Quantcast

Parlamentare napoletano contro la violenza sulle donne!

Luigi Iovino, appartenente alla formazione politica del M5S, è il deputato più giovane di questa legislatura avendo compiuto 25 anni appena in tempo per la candidatura alla Camera dei Deputati. E’ entrato in Parlamento grazie alle scorse elezioni nazionali del 4 Marzo, classe ’93, nato a Napoli e residente a San Paolo Belsito, piccolo comune italiano appartenente alla città metropolitana di Napoli. Proprio oggi in Parlamento ha tenuto una conferenza su una tematica molto dibattuta in questi ultimi anni, ovvero quella della violenza sulle donne.

I numeri

Riportiamo un po’ di numeri tanto per essere più trasparenti possibili su quanto sia rilevante questo problema che affligge la nostra società e su quanto sia urgente una sua risoluzione. La violenza subita dalle donne in Italia non è sempre denunciata soprattutto per il timore di eventuali ritorsioni. Questo costituisce un grande problema per l’Istat (Istituto Nazionale di Statistica), che non può riportare i numeri esatti dato che molti avvenimenti non emergono. Tuttavia, secondo una stima, una donna su tre, poco meno di 7 milioni di donne tra i 16 i 70 anni ha subito qualche forma di violenza fisica o sessuale. Nel caso di “femminicidio”, l’assassino è stesso un membro della sua famiglia, mentre se ha subito un abuso sessuale nell’81,6% dei casi è stato commesso proprio da un italiano. Numeri che fanno semplicemente accapponare la pelle, ma non finisce qua, ne riportiamo altri altrettanto rilevanti.

  • Quasi 1 milione e mezzo di donne ha subito almeno un ricatto di stampo sessuale sul proprio posto di lavoro nella propria vita.
  • L’11% dei ricatti sessuali finiscono con un licenziamento in tronco della donna molestata.
  • Le condanne per stalking sono aumentate a dismisura negli ultimi anni e circa l’81% vedono come colpevole un italiano.
  • Oltre l’80% degli stupri sulle donne italiane è stato commesso da un italiano. Quelli stranieri risultano essere soltanto una minoranza corrispondente al 15,1%.
  • Le italiane soprattutto non hanno sempre il coraggio di denunciare, soltanto l’11,4% ha denunciato una violenza subita.
  • Tra le donne ricoverate per violenze sessuali, 1 su 5 ha riportato danni permanenti.
  • I compagni attuali o passati sono gli autori di quasi il 63% degli stupri.

Luigi Iovino(M5S) sulla questione

Luigi Iovino, come già descritto, è uno dei deputati più giovani di sempre e proprio oggi ha cercato di fare il punto della situazione su come ci si dovrà muovere prossimamente, tramite un post sul suo profilo Facebook ufficiale, che preferiamo riportare integralmente per non rischiare di travasarne le parole.

“C’è forte preoccupazione per l’allarmante numero di donne uccise dai propri partners, per il persistere di tendenze socio-culturali che minimizzano o giustificano la violenza domestica; per le attitudini a rappresentare donne e uomini nei media in maniera sessista. E’ urgente ampliare il dibattito arricchendolo di nuovi punti di vista, perchè la violenza contro le donne non sia un tema per “donne”, o meglio “per alcune donne”, ma sia visto per quello che è, un problema irrisolto, spinoso, diffuso, in una società che sta affrontando un passaggio epocale: da società patriarcale ad una che presenti uguali opportunità per entrambi i sessi.

Attraverso una giornata dedicata al tema della violenza contro le donne si vuole andare all’ascolto di professionisti ed esperti che raramente vengono interpellati sul tema e che invece possono offrire punti di vista nuovi ed illuminanti. Questa mattina grazie ad AISPIS (Accademia Italiana delle Scienze di Polizia Investigativa e Scientifica), ho avuto il piacere di portare un contributo alla nascita di un progetto che vedrà la tutela della donna come priorità”. Conclude il deputato pentastellato Iovino.

 

 

Commenti

Translate »