Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Pompei. Trovato il tesoro del fuggitivo, un borsello con delle monete ed una chiave

Più informazioni su

E’ di pochi giorni fa la notizia del ritrovamento a Pompei dello scheletro del fuggiasco zoppo che, avendo tentato la fuga troppo tardi, è stato colpito da un masso di 300 chili che lo ha decapitato. Sotto il suo scheletro, rimosso da poco per essere trasferito in laboratorio per essere sottoposto a tutte le analisi necessarie, sono stati ritrovati i resti di un borsellino di cuoio con all’interno le monete che l’uomo, disperatamente, aveva cercato di mettere in salvo insieme alla sua vita. Insieme alle monete vi sono anche le tracce di quella che potrebbe essere stata una chiave, probabilmente quella di casa. Il direttore del Parco archeologico Massimo Osanna fa notare che tutti questi particolari portano a pensare ad un esponente della classe media, forse un commerciante, che proprio per la sua gamba malmessa aveva deciso a dispetto di tutto di rimanere a casa e si era convinto a fuggire solo all’ultimo, quando ormai era troppo tardi. Le monete che aveva addosso sono esemplari interessanti e di tante epoche diverse che ora sono all’esame dei numismatici che ne stanno definendo il taglio e il valore. Gli archeologi hanno contato al momento venti denari d’argento e due assi di bronzo per un valore nominale, almeno in apparenza, di 80 sesterzi e mezzo. Osanna specifica che si tratta di circa 500 euro di oggi, una somma con la quale nell’antica Roma una famiglia media di tre persone poteva vivere più o meno due settimane. Nel piccolo tesoro sono state rinvenute anche delle monete imperiali come un denario legionario di Ottaviano Augusto e due denari di Vespasiano, insieme anche ad un denario legionario di Marco Antonio, comune a Pompei, con l’indicazione della XX legio. Non un gran valore, ma una cifra comunque ragguardevole, soprattutto se si pensa che l’uomo l’avrà sicuramente radunata velocemente con la fretta di scappare per mettersi in salvo. Ma la sorte aveva deciso diversamente.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.