Napoli-shock, spari durante comizio elettorale a Qualiano: “Rischiata tragedia”

Allucinante quanto è successo ieri sera a Qualiano, periferia di Napoli. Durante un comizio elettorale sono stati sparati una decina di proiettili: i colpi esplosi sono arrivati a poca distanza dal palco elettorale, davanti a centinaia di persone che incredule hanno assistito alla scena.

L’iniziativa elettorale era quella legata al candidato del centro destra Raffaele De Leonardis, il quale deve affrontare il sindaco uscente Ludovico De Luca (PD). Tremenda la testimonianza di Angelo Ferrillo, lista “Mai Più terra dei fuochi”, a La Repubblica: “Ero a pochissima distanza dal retropalco -ha dichiarato Ferrillo- In pochi istanti ho visto scorrere sotto i miei occhi un film di camorra. Due uomini su una Transalp, uno ha tirato fuori la pistola e sparava mentre erano in corsa. A un certo punto ho visto che puntavano qualcosa, mi sono sentito sotto tiro, ho sentito altri spari. Per un attimo ho sperato che fossero colpi a salve. Ma poi ho visto le ogive. I carabinieri hanno riscontrato i fori in alcune auto, una scena pazzesca, assurda. Non è possibile dover fronteggiare tutto questo”.

“Non auguro a nessuno di vedersi puntare la pistola contro e sentire esplodere i colpi -ha continuato- Grazie a Dio sono ancora qui a raccontarlo. Mentre qualche pseudo intellettuale con la scorta fa solo proclami. Lo Stato dove sta? Il ministro dell’Interno Salvini venga nella provincia di Napoli, dove siamo come la Siria. Si spara tra la folla durante i comizi elettorali in mezzo a donne e bambini. Senza curarsi delle vite di innocenti. Stasera poteva finire in tragedia. Cari presidente della Repubblica Mattarella e presidenti di Camera e Senato prendete atto, qui dalla terra dei fuochi è tutto”.

Resta da capire ora il movente: le ipotesi sono quelle di intimidazione verso qualche candidato o una stesa. Indagano i Carabinieri. Solo qualche giorno fa i carabinieri avevano già denunciato una decina di persone, alcuni già pregiudicati, con il sospetto di compravendita di voti.

Commenti

Translate »