Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Chitarra, tarallucci e Vesuvio; i LiberaMente, musicisti spensierati.

In un’epoca edonista come questa, dove persino le arti più nobili, tra cui la musica, vengono influenzate dal dio denaro e dall’azzeramento di qualsivoglia ideale o valore, trovare uno spiraglio di sana creatività è oramai raro. La tradizione musicale in Penisola Sorrentina non è di certo una novità, ma la spensierata originalità dei LiberaMente offre un punto di riflessione interessante sulle nuove generazioni. Abbiamo intervistato Gianmarco Gargiulo, Francesco Di Mauro, Antonino Gargiulo e Giovanni Gambardella, ragazzi nati fra il 1996 e il 1998 con la passione per la musica che ha scandito le loro vite sin dalla tenera età quando hanno iniziato a cimentarsi in questo mondo, attraverso studio e perseveranza sono riusciti a mettere in piedi lo scorso aprile LiberaMente, un giovane ma ambizioso gruppo musicale con tante idee e poche pretese. Come spiegato da Antonino, il progetto è nato quasi per caso, fra qualche nota e una birra in garage sono riusciti creare tale realtà, dal cui nome si evince la visione a tratti romantica della musica, fuori dagli schemi e frutto unicamente del genio artistico. LiberaMente assorbe orgogliosamente la cultura napoletana riportandola all’interno dei propri pezzi mediante testi in dialetto, a detta di Gianmarco con tendenze all’Indie Rock proprio per rafforzare il concetto a tinte sessantottine che questi musicisti hanno della musica, la quale resta una passione ben indipendente da disponibilità economiche esorbitanti o compromessi volti all’audience. Per Francesco Di Mauro quella di LiberaMente non è una predisposizione al singolo generale musicale, bensì vi è una ricerca di varietà proprio al fine di dare spazio alla naturalezza e all’improvvisazione, grazie all’utilizzo di accordi da chitarra acustica poi coadiuvati dalla registrazione di strumenti elettrici come basso e batteria. Gli argomenti trattati spaziano, dall’esperienza personale alla città di Napoli passando per il sentimento della frustrazione di un musicista deciso ad andare avanti senza raccomandazioni. LiberaMente è uno stile di vita che i ragazzi hanno voluto rappresentare attraverso la musica, per questo motivo la voce del gruppo Giovanni ci dice che l’unico obiettivo sul quale punta il gruppo attualmente è di raggiungere un buon feedback soprattutto riguardo alla produzione autonoma, una scelta coraggiosa ma coerente con la filosofia della band. I messaggi lanciati dalle loro canzoni cercano di coinvolgere il pubblico per creare una sorta d’interazione fra le due parti, convergendo in un punto comune quasi intimo e familiare. Tutto ciò che ne verrà dal futuro sarà preso come un insegnamento dal quale ripartire con la speranza di sviluppare la registrazione di un disco vero e proprio, senza però affrettare i tempi.

Alberto Maresca

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.