Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Costiera Amalfitana, tassa di soggiorno: qualcosa non quadra

Tutti sanno che cosa è la Tassa di soggiorno, a cosa serve, chi la paga, chi la incassa e per conto di chi e come dovrebbe essere spesa.
LILIGO, motore di ricerca di viaggi che analizza il panorama italiano delle tasse turistiche, annuncia l’incasso per il 2017 dei Comuni della costa d’Amalfi. E troviamo, tra l’altro che Minori ha incassato (o, meglio, ha dichiarato di aver incassato per il 2017) euro novantamila alla pari di Atrani, Furore, Cetara. Chiunque legge questi dati resta alquanto meravigliato negativamente.
Come è possibile che un paese in cui operano strutture di ricevimento di tono, centinaia di case vacanze, bed&breakfast eleganti, agriturismo, ecc. riesca a racimolare in un 2017 zeppo di turisti solo novantamila euro.
Qualcosa non quadra, nel senso che non tutti versano quanto incassano oppure non tutti versano perchè, per non essere scoperti, non incassano. Per cui urge un forte controllo i cui risultati tornerebbero certamente utili non solo per l’incasso della tassa di soggiorno, ma per la sicurezza e per le casse comunali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giuseppe 1

    Non è vero che tutti sanno a cosa serve questo obolo che si richiede a quelli che chiamiamo “graditi ospiti”. Non è giusto che si faccia pagare la bellezza dei nostri luoghi già ampiamente sfruttati e per niente tutelati.
    Sapete quanto costa a un “gradito ospite” venire da noi? Sapete che farsi un bagno costa, stabilimenti, barca, ristorante, bar, parcheggio, gelato, bus, taxi, negozi, souvenir, ceramica, ecc.Non basta? No, bisogna lasciare un obolo per il comune.
    Lo sapevate che questa è una legge che viene applicata a discrezione delle amministrazioni ? Il legislatore ha delegato gli amministratori locali la facoltà di applicarla. Una legge a macchia di leopardo……