Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Vico Equense. Faito doc Festival, cala il sipario e si pensa già alla prossima edizione: “Cresciamo nel tempo, guardiamo avanti” foto

Più informazioni su

Vico Equense. Faito Doc Festival, cala il sipario sull’edizione 2018. Arti, culture, tradizioni, lingue lontane e diverse, per una settimana riunite sul Monte Faito.

L’undicesima edizione del Faito Doc, patrocinata dal Comune di Vico Equense, è giunta quest’anno in un momento di rinascita per la montagna, ed è uno degli appuntamenti estivi più famosi e attesi dell’estate culturale di Vico Equense.

Domenica sera, nel corso della serata conclusiva, anche il Sindaco di Vico Equense Andrea Buonocore. “Siamo molto soddisfatti”, commentano gli organizzatori del Festival, Turi Finocchiaro e Nathalie Rossetti con il coordinamento di Marika De Rosa.

Documentari provenienti da tutto il mondo, ospiti del panorama cinematografico nazionale e internazionale, concerti musicali e laboratori per ragazzi nell’affascinante cornice delle bellezze naturalistiche di Faito.

Un festival cresciuto nel tempo e che anche quest’anno ha fatto grandi numeri: 21 film in concorso, 11 film presentati come “eventi cinema” tra cui 3 opere campane, per un insieme di visioni da 21 paesi del mondo.

“Faito, un luogo speciale fatto di luci ed ombre, – il commento del Sindaco Andrea Buonocore – frescura e caldo, amici e personaggi illustri. E’ la vertigine per chi sale in macchina o in funivia, e per chi resta che vive tra nuvole e realtà. E’ la vertigine per chi non si arrende e lotta con tenacia e per chi prova scommette sulla montagna. Faito è luogo giusto da abitare – conclude il primo cittadino – soprattutto in estate con l’unica vertigine attesa: di vivere a misura d’uomo senza perdere il confronto e la riflessione”.

E tra cortometraggi e lungometraggi dedicati al tema della “Vertigine” la giuria ha decretato come vincitori:

MIGLIOR LUNGO: La chasse aux phantomes
MIGLIOR CORTO: Saule Marceau
PREMIO OTTICA SACCO:
Stranger in paradise
e
Dans ma tete un rond point
PER LA GIURIA GIOVANI
LUNGO: La chasse aux fantômes
CORTO: Ferroada
MENZIONI SPECIALI:
Chaque mur est une porte
e
H comme Hopptornet
PREMIO CPS: Writing on the City
PREMIO DEL PUBBLICO:
Lungo: Belle de nuit Grisélidis Réal
Corto: Roma-Atene
PREMIO CAMINO:
Roma-Atene
e
H comme Hopptornet

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.