Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Chiesa della Sacra Famiglia dei Cinesi : restituita oggi alla città di Napoli la storica Chiesa dopo un lungo restauro

Dall’autunno del 2009 all’estate di Giugno 2018 sono le stagioni che la città è stata costretta ad aspettare per riappropriarsi della storica chiesa della Sacra Famiglia dei Cinesi, ubicata nell’ex complesso ospedaliero Elena d’Aosta. La Chiesa della Sacra Famiglia dei Cinesi, fortemente voluta dal sacerdote ebolitano Matteo Ripa, le cui spoglie si conservano all’interno della chiesa, venne inaugurata dal missionario nel 1732 costituendo il primo “Collegio dei Cinesi”, nucleo del successivo Regio Istituto Orientale, oggi Università “L’Orientale”
Hanno partecipato alla cerimonia, ognuno a testimonianza dell’impegno profuso, il Cardine Crescenzio Sepe, l’on. Vincenzo De Luca, Presidente della Regione Campania e Mario Forlenza, Direttore Generale della Asl Na1 che, fra l’altro, hanno potuto ammirare, una tela raffigurante la Sacra Famiglia con Madonna e Bambino con i primi due alunni cinesi del collegio in preghiera, opera d’arte attribuita ad Antonio Sarnelli ritornata nel sito originale alle spalle dell’altare maggiore. L’impegno dei partecipanti è stato delineato durante i vari interventi istituzionali nella cerimonia di riapertura ,evidenziando, il lavoro di squadra del Cardinale Sepe, del Direttore Generale Asl Na1, Forleo che fin dal riappalto dei lavori, sospesi dal 2011 al 2016 per la sostituzione dell’impresa appaltatrice, hanno promosso una “variante” necessaria per concludere in poco tempo i lavori e che il Presidente della Regione Campania, On. De Luca, nello suo stile del “fare” con Decreto ad hoc del novembre 2016 ha finanziato il restante stralcio dei lavori, senza ulteriori interruzioni, portando a compimento, dal lato finanziario, l’opera.
I lavori hanno riportato agli antichi splendori tutte le decorazioni, pertinenze esterne e le opere mobili, interne alla chiesa.
Come testimonia l’opera del missionario Matteo Ripa, lo scambio commerciale, ma principalmente culturale con il popolo cinese da parte dei napoletani risale a tempi non più nella memoria, la cura della persona dei cinesi è millenaria la medicina cinese fa parte delle medicine non convenzionali e pare sia il metodo conosciuto più antico della medicina.
L’AsL Na1 , per rafforzare questa collaborazione culturale con la comunità cinese residente, ha inserito negli ospedali e nei distretti ambulatori l’antica terapia dell’agopuntura. A completamento del progetto sono stati coinvolti in convenzione l’ Asl Na1 Università degli Studi Orientale, Fondazione di Comunità del centro storico di Napoli, Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Napoli e Provincia, Croce Rossa Italiana Comitato di Napoli e Arcidiocesi di Napoli al fine di aprire nel quartiere “Gianturco” un punto di prima assistenza sanitaria alla comunità cinese, residente nel maggior insediamento produttivo/commerciale – abitativo della città; ovviamente tale presidio medico non è esclusivo ma utilizzabile da qualsiasi cittadino.

Carla de Ciampis

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.