Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Agerola controlli a tappeto sui B & B. Evasione della tassa di soggiorno, ma anche abusivi

Più informazioni su

Agerola controlli a tappeto sui B & B. Evasione della tassa di soggiorno, ma anche abusivi . Sono tante, troppe, le attività ricettive nella cittadina dei Monti Lattari che sovrasta la Costiera amalfitana, complice il Sentiero degli Dei che porta sulla Costa d’ Amalfi fino a Positano.
Ma i conti non sembrano tornare, decine di migliaia di turisti non corrispondono all’introito previsto per la tassa di soggiorno e il sindaco Luca Mascolo ha fatto disporre i controlli incrociati da parte delle forze dell’ordine su case vacanza, bed and breakfast e strutture alberghiero – ricettive. A coordinare i controlli serrati sono i vigili guidati dal comandante Gregorio Casanova. L’obiettivo è evitare l’omissione del versamento della tassa di soggiorno al Comune, che è pari a un euro al giorno per ogni persona ospitata. E con la stagione estiva ormai alle porte si intensificano controlli e monitoraggi. Molti dei quali avvengono attraverso un software di gestione che consente a tutte le attività ricettive, da remoto, di fornire i dati in tempo reale. E quando non è possibile scendono in campo gli agenti della polizia municipale. Da qualche giorno, così, i vigili stanno passando al setaccio soprattutto le attività extralberghiere. In particolare, B& B e case vacanza, anche con l’interno di verificare i regolari versamenti della tassa di soggiorno. Da Bomerano a Pianillo, fino a raggiungere le frazioni di Campora e San Lazzaro, la task – force proseguirà anche nei prossimi giorni con i controlli che saranno a 360 gradi. Un’attività che va avanti da tempo e che, anche nell’ambito dell’attività abusiva, ha fatto già registrare importanti risultati. Come quello relativo al mese scorso, quando a Bomerano fu sequestrata una struttura dedita a casa vacanza completamente abusiva. Il titolare fu anche denunciato a piede libero all’autorità giudiziaria competente, proprio con l’accusa di abusivismo edilizio. Un mancato introito per il Comune di Agerola che ha, invece, investito l’intera economia sul turismo. Un business che funziona e che, così come nella vicina costiera amalfitana, non conosce stagioni. Tra programmazioni di eventi e l’accoglienza da “prima classe” riservata ai visitatori diretti ad Agerola, fa del piccolo centro dei Monti Lattari una grande meta turistica.

Oggi, c’è un mondo, quello dell’economia sommersa del turismo e degli affitti brevi, che continua a dilagare indisturbato così come ad aprile rivelò Federalberghi snocciolando dati che mettono i brividi. Infatti, solo lo scorso anno, da gennaio ad agosto, gli alloggi non autorizzati sarebbero aumentati del 22% per un totale di 222.786 strutture irregolari contro i 167.718 esercizi ricettivi ufficiali registrati dall’Istat. Ed è proprio questi che ora possono finire nel mirino anche attraverso verifiche incrociate.

Ma difficile riuscire a fare un quadro di questo bailamme. Probabile che esca anche una sanatoria..

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.