Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Piano di Sorrento non si comunica, c’è solo il rendiconto del sindaco Iaccarino e il resoconto del consiglio comunale di D’Aniello

  Piano di Sorrento. Pubblichiamo qui di seguito, dopo averli visti, gli interventi del sindaco Vincenzo Iaccarino e del consigliere di minoranza Antonio D’Aniello riguardanti l’ultimo consiglio. Si è persa la sana abitudine di fare dei comunicati stampa, in primis il Comune, che prima faceva un resoconto breve e giornalistico quasi in tempo reale, che inviava via mail alla stampa, ma anche l’0pposizione aveva l’abitudine di fare comunicati. Oggi vattelapesca, uno deve andare a cercarsi quello che hanno detto, come dire devi leggerti il mio blog, la mia bacheca facebook, preso da mille impegni e da oltre 100 mila profili che seguono positanonews fra tutti i social che abbiamo, e guai se non lo riporti , passi per chi non vuole dare la notizia o prendere una posizione. La nostra posizione è solo una , quella di dare un servizio ai lettori. Speriamo che si torni alla sana vecchia abitudine, che tuttora hanno altri comuni, di fare i comunicati stampa . Diamo pienamente ragione a Raffaele Esposito dei Podemos quando dice che bisogna mandare un resoconto ai cittadini, mandateli anche alla stampa. Noi , che siamo il primo riferimento carottese , che piaccia o meno, visto i dati certificati google analytics e non le visualizzazioni gonfiate dai like e dalle condivisioni di facebook, non abbiamo ricevuto niente. Fatelo a noi e ai cittadini , senza arroccarvi sulla pretesa che ci si debba venire da voi a prendere informazioni, si tratta di un esercizio pubblico di funzioni. Voi dovreste rivolgervi all’esterno e informare non chiudendovi nel recinto dei vostri blog e profili facebook che oramai sono solo un delirio e la gente non riesce a distinguere più il vero dal falso
direttore@positanonews.it
Ecco il resoconto che abbiamo trovato del sindaco Vincenzo Iaccarino
Egregi Consiglieri Comunali,
     oggi discutiamo e approviamo il Rendiconto di Gestione 2017, un adempimento che nel corso degli ultimi anni ha acquisito la medesima valenza politico-amministrativa del bilancio di previsione per le implicazioni che ne derivano sulla vita dell’Ente.
    Il leggero ritardo con cui giungiamo a questo appuntamento, anche se in anticipo rispetto a molti altri Comuni, è stato determinato dalla sempre più complessa attività istruttoria richiesta per predisporre tale documento e compiere i relativi, connessi adempimenti.
    Tant’è che anche quest’anno l’ANCI ha assunto ripetute iniziative per ottenere un proroga della scadenza dei termini di approvazione necessaria per mettere in condizione i Comuni di poter svolgere tutti gli atti necessari.

    In questo senso il lavoro svolto dal 4° Settore diretto dal Rag. Vincenzo Limauromerita un plauso ancora maggiore per il costante e puntuale impegno con cui sovrintende alla gestione dell’area più significativa dell’Ente e dalla quale oggettivamente dipendono tutte le attività, sia politiche sia burocratico-amministrative.
    Non riconoscere la complessità di questo lavoro e le responsabilità ad esso legate per garantire gli equilibri di bilancio e nello stesso tempo la sua armonicità complessiva in un’ottica di dinamicità finanziaria indispensabile a assicurare efficienza ed efficacia all’azione amministrativa, significa non avere il polso della situazione in cui versano oggi gli Enti Locali.
    I quali sono tutti pesantemente condizionati nella loro autonomia finanziaria per la costante, sistematica e significativa riduzione dei trasferimenti statali e per il conseguente obbligo a dover sviluppare politiche finanziarie proprie sempre più impegnative e anche gravose per la comunità.
    Questa è però una situazione oggettiva in cui versa la politica del nostro Paese ed è superfluo soffermarsi in questa sede ad analizzarne le cause tanto appaiono evidenti.
    Piuttosto quel che conta è il fatto che tutto ciò impone sempre di più a chi ha responsabilità di governo, congiuntamente a chi ha quelle di gestione, di dimensionare e di scadenzare le attività nel rispetto costante dei parametri di legge allo scopo di salvaguardare gli equilibri per non rischiare il dissesto che determinerebbe un avrebbe gravissimo pregiudizio presente e futuro.
