Quantcast

Ischia, disabile multata. Il figlio della donna denuncia l’episodio sui social

Con un lungo ed indignato post scritto su Facebook, Eugenio D’Orio, genetista forense, ha denunciato un grave episodio che ha visto come vittima sua madre, una donna disabile costretta a spostarsi in sedia a rotelle. Di seguito riportiamo il post scritto dal Dott. D’Orio:

“È noto che i disabili, ovvero persone che hanno problematiche fisiche riconosciute dallo stato, hanno gli stessi diritti di tutti i cittadini. Tra questi diritti rientra andare a mare. Mia madre è disabile, come si nota dalla foto di cui sotto. Oggi è stata da me accompagnata al mare, presso l’unico stabilimento balneare attrezzato per persone con disabilità motoria (già questo è disastro per una città che pretende di fare turismo) . Essendo la via della spiaggia totalmente priva di parcheggi invalidi, l’automobile, indispensabile per l’invalida, è stata parcheggiata nelle immediate adiacenze, ovviamente ove non recava fastidio ad alcuno, e con tanto di numero telefonico diretto in caso di necessita. Sulla stessa strada vi erano parcheggiate ulteriori automobili, prive di qualsiasi permesso alla sosta o altro. Al rientro (dopo 2 h) solo la mia autovettura era multata, non le altre. Mi reco al comando vigili urbani spiegando la situazione e il diritto dell ‘invalido quantomeno ad andare nell’ unico stabilimento balneare attrezzato. Lì vengo dagli agenti trattato davvero in toni poco cortesi, nonostante la situazione che stavo portando alla loro attenzione. Pubblico questo post non per i 20€ di multa, bensì per la gravissima lesione dei diritti degli invalidi perpetrata dall’amministrazione dell’isola di Ischia”.

Una situazione dunque che ha dell’incredibile: com’è possibile che in una meta turistica importante come Ischia, che richiama migliaia di turisti ogni anno, si verifichino tali gravi episodi? Come può un paese che si professa civile permettere che una donna disabile non solo venga multata, ma addirittura trattata in maniera poco cortese? La questione ha sollevato molte polemiche e il post è diventato subito virale dato il tema sempre attuale. La donna è difesa dall’Avvocato Luigi Alfano, penalista e cassazionista sorrentino, il quale da sempre si è impegnato a favore dei deboli e degli emarginati, conducendo numerose battaglie per la salvaguardia dei diritti dei più bisognosi. “Anche stavolta” ha dichiarato l’Avvocato Alfano “mi batterò affinchè la signora abbia giustizia e, soprattutto, mi batterò affinchè coloro che hanno leso i diritti civili di questa povera donna vengano puniti”.

Commenti

Translate »