Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Sorrento piange Francesco Maresca , il suo sogno diventare un grande jazzista

Sorrento piange Francesco Maresca , il suo sogno diventare un grande jazzista . A tracciarne il ricordo oggi su Il Mattino Ciriaco M. Viggiano
Il suo sogno era quello di diventare un grande musicista. Un jazzista, per la precisione, visto che gli bastava imbracciare il sassofono per incantare maestri, pubblico e amici con le sue performance. Forte di un talento straordinario e a dispetto della giovane età, 23 anni, Francesco Maresca sarebbe presto riuscito a realizzare il sogno della sua vita se un tragico incidente sull’autostrada A1 Napoli-Milano non avesse ucciso lui e la sua fidanzata Anna Donzelli.
IL MAESTROLa storia di Francesco, falciato mentre posizionava sull’asfalto il triangolo per segnalare la presenza della sua auto in panne all’altezza di San Cesareo, è quella di tanti ragazzi che non esitano ad andare in giro per il mondo pur di inseguire i propri sogni. Quindi addio Sorrento, dove i familiari conservano un appartamento in piazza Lauro, addio Sant’Agnello, dove il padre figura tra i contitolari di un albergo, e via verso Boston, Oporto, e soprattutto Roma. È proprio qui, nella città eterna, che Francesco frequenta il liceo e l’università prima di puntare tutto sulla carriera da musicista. Al Saint Louis College, una delle più prestigiose scuole musicali italiane, incontra Antonio Solimene. Ed è proprio il maestro originario di Portici a coltivare il talento di Francesco. Coordinatore dei corsi di ear-training e arrangiamento, oltre che esperto in composizione e arrangiamento jazz, Solimene dispensa consigli a quel 22enne sorrentino in cui intravede notevoli potenzialità. E adesso è sempre Solimene a piangere l’improvvisa e tragica scomparsa del suo pupillo: «Mille ricordi, mille foto, mille pensieri, mille esperienze che abbiamo condiviso scrive il maestro su Facebook – Ora provo solo un dolore che lascia senza fiato. Francesco resterà per sempre nei miei ricordi più cari».
IL MUSICISTAA mettere in contatto il maestro e il giovane sorrentino è Claudio De Rosa junior, sassofonista originario della penisola sorrentina e ora stella di prima grandezza nel panorama musicale italiano e internazionale. «Mi scrisse anni fa racconta De Rosa Conosceva le mie origini metesi, mi ascoltava online e mi seguiva quando mi esibivo a Roma. Mi chiese se fosse il caso di trasferirsi all’estero per studiare, visto che da cinque anni vivo in Olanda, ma io gli consigliai di rivolgersi a un bravo maestro come Solimene. Francesco era un ragazzo splendido, educato come pochi e straordinariamente motivato. Si mostrava sempre rispettoso nei miei confronti, sebbene fossimo praticamente coetanei». Per Maresca gli anni nella Capitale sono sinonimo di studio, prove, esibizioni, concerti, ma anche di amore: un sentimento che per lui ha il volto di Anna, 22enne studentessa con la quale condivide la passione per lo spettacolo e i viaggi, l’impegno nel sociale e, purtroppo, anche il tragico destino.
La morte di Maresca ha fatto rapidamente il giro della Costiera dove il giovane, insieme ai genitori e al resto della famiglia, conservava alcune amicizie. Nei prossimi giorni sarebbe partito alla volta della Grecia insieme ad alcuni amici di famiglia sorrentini: una vacanza a lungo attesa, dopo mesi di studio matto e disperatissimo alla sua tesi sul jazz romano tra gli anni Settanta e Ottanta.
IL SINDACOIn attesa che magistratura e forze dell’ordine ricostruiscano con esattezza la dinamica della tragedia, a esprimere cordoglio è il sindaco di Sorrento Giuseppe Cuomo: «La notizia della morte di due giovani, tra cui il nostro concittadino Francesco Maresca, ci addolora profondamente. Una tragica fatalità li ha strappati agli affetti dei loro cari. E adesso, in questo momento di enorme dolore, tutta la città di Sorrento si stringe commossa intorno ai familiari».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.