    Ciò anche a costo di qualche sacrificio e di qualche dilazione nella tempistica di attuazione dei progetti. Anche questo va sottolineato perché non sempre certi tempi lunghi dipendono dalla volontà della politica sulla quale invece ricadono sempre le responsabilità, o le colpe, rispetto all’opinione pubblica.
    Di questo aspetto occorre essere tutti maggiormente consapevoli e lavorare affinché tale discrasia possa ragionevolmente superarsi in tempi brevi proprio perché in ultima analisi è sulla politica che ricadono le conseguenze ultime del rispetto o meno di una certa tempistica nell’attuazione delle progettualità amministrative, oltre ovviamente che sulla cittadinanza.
    Un ragionamento che, attenzione, vale per tutti i settori amministrativi e che quindi ci deve vedere impegnati tutti insieme per individuare e armonizzare le più idonee strategie atte a velocizzare anche i tempi di attuazione del programma amministrativo e degli indirizzi espressi negli atti di Giunta e di Consiglio.
    Il bilancio 2016/2018 è stato approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 21 del 31/03/2017, mentre con deliberazione n. 77 del 31/07/2017 venivano assunti i provvedimenti di salvaguardia degli equilibri di bilancio prescritti dall’art. 193, comma 2, del TUEL ed approvata la variazione in assestamento.
    L’azione dell’Amministrazione ha avuto un particolare occhio di riguardo al rispetto dei vincoli e a tutela della salvaguardia di tutti gli equilibri di bilancio di cui, oggi, ne possiamo rendere conto con soddisfazione.
    A tale proposito si segnala che nel corso dell’anno il Consiglio è stato chiamato ad assumere ben 45 delibere di riconoscimento di debiti fuori bilancio per l’importo di euro 157.753,94.
    Dal conto del bilancio che oggi presentiamo all’approvazione si evince che l’esercizio finanziario 2017 si è chiuso con una disponibilità cassa di oltre 7 milioni di euro – 7.011.055,32 per l’esattezza – ed un avanzo di amministrazione di ben 12.616.254,70 euro.
    A fronte di tale avanzo è stato, quindi, possibile vincolare la somma di euro 8.016.845,81 a fondo crediti di dubbia e difficile esazione. La misura di tale accantonamento non solo garantisce la tenuta dei conti per un eventuale mancato e/o insufficiente realizzo di residui attivi riportati in contabilità, ma consente di guardare alle gestioni future con maggiore serenità, allorquando la misura di detto fondo crediti di dubbia e difficile esazione dovrà essere adeguata in maggior proporzione rispetto allo stock di crediti residui, venendo meno il criterio di gradualità vigente nell’attuale fase transitoria.
    Non solo. A tale riguardo è d’uopo sottolineare che l’Amministrazione ha avviato un’importante azione volta al recupero dei crediti in sofferenza, soprattutto per quanto riguarda i fitti attivi, provvedendo allo scopo con apposito atto di indirizzo, formulato con Delibera di Giunta comunale n. 189 del 24/11/2016
    Come è facile evincere ancora dal conto del bilancio, nel corso del 2017 non si è fatto ricorso all’indebitamento per finanziare la spesa in conto capitale, anche perché tali entrate non sono buone ai fini del rispetto dei saldi di finanza pubblica (pareggio di bilancio).
    Non minore attenzione, durante la gestione, è stata posta al contenimento delle dinamiche della spesa del personale onde garantirsi, attraverso il rispetto dei limiti di legge imposti, la possibilità di procedere a tutte le assunzioni programmate e sfruttare in pieno le capacità assunzionali disponibili, via via concesse dal Legislatore, onde potenziare l’organico comunale.
    Condizione necessaria, quest’ultima, per procedere alla profonda ristrutturazione e riqualificazione dell’apparato burocratico-amministrativo cui quest’Amministrazione tiene particolarmente.
    Nel corso dell’esercizio è stato mantenuto aggiornato l’inventario dei beni mobili e immobili ed attraverso l’adozione del sistema di contabilità economico-patrimoniale, con cui si garantisce la rilevazione unitaria dei fatti gestionali, sia sotto il profilo finanziario sia sotto il profilo economico-patrimoniale, si è giunti alla redazione del conto economico e del conto del patrimonio, nonché alla determinazione dell’utile d’esercizio.
