Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

La Costiera Amalfitana è ostaggio dei bus turistici: stop alle deroghe?

Dopo il grave incidente di ieri avvenuto ad Amalfi, in cui è stato vittima un ragazzo di Ravello, a cui vanno le preghiere di tutti ed anche le nostre, quest’oggi in un post su Facebook Andrea Cretella ha invocato una manifestazione, richiamando l’attenzione sull’episodio:

“Cittadini di Amalfi e della Costiera Amalfitana è ora di passare dalle chiacchiere ai fatti a tutela della nostra incolumità e della nostra salute. Considerato che le nostre richieste, denunce, preghiere, inoltrate da anni in modo sereno e civile agli organi preposti e responsabili, che dovrebbero garantire la sicurezza stradale in Costiera Amalfitana, sono rimaste inascoltate e inevase. Visto il tragico incidente di ieri 10 Luglio 2018, che ha coinvolto il Giovane Vincenzo, tutt’ora ricoverato in gravi condizioni al reparto di rianimazione dell’ospedale Ruggi D’Aragona di Salerno, senza voler strumentalizzare e fare demagogia sul tragico e drammatico episodio e in particolare senza colpevolizzare e criminalizzare la proprietà del Bus e l’autista. Ho inteso organizzare una manifestazione di protesta contro gli organi competenti (Regione, Provincia, Comuni della Costiera, Anas etc.) per il mancato rispetto e l’applicazione delle norme del codice della strada in materia di sicurezza stradale e pubblica e privata incolumità. Basta con le autorizzazioni in deroga dei bus di 10 mt. Basta al rilascio di autorizzazioni di linee in Costiera Amalfitana, Basta con il Transito Giornaliero di centinaia di Bus che oltre ad essere un motivo di grave intralcio alla circolazione stradale e inquinamento ambientale è un pericolo per la nostra salute e incolumità. Ripeto non voglio speculare sul tragico incidente di Vincenzo, ma proprio per evitare che si possono ancora verificare bisogna agire con fermezza. Ricordate i casi della Sig.ra Perrella di Atrani e della Sig.ra di Cetara. Per amore e solidarietà a Vincenzo partecipate. Vi farò sapere presto il giorno la data e l’ora esatta della manifestazione. Non aspettiamo ancora le tragedie grazie”.

La sicurezza stradale in Costiera Amalfitana e l’indiscriminata circolazione degli autobus turistici, aldilà di quest’ultimo, singolo e increscioso avvenimento di cronaca, restano comunque dei temi caldi ed irrisolti, sempre discussi sulle pagine di Positanonews. La nostra posizione su questo tema è sempre stata chiara, siamo contro le deroghe ai bus turistici, sosteniamo con forza che tale pratica sulla Statale Amalfitana debba essere arrestata.

Sull’argomento in questione è dello stesso parere anche il sindaco di Positano, Michele De Lucia, che ha più volte affermato che bisogna mettere un freno alle deroghe ai bus turistici, con la questione che è stata recentemente portata nell’aula del Consiglio Regionale, con interrogazioni del Movimento 5 Stelle. La Costiera Amalfitana è ostaggio dei bus turistici, o simil pubblici, come il City Sightseeing o la Tramvia del Vesuvio, che si aggiungono alle centinaia di autobus che circolano attraverso deroghe: l’intensificarsi del traffico con le maggiori presenze di turisti, richiamano una maggiore attenzione su tale fenomeno, che ormai necessita di soluzioni serie e concrete.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Gaspare Apicella

    La coaa più sconcertante è che buona parte percorre la statale amalfitana infinte volte al giorno, metà delle volte con passeggeri a bordo e l’altra metà vuoti. Se vogliamo consentire questa situazione a circa 20 pullma, sono quarante di essi cui vanno aggiunti quelli in transito (Sorrento- autostrada dopo la visita di Amalfi): la frittata è servita.
    Cìè il mare e ci sono i mini bus.
    Bisognerebbe pensarci, ma per farlo ci vuole decisione e testa.