Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Positano si apre la “Piazza dei Racconti” col saggio delle scuole e il premio Pietro Fusco- ECCO IL PROGRAMMA ED IL REGOLAMENTO DEL PREMIO

"E' giusto che il primo evento sia delle scuole, visto che dalle scuole è stato dato il nome a questa piazza - ci dice De Lucia -, poi successivamente faremo una presentazione pubblica e istituzionale. Intanto è davvero con grande gioia che accolgo l'idea del Premio "Pietro Fusco" e sarà una grande soddisfazione vedere il lavoro svolto da docenti e ragazzi dell' Istituto Comprensivo che stanno ottenendo ottimi risultati in tutti i campi".

Più informazioni su

Positano, Costiera amalfitana . Finalmente si apre la “Piazza dei Racconti” , il teatro all’aperto realizzato al di sopra del depuratore della Città Romantica, che noi di Positanonews , con un video che riproponiamo, abbiamo chiesto di far riaprire.

Positano Piazza dei Racconti

Ad aprire questo spazio saranno lunedì QUATTRO  giugno  gli studenti delle scuole elementari e primarie per presentare il loro saggio , con i laboratori di fine anno, e per presentare il Premio “Pietro Fusco” , il ragazzo di Montepertuso rimasto nei cuori di chi lo ha conosciuto.

Il Comune ha anche concesso il patrocinio , su richiesta della Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Prof.ssa Stefania
Astarita,  prot. n. 5674 del 07.05.2018, tendente ad ottenere il patrocinio per il Premio “Pietro Fusco”, istituito dal Consiglio d’Istituto dell’I.C. “L. Porzio” in data 02/05/2018, per ricordare il piccolo Pietro scomparso il 3 Dicembre 2017, con delibera di giunta comunale numero 64 del 7 maggio 2018.

Pubblichiamo di seguito il programma dell’evento  Programma e circolare_spettacolo finale primaria e sec. I g. positano, 2017-18  e il regolamento del premioRegolamento Pietro Fusco

A dispetto della “location” questo spazio è straordinariamente bello , con una visuale sulla chiesa, centrale e fruibile per spettacoli all’aperto e anche per poter vivere una piazza. Una scommessa azzardata che ci è piaciuta quella del sindaco di Positano Michele De Lucia.

“E’ giusto che il primo evento sia delle scuole, visto che dalle scuole è stato dato il nome a questa piazza – ci dice De Lucia -, poi successivamente faremo una presentazione pubblica e istituzionale. Intanto è davvero con grande gioia che accolgo l’idea del Premio “Pietro Fusco” e sarà una grande soddisfazione vedere il lavoro svolto da docenti e ragazzi dell’ Istituto Comprensivo che stanno ottenendo ottimi risultati in tutti i campi”.

Non solo questo, ultimamente siamo stati con Nino Di Leva  l’attivissimo consigliere comunale delegato alla scuola nel plesso delle scuole elementari per il delicato trasferimento della biblioteca comunale dal plesso delle scuole medie , gestita dall’associazione Posidonia, dove l’anno prossimo andranno concentrate tutte le scuole in un ideale percorso verticale dalle primarie alle medie, come per i dettami della didattica più evoluta.

Anche qui si prospetta la nascita di spazi culturali e artistici,  sulla scia della riscoperta delle opere di Scielzo che si trovano proprio fra le scale e le aule di questo plesso. Si parla di uno spazio cinema o teatro al chiuso , strutture sociali e altro. Ci vorrà sicuramente un gran lavoro e l’impegno anche delle associazioni e dei cittadini, ma , come per la piazza dei racconti, è un progetto che condividiamo e ci entusiasma.

Il nostro video – denuncia di un luogo seppur completato rimasto inutilizzato può essere archiviato, ma è da vedere per poter ammirare nella sua bellezza la piazza che sarà scenario dello spettacolo delle scuole pubbliche che stanno ottenendo sempre più successo anche grazie alla gestione della dirigente scolastica e dei professori con la sinergia dell’amministrazione comunale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Manlio

    Invece di pensare sempre alle cose più grandi della propria portata si rendessero i terrazzi delle scuole agibili. Già ripetutamente e in vari modi ho seganlato e denunciato che i terrazzi attigui alle aule delle scuole medie che servono per il “tempo della ricreazione” o per prendere contatto con l’esterno, con l’aria aperta, sono ormai da decenni non utilizzabili. Questa è una vergogna ed è politicamente impedonabile.
    La Scuola, poi, il trasferimento è una vera idiozia a cielo aperto; la Scuola elemtare è una vera scuola ed abbiamo avuto il pregio è la fortuna che fu costruita e progettata da un Architetto famoso in Italia, Luigi Orestano. E’ tale il capolavoro di Scuola che è stata oggetto di studi da studenti tedeschi come tesi di laurea e da Americani. La Scuola in un paese si concerta insieme, con gli insegnanti, con i genitori in partecipazione, e con conoscitori delle materie e dei bisogni dei bambini, ed insieme e solo insieme si può avviare una “idea di Scuola” per il nostro paese. Invece la scuola è presa sempre come elemento di consenso becero tentando di buttare fumo negli occhi. Maledetta superficialità e inganni. Scelte autoritative ed antidemocratiche e che producono danni e ferite al paese vanno assolutamente fermate.
    Manlio Meroni

  2. Scritto da Giuseppe 1

    Si poteva costruire una infrastruttura necessaria per la nostra economia turistica, sala polivalente, piscina coperta per esempio. Necessarie ad un paese turistico oltre che per i residenti anche per il discorso destagionalizzazione. Direttò…..manca qualcosa!

  3. Scritto da Giuseppe 1

    Ma stiamo parlando della stessa piazza? Quella copertura dell’impianto di depurazione che si vuol far passare per anfiteatro costruito nel punto più brutto e pericoloso del paese vicino ad un parcheggio multipiano orribile e rumoroso…..ma per favore !

    1. Scritto da Redazione_MC

      Peppe in parte hai ragione ma non sono tanto d’accordo, il finanziamento doveva essere solo per una copertura se non sbaglio, sfruttando questo finanziamento si è poi realizzata una struttura in un contesto improbabile, ma intanto lo spazio c’è e va utilizzato e aperto, io ho contestato i ritardi per l’apertura annunciata già tempo fa ed ho accolto l’apertura e spero la sua fruibilità.. intanto ti faccio i complimenti perchè sei fra i pochi che ha capito esattamente come si mettono i commenti e invito tutti a venire da te per fare da tutor.. insomma è semplice bisogna iscriversi registrandosi anche mettendo un nickname col quale si sceglie di apparire, tipo “cittadino”, col diritto a non vedersi pubblicati i propri dati personali.. Una volta registrati , o mettendo il proprio nome e una mail , che può anche non essere la propria, lo accettiamo se i commenti sono pertinenti e civile, oppure anche direttamente con il proprio profilo facebook, se ti chiede di attivare i coockie basta cliccare attiva i coockie, ti appare una schermata di wordpress e ritorni sul sito ed entri e puoi fare i commenti, oppure riapri e rientri con il tuo nome utente che ti sei scelto e la password, o anche puoi chiedere a noi o via mail direttore@positanonews.it o 3381830438 .. sennò passate da Peppe ai Mulini col quale siamo debitori se fa vedere ad altri come si mettono i commenti:) Grazie sempre per il tuo contributo