    La bontà dei risultati economico-finanziari ottenuti durante l’esercizio 2017 ed il conseguimento di tutti egli obiettivi di finanza pubblica imposti dalle norme è certificata dal parere favorevole rilasciato dall’Organo di revisione interna all’approvazione del rendiconto cui va il mio personale ringraziamento.
    Il programma dell’Amministrazione ha rappresentato e rappresenta il costante punto di riferimento per la nostra azione di governo.
    Facendo un’analisi più puntuale fra i suoi contenuti e gli atti sin qui prodotti si può oggettivamente ricavarne un giudizio positivo sulla coerenza tra gli obiettivi indicati e gli impegni assunti e ancora da assumersi.
    Dobbiamo infatti tener presente che sono trascorsi circa 2 anni dall’insediamento dell’Amministrazione e che, come avremo modo di verificare analizzando anche casi specifici, molto si è dovuto fare per rimettere in corsa l’Ente sul piano della disponibilità di progettazioni esecutive e su quello dell’accesso e del recupero delle risorse finanziarie indispensabili per passare dalle dichiarazioni di intenti ai fatti concreti.
    In questo senso è stato sviluppata una grosse mole di lavoro, certificata dai numerosi e qualificanti atti di indirizzo assunti dalla Giunta e dai conseguenti provvedimenti adottati o in itinere.
    Un lavoro che sta dando buoni risultati e che soprattutto ancora ne darà nei mesi a venire se sapremo confermare questo trend positivo che impone qualche sacrificio anche alla politica, ma che è funzionale al consolidamento finanziario dell’Ente per gli anni a venire: la qualcosa credo meriti riconoscimento e apprezzamento perché travalica gli interessi contingenti e guarda al futuro.
    Questa analisi politica, che si abbina a quella tecnico-finanziaria e di verifica contabile svolta dagli organismi preposti, è frutto del lavoro congiunto che il sottoscritto ha svolto insieme agli Assessori e ai Consiglieri Delegati tutti, ai quali va il mio sincero ringraziamento per l’impegno profuso e per i contributi che hanno dato all’azione amministrativa e alla redazione di questo documento.
    Per quanto concerne le politiche di bilancio cui ho sovrinteso direttamente, le ho già sinteticamente riepilogate e sono comunque dettagliate nei documenti predisposti, approvati e che sono nella disponibilità di tutti i Consiglieri i quali, se lo vorranno, sul piano tecnico potranno chiedere ulteriori spiegazioni al nostro Ragioniere Capo e allo stesso Revisore.
    Mi soffermo ora sull’aspetto politico del Rendiconto 2017 analizzando per grandi linee l’attività svolta nei diversi settori pur dovendo, per esigenze di spazio e di tempi, tralasciare qualcosa di cui eventualmente mi scuso.
    L’attività di un Comune è infatti articolata e complessa. Spesso neanche ci accorgiamo dei risultati concreti che scaturiscono da atti assunti e che sul piano della gestione producono effetti positivi nel tempo.
    La prima riflessione che vi propongo inerisce le attività svolte dall’Assessorato alla Civiltà Urbana, da quello all’Ecologia e Ambiente, da quello alla Manutenzione nelle sue diverse articolazioni e competenze.
    Sin dai primi giorni del nostro insediamento l’Amministrazione ha portato avanti il preciso intento di sistemare la “macchina comunale” la quale, con espresso riferimento agli uffici che qui interessano, ha visto l’istituzione in seno all’UTC di due macro aree: una riferita al Settore Lavori Pubblici e Pianificazione e l’altra afferente il Settore dell’Edilizia Privata, il Condono Edilizio e l’Antiabusivismo Edilizio.
    La responsabilità di dette aree è stata affidata: la prima all’ing. Graziano Marescasino all’agosto 2017 cui, a seguito della richiesta di aspettativa per svolgere servizio presso altra amministrazione pubblica, è subentrato il Geom. Dario Pappalardo. La seconda è stata invece affidata al Geom. Michele Amodio.
    Il lavoro di questi Uffici nell’anno 2017, benché svolto con personale numericamente non adeguato al carico lavorativo, può essere così sinteticamente riepilogato:
Pianificazione
In sede di pianificazione si sta seguendo e portando avanti il progetto di modifica al PUT, (L.R. 35/87) su proposta di legge dell’On.le Alfonso Longobardi. Tale progetto nasce da manifestate esigenze del territorio che hanno visto impegnata l’Amministrazione comunale di Piano di Sorrento e l’assessore Pontecorvo anche in qualità di responsabile di altro UTC ricadente nel territorio di competenza, alla partecipazione a numerosissimi incontri programmatici estesi a tutti i Comuni del comprensorio, cui hanno preso parte, oltre agli assessori al ramo, tutti i funzionari responsabili degli UTC predisponendo e redigendo apposito documento di sintesi delle modifiche ritenute opportune.
