Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Sorrento: Parla L’Avvocato Luigi Esposito riflessione sul nuovo Corso Italia

Premetto di plaudire alla risistemazione del corso Italia tratto piazza /ospedale , che personalmente apprezzo molto; ma non dobbiamo ringraziare nessuno se non le nostre tasche perché è con i nostri soldi che si effettuano le opere pubbliche          (magari di ciò occorre prenderne consapevolezza da parte dei cittadini ).

Detto questo, come presumibilmente prevedibile e come detto altrove, alla fine chi se ne giova sono taluni ( molti ) commercianti con specifico riferimento alla invasione dei loro tavoli e tavolini sul suolo destinato al pubblico passaggio . Basta vederlo in particolare dopo una certa ora , spesso condito da stranieri ubriachi e schiamazzanti , con musiche ad alto volume, e tanto per gradire “qualcuno” che si ispira ridicolmente a scenografie di “sedute” ispirate a demenziali  trasmissioni televisive. Del resto quanto ad invasione di tavoli , basta vedere ..l’accesso al  municipio (..che dire di più) .

Mi domando se le disposizioni  del Sindaco abbiano un concreto valore o peso, visto che , almeno quanto letto su giornale locale, non ci sarebbe stato (come immagino non ci sia stata) alcuna concessione di “allargarsi “ sul rinato suolo pubblico in questione. Del resto neanche appare rispettato il divieto di accattonaggio da parte dei “rom “ , come tutti  ben sappiamo.

E dunque se stanno così le cose , allora è il caso di aprire al traffico veicolare detto tratto di corso Italia, così  i marciapiedi occupati si libereranno e il traffico cittadino ne risulterà agevolato rispetto a quei poveretti di Via degli Aranci che devono subirsi  intasamenti veicolari allucinanti ed inquinanti al massimo grado.

Non si capisce poi  la “genialità “ di chiudere il tratto di strada da Piazza Tasso a Marano che quanto meno dovrebbe importare il doppio senso di Viale Nizza per il rientro verso Sant’Agnello ; detto tratto non si capisce bene perché debba poi essere abilitato alla percorrenza dei taxi ( NCC ecc)  che comunque sono mezzi privati , che spesso usano andare a “velocità non proprio moderata” (personalmente non ho mai visto un vigile che li fermasse) , per il semplice e “ comprensibile “motivo di riprendere il prima possibile il posto nella fila o di fare quanti più viaggi possibile ,o volendo di accontentare i clienti  .

Altro pesante pericolo le bici  col motore elettrico che sfrecciano fra i passanti proprio nelle ridette zone pedonali , che prima o poi travolgeranno i più deboli , prima fra tutti anziani e bambini che giocano.

Per concludere , vedasi la trovata “folkloristica “  di ricoprire  di bandierine la nobile e storica  Via S.Cesareo, che si addirebbe più a via Forcella , senza nulla togliere a tale strada riguardo alla sua vocazione più chiassosa e colorata, rispetto a Sorrento la cui tradizione è sicuramente e storicamente distinta per riservatezza e discrezione (ma a quanto pare sulla china dello stravolgimento ) .

Comunque, queste sono parole dette al vento in quanto provenienti da un semplice cittadino , e come ben noto chi non fa cose eclatanti  o provenienti da movimenti  aggressivi , poco ne ha riscontro.

Luigi Esposito

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Nello Coppola

    Faccio il copia-incolla di una parte del suo articolo :
    E dunque se stanno così le cose , allora è il caso di aprire al traffico veicolare detto tratto di corso Italia, così i marciapiedi occupati si libereranno e il traffico cittadino ne risulterà agevolato rispetto….

    Così i marciapiedi occupati ? E dove sono i marciapiedi?
    La vedo dura autorizzare il traffico delle auto in una strada dove transitano anche pedoni non da un marciapiede…