Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Piano di Sorrento. Califano attacca Positanonews: perchè le idee di manifestazioni alla rinfusa sono sue?

Piano di Sorrento. Califano attacca Positanonews: perchè le idee di manifestazioni alla rinfusa sono le sue? Riprendiamo il bel fotomontaggio di Talepiano e ci chiediamo: “Ma Vincenzo Califano, che fa il portavoce del sindaco Vincenzo Iaccarino, a mille e più euro al mese, cosa vuole”?

Spostare l’obiettivo, col dire che Positanonews attacca perchè vuole la pubblicità? Ma a questo punto ogni attacco verrebbe portato da un giornale solo perché vuole pubblicità.   A che serve dire questo? Serve a poter dire, guardate questo giornale dice solo sciocchezze perchè vuole i soldi del Comune. E ci spiega come mai, poi, a parte gli attacchi, abbiamo fatto articoli elogiativi, sulla festa della Bandiera Blu, sulla riparazione delle Tese, sulla Festa della Madonna delle Grazie?

Insomma, aiutaci a capire. Se uno attacca per voler la pubblicità, attacca e basta, non è così cretino da attaccare qualcosa ed elogiare altro , sempre dello stesso sindaco. Ma lasciamo giudicare ai carottesi se diciamo cavolate, o perlomeno rendetevi conto.

In soldoni abbiamo criticato il voler adoperare la Bandiera Blu come il “petrosino” dappertutto, sui segnali, nelle vetrine dei negozi e chiamando blu anche il programma turistico.

Abbiamo detto che il programma è un insieme di iniziative costate troppo, senza filo logico, e non siamo i soli a dirlo, mentre quando Vincenzo Iaccarino è attento alle strade, interviene per ripararle o si interessa dei problemi del paese, fa bene e riceve i nostri complimenti.

E’ uno scandalo questo? Oppure la verità è un’altra?

Noi ci siamo limitati a due punti

  1. Bandiera Blu, suo ottenimento, significato e critiche, che, a ben guardare, sono state più dure da parte del WWF e della Grande Onda, noi ci siamo limitati a riportare le loro critiche; per il resto ci sembra esagerato diventare il paese della “Bandiera Blu”.  Né Positano, ma neanche Sorrento e Massa Lubrense hanno preso la Bandiera Blu a simbolo di quello che c’è di buono. Legarsi alla FEEE, se si dà uno sguardo a inchieste o problematiche che riguardano tali Bandiere Blu, non ci sembra tanto opportuno: liberi di condividere queste riflessioni o no?
  2. Le manifestazioni a pioggia e sconclusionate. Continuiamo a dire che le manifestazioni non hanno un filo logico. E abbiamo dato anche una strada. Lo sappiamo che per Califano noi siamo quelli che vogliono solo i soldi; invece lui le sue mille euro le dà in beneficenza, perchè non si spiegherebbe altrimenti come mai comunica così poco, visto che chi lo faceva prima , la Akmaios, mandava comunicati per tutti gli eventi, comunicati pre e post consiglio comunale. Invece ora non vediamo tutto questo lavoro,  ma gli vogliamo ricordare che, per quanto ci inchiniamo alla sua cultura, non vorrei peccare di presunzione nel ricordargli che nel bene o nel male, fare da consulente a tre Aziende di Soggiorno e Turismo della Costiera Amalfitana e l’ufficio stampa del Ravello Festival, principale manifestazione culturale di questo genere in Europa, è già qualcosa, poi mi sembra tedioso per me, per lui e per i lettori snocciolare il curriculum.

Poi fate quello che vi pare, “Positanonews non è buono qui, non sanno scrivere, non sanno fare un cavolo”.

Vorrei anche ricordare che siamo nell’ANSO, siamo stati citati da Mediaset e  Rai, Repubblica e Corriere della Sera; insomma siamo un punto di riferimento nazionale, nel bene, ma anche nel male ( ultimamente messi in croce dopo aver pubblicato una lettera di una madre o parente di uno dei presunti violentatori, ma il nostro intento non era difenderli, ndr ).

Ma capiamo che Piazza Cota è il centro del mondo per compagnia bella,  e va bene.

Ce ne faremo una ragione.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Gino Esposito

    spero che un giorno si finisca con gente che si è sistemata negli enti regioni ecc. e vadano a tirare la zappa come ogni onesto lavoratore