Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Agerola, cose da numeri. Non pagano il conto al ristorante, raid del ristoratore che gli distrugge l’auto

Più informazioni su

Agerola cose da numeri. Non pagano il conto in un ristorante, raid del ristoratore che gli distrugge l’auto.

Insomma giustizia fai da te nel paese dei Monti Lattari che si affaccia sulla Costiera amalfitana , la svizzera della Campania incuneata fra la provincia di Napoli e Salerno.

Stando ai resoconti un ristoratore e i suoi amici hanno deciso di punire due turisti polacchi che, secondo la loro versione dei fatti, non avevano pagato il conto. Dopo aver consumato la cena, all’interno di uno dei locali di Agerola, i turisti provenienti dalla Polonia sono saliti a bordo dell’auto e raggiunto il bed and breakfast dove soggiornavano. Ignari che da lì a poco sarebbero stati i destinatari di un raid vandalico, capitanato proprio dal ristoratore. Il gruppo di tre giovani, chiuso il locale, ha cominciato una vera e propria caccia ai turisti. Stanata l’autovettura noleggiata dagli stranieri, una Smart, hanno deciso di lasciare il segno. Un atto vandalico che gli è poi costato caro. A calci e pugni hanno distrutto gli specchietti retrovisori laterali e, staccati, li hanno portati via. Tutto in pochi minuti e a pochi passi dalla struttura ricettiva dove soggiornavano i turisti polacchi. Ma qualcosa è andato storto e i tre giovani sono stati identificati e denunciati. In effetti, il bed and breakfast era munito delle telecamere di videosorveglianza che hanno ripreso l’intera azione. Riavvolti i nastri i carabinieri di Agerola, coordinati dal comandante Luigi Mascolo, hanno dato un volto e un nome a tutti e tre i componenti del raid punitivo. A quel punto, raggiunti, sono stati ascoltati. «I turisti hanno consumato la cena nel locale poi sono scappati senza pagare il conto». Ma la tesi dei ragazzi, residenti ad Agerola, non ha retto. Per adesso resta la denuncia da parte dei turisti polacchi che hanno preteso il risarcimento dei danni fatti all’auto a noleggio. Per gli inquirenti pare sia più probabile un altro tipo di pista, che è poi finita con l’atto vandalico. Vicenda assurda ed inspiegabile solo con il conto non pagato, chissà cosa è successo dentro il locale,  intanto saranno loro a dover pagare il conto salato alla società di noleggio oltre a farsi una causa penale. E sono numeri al lotto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.