Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Panoramica sul mondiale e non solo… Christian Mulier

Più informazioni su

È finito il primo round di questo mondiale, in cui tutte le squadre esordiscono. Non sono mancate le sorprese, anzi, la maggior parte delle big non hanno trovato il successo. Solo Francia, Belgio, Inghilterra e Croazia hanno conquistato i 3 punti, con i galli che hanno sofferto molto contro gli australiani, vincendo all’80’ grazie alla goal line technology che ha assegnato il goal a Pogba con una deviazione fortunata. Come tutti gli anni, anche questo mondiale ci regala il tormentone Ronaldo-Messi, il paragone tra questi due grandi campioni che hanno in comune questo mondiale, non ancora nelle loro bacheche. Parte sicuramente meglio il portoghese che all’esordio ne segna ben 3 conquistando un punto prezioso contro la Spagna. Sui social si è parlato di un Cristiano Ronaldo che può vincere da solo le partite, ma il tecnico ha replicato che Ronaldo per esprimersi al meglio deve avere accanto una squadra che lo supporti; Messi, invece, giocando il giorno dopo la tripletta di Ronaldo, ha una doppia pressione, e se aggiungiamo anche la presenza sugli spalti di Diego Armando Maradona, uno che merita sicuramente di giudicare, la pressione diventa tripla. L’argentino fallisce alla prima con il pareggio contro l’Islanda, sbagliando peraltro un rigore decisivo. Nel gruppo A non delude la padrona di questo mondiale, la Russia, che fa 2/2 vincendo contro l’Arabia Saudita e l’Egitto ieri sera. Al secondo posto c’è l’Uruguay di Cavani, che alla prima guadagna i 3 punti sul filo del rasoio contro gli egiziani, al 90′ con il centrale Gimenez. Nel gruppo B al primo posto c’è l’Iran che vince 0-1 al 95′ contro il Marocco, con autogol. Secondo e terzo posto riservati a Portogallo e Spagna. Nel gruppo C ai primi due posti ci sono Francia e Danimarca, che vincono contro Australia e Perù. In testa al gruppo D c’è la Croazia, che vince 2-0 contro la Nigeria. Secondo e terzo posto per Argentina e Islanda. Non sono mancate le sorprese nel gruppo E, dove al primo posto regna la Serbia, che vince 0-1 contro la Costa Rica, decisa dal romanista Kolarov. La sorpresa più grande, è il mezzo passo falso del Brasile che pareggia 1-1 contro gli svizzeri. Nel gruppo F incredibilmente al primo posto c’è il Messico, che batte i campioni in carica dei tedeschi 0-1. Insieme al Messico, al primo posto c’è la Svezia che vince di misura 1-0 contro la Corea del Sud. Nel gruppo G non deludono le aspettative Belgio e Inghilterra, che vincono rispettivamente con Panama e Tunisia, grazie alle stelle Mertens, Lukaku e Kane. Il napoletano-belga sblocca la partita contro il Panama con un gol fantastico, che raggiunge la vetta dei gol più belli siglati fin qui. Lukaku sigla una doppietta che chiude il match. Gli inglesi, sono trascinati da Harry Kane che ne segna due alla Tunisia e conquista una vittoria sofferta. Infine nel gruppo H non mancano sorprese, con Giappone e Senegal che battono Colombia e Polonia, battendo i pronostici. Al mondiale si intrecciano anche i colpi di mercato. La Roma è la più accesa sul mercato: acquistati già Kluivert e Cristante, non si accontentano e fanno arrivare anche Pastore dal Psg. Il posto a centrocampo è liberato da Radja Nainggolan che passa all’Inter. Molto probabilmente lascerà la capitale il portiere del Brasile Alisson che passerà ai blancos del Real Madrid. Il Napoli invece, confermato Verdi si concentra sulla porta. I nomi caldi sono quelli di Meret e Areola, in vista della perdita sul mercato di Leno e Rui Patricio. L’ ADL ha promesso ai tifosi 5 colpi di mercato, che riguarderanno porta, centrocampo, terzino destro e attaccante esterno, già preso con Verdi. Con il mondiale, terminano anche i playoff di Serie B che portano in Serie A il Frosinone che batte il Palermo, e si aggiunge a Empoli e Parma. 

Christian Mulier

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.