Detto procedimento ha visto anche l’ascolto dei Sindaci e l’Assessore Pontecorvo è stato da me delegato a seguire tutto l’iter anche presso la competente commissione regionale urbanistica. Superato il vaglio della Commissione, la proposta di legge proseguirà il suo iter per l’augurata approvazione.
Parimenti a livello “provinciale”, oggi area Metropolitana di Napoli, si sta seguendo l’iter di approvazione della proposta di Piano Territoriale di Coordinamento (PTC) adottata, ai sensi dell’art. 20 della LR n. 16/2004, con le Deliberazioni del Sindaco Metropolitano n. 25 del 29 gennaio 2016 e n. 75 del 29 aprile 2016.
Recentemente, a seguito di formale adozione del piano, l’Amministrazione Comunale si è fatta carico, unitamente alle altre Amministrazioni del comprensorio della Penisola Sorrentina, di redigere ed inoltrare le proprie “osservazioni” nell’intento di migliorare le norme rendendole più aderenti alla realtà e alle peculiarità territoriali.
Tali attività appaiono importanti anche in considerazione della non secondaria circostanza che a breve l’Amministrazione comunale dovrà dare seguito alla formazione del PUC nel rispetto delle disposizioni normative dettate dalla LR n. 16/2004.
Difatti con Legge regionale 22 giugno 2017, n. 19, “Misure di semplificazione e linee guida di supporto ai Comuni in materia di governo del territorio”, pubblicata sul BURC n°50 del 22 giugno 2017, sono stati prorogati i termini, rendendoli perentori, entro i quali i Comuni dovranno adottare e quindi approvare i PUC ai sensi della L. R. 16/2004 e del Regolamento di attuazione n°5 del 2011.
In particolare l’art. 4 della suddetta legge modifica profondamente l’art. 44 della Legge Regionale 16 del 2004: infatti sono stati aggiunti e modificati i commi 2, 3 e 4 bis , come di seguito riportati:
I Comuni adottano il Piano Urbanistico Comunale (PUC) entro il termine perentorio del 31 dicembre 2018 e lo approvano entro il termine perentorio del 31 dicembre 2019.
Opere pubbliche
Il quadro rinvenuto all’indomani dell’insediamento di quest’Amministrazione non può considerarsi dei più “edificanti”, segno evidente di una lunga ed inefficace gestione del Settore LL PP del tutto inadeguata rispetto alle esigenze del Comune e alle aspettative della Cittadinanza.
Tra finanziamenti persi per le rampe alla Marina di Cassano, per il parcheggio di Via San Michele, per l’efficientamento energetico dell’edificio comunale e procedimenti amministrativi da completare, si è dovuto in primo luogo prendere coscienza  dello stato delle cose e dopo aver lavorato, non poco, per ricondurre nella “normalità” l’Ufficio Tecnico anche mediante l’innesto di nuovo personale dipendente, (un funzionario tecnico full time a tempo indeterminato, una collaboratrice amministrativa e un istruttore amministrativo partime oltre un tecnico istruttore partime) ci si è trovati a dover fronteggiare l’inatteso cambio al vertice a seguito della messa in aspettativa del Funzionario Responsabile ing. Maresca.
Dunque dal settembre scorso la responsabilità dell’Ufficio è stata affidata al Geometra Dario Pappalardo, il quale con professionalità e spirito di abnegazione ha condotto e sta conducendo un ottimo lavoro che può essere sintetizzato nelle seguenti attività:
Villa Fondi
In Villa Fondi è stato eseguito il taglio delle  alberature  di alto  fusto  dichiarate  pericolose  e che hanno  comportato la chiusura del Parco Pubblico per oltre circa 4 anni e il reimpianto di nuove alberature di identica specie. E’ stata eseguita la manutenzione ordinaria di tutto il complesso comunale finalizzato alla riapertura del Parco e del Museo Archeologico “G. Vallet” oggi al centro di una serie di importanti e qualificanti iniziative culturali anche a livello nazionale.
