Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Vico Equense, coniugi accusati di usura: condannati a 4 anni e 8 mesi

Una vicenda assurda che avevamo affrontato ad ottobre e che ora è giunta ad un nuovo capitolo. Stiamo parlando dei coniugi di Gragnano, ma residenti a Meta di Sorrento, G.G. e M.S. che furono arrestati dai Carabinieri i quali diedero esecuzione di un’ordinanza cautelare ai domiciliari del GIP del Tribunale di Torre Annunziata, poiché avevano creato un vero e proprio giro di usura.

La questione venne fuori in seguito alla denuncia di un commerciante di Vico Equense che aveva ottenuto in prestito circa 18 mila euro dalla coppia e gli era stata chiesta la restituzione di una somma che superava il doppio del prestito iniziale, circa 40 mila euro. I coniugi, oltretutto, non si tiravano indietro quando dovevano minacciare i creditori a cui prestavano danaro: “Se non paghi ti taglio la testa”.

I militari diretti dal Capitano Marco La Rovere, coadiuvati dalla Procura di Torre Annunziata, permisero di scoprire il giro di usura messo su da Giordano, 59 anni, impiegato di un ente locale per il servizio anti incendio sui Monti Lattari e dalla moglie Maria, casalinga di 61 anni.

La coppia è stata giudicata con rito abbreviato e nella giornata di ieri è arrivata la sentenza: 4 anni e 8 mesi di reclusione. Questa la sentenza di primo grado. Ora la coppia potrà decidere di fare ricorso in appello.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.