessa, ma serve anche a progettare sulla base di dati che noi raccogliamo nella cronaca quotidiana.

Quindi le emergenze sono tre: Sentiero degli Dei, spiaggia e Statale Amalfitana 163 .

La spiaggia ha sempre avuto un presidio con un medico e volontari della Croce Rossa, quest’anno solo in qualche week end i Vds, e non va bene. Sul Sentiero degli Dei si interviene in continuazione e ancora non si da una doverosa informazione allertando in maniera seria sui pericoli e magari organizzando un monitoraggio del Sentiero. Sulla Statale bisogna organizzarsi con un presidio alla Sponda e anche dove era previsto alla Chiesa Nuova nel nuovo edificio comunale.

Poi MANCA L’INFORMAZIONE . In tutte le attività , bar , ristoranti, attività alberghiere e ricettive, deve essere ben esposto che il numero di emergenza è il 118. Alla Sponda ci vorrebbe un pulsante che geolocalizzi in tempo reale il luogo d’emergenza. Li troppo spesso ci sono stati infarti mortali e altri interventi non per colpa di chi è intervenuto, ma perchè c’è voluto troppo tempo perchè i turisti spaesati riuscissero a chiamare il 118 e farlo intervenire in tempo. Altro problema poi sono gli incidenti sulla S.S. 163 versante Penisola Sorrentina dove il 118 della Regione Campania dovrebbe capire che bisogna allertare le ambulanze che si trovano a Sant’Agnello, sopratutto se l’ambulanza locale è impegnata, come è successo. Ci è capitato, ecco a cosa serve la cronaca ed informarci degli incidenti, che una persona è rimasta a terra quasi un’ora perchè l’ambulanza era impegnata a Montepertuso ( altro discorso è la verifica della necessità dell’intervento dell’ambulanza che dovrebbe fare preventivamente il medico prima di partire, ndr ) ed è venuta una dall’ospedale Costa d’ Amalfi di Castiglione di Ravello.

Sapere di un incidente serve anche a far prevenire incidenti agli altri, come quando abbiamo segnalato il pietrame dopo la Garitta. Ma serve sopratutto per capire i problemi quali sono, e quindi Sentiero degli Dei, Spiaggia, Statale in particolare sia verso Sorrento che verso Praiano . Insomma raccogliere i dati, informare , fare cronaca, darci le notizie sui fatti e solo su questi, serve per farci capire e far capire non solo agli addetti ai lavori dove e come è necessario intervenire. Serve alla politica che con i dati alla mano può progettare gli interventi, serve all’opinione pubblica che fa pressione affinchè si migliori il paese.  L’utilità della cronaca sugli incidenti è enorme ecco perchè vi chiediamo di informarci e perchè ne parliamo. Lo facciamo per il popolo, servire il popolo e non il potere , è il compito principale dei giornalisti. E se vogliono essere utili devono raccogliere più notizie possibili per avere più elementi per capire dove intervenire per migliorare il piccolo bel mondo dove viviamo.

direttore@positanonews.it

3381830438

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giuseppe 1

    “Non far male che è peccato, non far bene che è SPRECATO” un vecchio detto sempre valido.
    Con la scusa della privacy non si informa o meglio, si fa sapere solo quello che si vuol far sapere. Pure noi però, quando succede un incidente per primo vogliamo sapere chi e poi come è successo, mentre è importante sapere il come per sapere di come intervenire e, soprattutto, di come evitare che si ripete.
    L’informazione è importante, le statistiche sono importanti, non per il “gossip” ma per programmare come intervenire e, possibilmente diminuire o eliminare i danni. Il passato va studiato, va elaborato appunto per migliorare il presente e il futuro.