Sono da eseguirsi il completamento dei lavori di ristrutturazione della Villa con la manutenzione straordinaria delle facciate e con la sostituzione degli infissi, nonché il completamento del Ninfeo ubicato nel Parco e rientrato a Piano di Sorrento dopo il tour internazionale negli USA e in Cina.
Le opere  saranno  finanziate con i fondi di cui al progetto ministeriale  “Bellezza  – Recuperiamo i luoghi  “culturali  dimenticati”, per  il  quale in  data  27/2/2018 la  Presidenza del Consiglio dei Ministri ha preannunciato la concessione di un finanziamento di 150.000,00 Euro  (intervento  n. 64).
La riapertura del parco di Villa Fondi e del Museo era un obiettivo programmatico qualificante di questa Amministrazione per ribadirne la gestione e la fruibilità pubblica sia in termini di spazi verdi sia di location per lo svolgimento di attività e iniziative artistiche, culturali e convegnistiche. Un lavoro impegnativo sotto molteplici aspetti e che ha dovuto superare non poche difficoltà anche per le azioni contrastanti poste strumentalmente in essere avverso il raggiungimento di questo obiettivo con particolare riferimento all’abbattimento delle alberature a rischio crollo che inibivano l’accesso a gran parte del parco e quindi alla sua piena fruibilità da parte del pubblico.
Sento l’obbligo di ringraziare in modo particolare il consigliere Marco D’Esposito che mi ha affiancato costantemente in questa e in altre significative attività, animando una sinergia rivelatasi preziosa per il buon esito di iniziative e progetti che abbiamo a cuore. Inoltre dimostrando col proprio impegno anche a fianco di altri Assessori che si può dare un significativo contributo all’amministrazione della Città quando si è animati da uno spirito costruttivo, volontà di fare, capacità operative che si traducono in un valore aggiunto importante. Oggi Villa Fondi rappresenta un luogo d’eccellenza che dovrà essere ulteriormente valorizzato e promosso quale grande attrattore culturale. In tal senso lavoriamo in stretta sinergia con la direttrice del Museo “Georges Vallet”, la dott.ssa Tommasina Budetta, con la quale stiamo già organizzando importanti eventi e iniziative culturali. La location oltre ad ospitare una molteplicità di manifestazioni in campo turistico è anche sede sempre più prescelta per la celebrazione in forte e costante aumento di matrimoni e unioni civili. Anche su questo argomento intendiamo sviluppare un appropriato marketing perché si tratta di un’attività produttiva per le casse comunali e che può sostenere significativamente le necessità di copertura delle spese di gestione e funzionamento della struttura.
Abbiamo acquistato e registrato il dominio di Villa Fondi per realizzare un sito webspecifico anche in lingua inglese con l’intento di promuovere la struttura e le sue diverse attività sul piano internazionale. Un discorso che sarà approfondito nel corso del 2018 con uno specifico progetto cui sto personalmente lavorando.
Scuole
Il Comune  sì è dotato di quattro importanti progetti  esecutivi:
1.    Adeguamento    sismico   e  sistemazione  del campo sportivo esterno scuola “M. Massa” in  via  G. Maresca;
2.    Adeguamento sismico della scuola  “Gargiulo-Maresca” in via delle Acacie;
3.    Adeguamento impiantistico ai fini della prevenzione incendi della scuola “Gargiulo-Maresca” in via delle Acacie;
4.    Adeguamento impiantistico ai fini della prevenzione incendi scuola  “Alice”  in via C. Amalfi
I progetti  sono stati candidati:
– ai finanziamenti di cui al bando MIUR prot. n. 35226 del 16.8.2017
– ai finanziamenti di cui al decreto Ministero dell’Interno del 29.1.2018  (legge  205/2017)
Se le cose già fatte appaiono apprezzabili, ben più importanti ed interessanti sono quelle messe in cantiere, ovvero:
    Recupero del finanziamento per l’efficientamento energetico della scuola “Maresca”, non concesso al Comune per l’errata esclusione della candidatura da parte della Regione Campania e per la quale il Comune ha vinto il ricorso  al T.A.R.: l’importo è di € 1.098.926,48;
    appalto dei lavori di adeguamento impianto della scuola “Massa”, già finanziati ed  inseriti nell’elenco annuale delle opere pubbliche 2018;
    appalto dei lavori di rifacimento della muratura dell’area esterna della scuola “Massa” a confine con la proprietà privata, nella zona degli scavi archeologici, al fine di consentire la  fruibilità dell’area archeologica d’intesa con la Soprintendenza;
