Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

ESCLUSIVA – Incendi da Maiori a Crapolla, Claudio d’Esposito (WWF) lancia l’allarme: “Attenzione ai bracconieri”

L’incendio che è divampato nella notte a Maiori, e che noi di Positanonews stiamo seguendo assiduamente, potrebbe avere una origine dolosa. A rivelarlo è Claudio d’Esposito del WWF, il quale da anni si batte contro questo fenomeno che sta crescendo di frequenza negli ultimi anni. Come abbiamo già riferito, si tratta di diverse zone della Costiera Amalfitana che sono state colpite: dalle colline di Maiori, dove ettari di vegetazione sono andati a fuoco, le fiamme hanno fatto capolino anche a Minori, Amalfi ed Agerola.

Ma non è tutto. “Anche Crapolla, Massa Lubrense, è stata colpita – ci ha rivelato d’Esposito-. La colpa potrebbe essere dei bracconieri. Quest’anno ci siamo salvati solo grazie alle piogge, ma settembre è stato un mese arido… I bracconieri utilizzano dei richiami per catturare uccelli come le quaglie, le quali volano in zone dove non ci sono molti alberi ed è proprio in queste aree che è più facile che gli incendi prendano piede. Quando gli incendi si verificano più volte nello stesso luogo significa che qualcuno ha la malsana idea che sia giusto agire in questo modo: Maiori e Crapolla sono esempi evidenti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Mc Giver

    Logicamente chi scrive questo articolo non è un cacciatore, perché non sa che i cacciatori non cacciano nelle zone bruciate, e soprattutto nessun uccello si fermerebbe nella cenere e nella puzza di bruciato. Una persona che da fuoco ad una zona di caccia non è un cacciatore, ma sicuramente qualcuno che è contro la caccia e soprattutto una persona malata.
    Fatemi una cortesia non scrivete cavolate, e soprattutto lasciate stare i cacciatori.
    Anzi io ho il dubbio che ce qualcuno che lo fa a posta per poi dare la colpa ai cacciatori.
    Buona serata