Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Erchie addio alla Movida, in costa d’ Amalfi muore il by night all’aperto

Erchie, una piccola frazione di Maiori, appartiene alla Costiera amalfitana, tra Cetara e Maiori, di notte si trasforma nel luogo più caotico della Costiera. Tutti vogliono quella caletta per trascorrevi la serata all’insegna del divertimento offerto dalle strutture, bar, ristoranti e stabilimenti balneari della spiaggetta.

Si balla all’aperto fino alle prime ore del nuovo giorno: Erchie come Ibiza, con i “fedelissimi” che giungono da ogni parte, specie da Salerno e Cava de’ Tirreni.

Non bastano i posti auto e moto nei parcheggi privati o lungo la strada: ogni sera ad Erchie, in questi caldi giorni d’agosto, si susseguono vere e proprie invasioni con disagi per i residenti e inevitabili problemi di sicurezza. Auto in sosta selvaggia sulla stradina che dalla Statale Amalfitana conduce al villaggio, che ostruiscono le vie di fuga, e rumori molesti per i residenti nel cuore della notte.

Una situazione insostenibile, accertata la scorsa notte dalla presenza di tre agenti della Polizia Locale e quattro Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile che in tutto hanno elevato un centinaio di sanzioni, registrando oltre un migliaio di presenze.

E questa mattina, al fine di evitare degenerazione garantire l’ordine pubblico, il sindaco di Maiori, Antonio Capone, ha emesso un’ordinanza, la 35 del 10 agosto, con cui limita le emissioni sonore a mezzanotte (anzichè alle 2 come in precedenza) e confermando per le 2 l’orario di chiusure di tutte le attivi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Anna Maria Morgera

    D’accordo sulla regolamentazione della movida ma il sindaco dovrebbe anche controllare gli stabilimenti balneari e la spiaggia privata. Spiaggia privata un budello largo poco più di due metri soffocato fra le pareti di recinzione degli stabilimenti, altra spiaggia libera dover sfocia una sorta di fiumiciattolo che qualdo piove porta in mare migliaia di cicche, Bagnino non si sa se autorizzato in quel budello che fitta lettini ombrelloni e pattini sabato e domenica gli ombrelloni fino al confine dell’abitato. La spiaggia di Erchie è praticamente inesistente parcheggi a costi esagerati stabilimenti a prezi da capogiro. Edelvina alle 18,30 chiude. Ma scherziamo e dove sono le regole dove sono le leggi? Io forestiero pago un botto per una casa in fitto (un mese circa 3000 euro) e ci devo aggingere ombrellone (solo 4 persone 20 euro al giorno) parcgeggio due euro all’ora. per trovare spiaggia invivibule e sporca e mare ancora più sposrco. Si facciano controlli anche su queste situazioni.