    ripresa dell’iter tecnico-amministrativo conseguente al concorso di progettazione per la realizzazione del nuovo Istituto Comprensivo in Via C. Amalfi suddividendo il progetto preliminare in lotti funzionali al fine di candidarlo ai finanziamenti per l’edilizia  scolastica. Il primo lotto che, d’intesa con i progettisti, abbiamo scelto di trasformare in progetto esecutivo per un costo di 3 mln di Euro prevede la demolizione delle strutture inagibili, la costruzione di opere compatibili con il progetto generale già elaborato, che comprendono l’autidorium, la palestra coperta e il parcheggio. La scelta è dettata sia dall’immediata conformità urbanistica del primo intervento, sia per ottenere un lotto funzionale di importo più contenuto (3 mln €) rispetto al costo del progetto generale (10 mln €). Una prima bozza del progetto è già all’esame dell’Ufficio Lavori Pubblici. L’obiettivo è quello di concorrere ai prossimi bandi di finanziamento per l’edilizia scolastica con un progetto esecutivo di primo lotto immediatamente cantierabile. All’uopo è stata pubblicata all’albo pretorio, proprio in data odierna, la determina N°240 a firma del responsabile geom. Pappalardo con la quale viene modificata e integrata la convenzione con i progettisti dell’Opera per la suddivisione in lotti funzionali come statuito negli incontri svoltisi tra i progettisti e l’Amministrazione. Ciò a conferma che il problema della scuola di V. C. Amalfi è stato sempre presente e che abbiamo intrapreso la strada per essere pronti a cogliere le opportunità di finanziamento dell’opera.
Casa Comunale
Anche per la nostra Casa Comunale il Comune ha in corso la procedura per il recupero del finanziamento per l’efficientamento energetico, che non ci è stato concesso per l’errata  esclusione della candidatura da parte della Regione Campania e per la quale  il Comune  ha vinto il ricorso al T.A.R. L’importo del finanziamento è di € 900.072,77.
L’esecuzione di queste opere, in uno al progetto di ormai prossima esecuzione e che interesserà la rivisitazione di Piazza Cota, consentirà di avere l’edificio comunale e le aree ad esso circostanti maggiormente accoglienti e confortevoli. L’opera è in parte finanziata con un prestito con la Cassa Deposito e Presiti in corso di stipula e in parte con fondi di bilancio comunale.
 Nel corso del 2018 auspichiamo di completare l’iter istruttorio di una più importante progettualità destinata a dare un volto nuovo alla Città e a renderla sempre più attrattiva e soprattutto più sostenibile e a dimensione di cittadino.
 
Costa Sicura
“Costa  sicura” è il protocollo  di intesa sottoscritto nel 2003 dai Comuni di Massa  Lubrense, Sant’ Agnello, Meta e Piano di Sorrento per la  programmazione, progettazione ed attuazione congiunta di opere di difesa delle coste, ripascimento degli arenili e consolidamento dei costoni retrostanti.
Il Comune  di Piano di Sorrento è l’Ente Capofila. Nel gennaio 2018 sono stati appaltati e completati i rilievi specializzati (a terra e a mare) propedeutici alla redazione del progetto delle opere.
I rilievi sono stati consegnati in data 22 marzo 2018 al  gruppo intercomunale di progettazione affinché proceda alla redazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica di cui all’art. 23 d.lgs. n. 50/2016. All’avvenuta redazione del progetto preliminare da parte del già costituito gruppo di progettazione, si procederà all’indizione della conferenza dei servizi preliminare, prevista dall’art.14 comma 3°della legge n. 41/1990, in ragione dell’articolazione multipla degli interventi e del loro grado di complessità.
Ponte Orazio
La problematica “Ponte Orazio”, verificatasi all’indomani dell’insediamento dell’Amministrazione, è stata da subito oggetto di attenzione e di attento e costante monitoraggio, ben consapevoli dello stato di fatiscenza e di scarsa coerenza dell’intera sponda sinistra del vallone che ricade nel territorio di Piano di Sorrento. Al primo crollo, che ha interessato la sede stradale comunale, ne è seguito un altro, poco più a monte, anch’esso di notevoli dimensioni.
Nel secondo caso l’evento rovinoso ha interessato le sole proprietà private, anche se con caratteristiche simili a quello precedente: il che avvalora l’ipotesi di un intervento serio e radicale che vada a mettere in sicurezza l’intero costone tufaceo sottostante.
Allo stato, dopo un primo finanziamento ottenuto dalla Regione Campania, sono  stati ultimati gli interventi di pulizia, disgaggio parti instabili e rilievo topografico di tutto il costone tufaceo nella  zona sul quale vi poggia la strada comunale Via Ponte Orazio.
L’ing. Michele Ercolano, professionista incaricato della progettazione, alla luce dei rilievi effettuati provvederà alla redazione di un progetto di consolidamento del costone affinché si possa consentire la riapertura della strada in piena sicurezza.
Stante  la  portata dell’intervento, non limitato al consolidamento della zona già franata, è  stato chiesto alla Regione Campania di integrare il finanziamento già concesso di €uro 150.000.00, nonché di intervenire con una propria progettualità al fine di consolidare l’intero costone del Vallone Lavinola-Madonna di Rosella di recente interessato da altro fenomeno franoso in proprietà  privata.
E’ superfluo sottolineare che sin dall’insediamento dell’Amministrazione mi sono premurato di verificare lo stato dei Valloni che non sono mai stati oggetto di reale interessamento e tantomeno di interventi da parte della pubblica amministrazione nel corso di decenni. Li ho ispezionati minuziosamente insieme alle Forze dell’Ordine e alla Protezione Civile e a Volontari. A seguito di tali sopralluoghi e rilievi sono state intraprese iniziative da parte dei Carabinieri per quanto concerne gli sversamenti abusivi congiuntamente al Comune, ivi incluse le ordinanze per la separazione degli scarichi fognari.
Tutte attività che hanno avuto un peso significativo anche nella valutazione da parte della FEE per l’assegnazione della “Bandiera Blu” al nostro Comune su cui non mi soffermo avendone già data informativa ad inizio dei lavori consiliari. Si tratta di un’attività che, una volta avviata, deve procedere costantemente e anche su questo abbiamo direttamente investito la Regione Campania, in persona del Presidente Vincenzo De Luca, al fine di attivare una cabina di regia regionale che, con adeguati strumenti e sufficienti finanziamenti, possa finalmente intraprendere la bonifica ambientale e il consolidamento strutturale dei nostri valloni nell’ambito di un più generale piano di riassetto idrogeologico indispensabile per garantire la sicurezza e per la tutela dell’ambiente, oltre che per una valorizzazione di questi nostri canyon naturali in chiave turistica.
Asilo Nido
Per l’asilo nido è stata sottoscritta la convenzione con il Ministero dell’Interno – Autorità   di  Gestione del Programma Nazionale per i Servizi di cura all’Infanzia e agli  Anziani non  autosufficienti per  il finanziamento di complessivi €uro 426.854,87  (“fondi PAC”) dei quali € 86.587,86 + IVA sono dedicati ai lavori di sistemazione dell’area esterna (viale di ingresso, aree a verde e area giochi). Di tali lavori è stato già redatto il progetto definitivo.
È in cantiere la redazione del progetto esecutivo e per l’appalto dei lavori di sistemazione  dell’area esterna, finanziati come innanzi con fondi PAC). E’ inoltre intenzione dell’Amministrazione partecipare all’avviso pubblico emanato dalla Regione Campania   “Nidi e micronidi: interventi di realizzazione, ristrutturazione, adeguamento,   ammodernamento e qualificazione di strutture/servizi educativi”  per  l’accesso ai finanziamenti di cui al POR  CAMPANIA  FESR  2014-2020 ASSE 8 – OBIETTIVO  SPECIFICO 9.3 – AZIONE 9.3.1 DEL POR CAMPANIA FESR 2014- 2020 – PIANO   DEGLI OBIETTIVI DI SERVIZIO – EX DELIBERA CIPE N 79-2912 FSC E FONDO DI  CUI ALLA L.R. N.3 DEL 20 GENNAIO 2017, con l’obiettivo di adeguare sismicamente la struttura.
Rampe Marina Di Cassano
Sono  stati  ultimati  i lavori  di manutenzione di tre sbalzi in c.a. affidati nel mese di maggio  2017. Resta da eseguire il rifacimento del quarto sbalzo in c.a. che non è stato possibile risanare in quanto in condizioni peggiori rispetto a quanto preventivato. Il progetto esecutivo è stato trasmesso al Genio Civile per l’autorizzazione sismica che è stata recentemente rilasciata.
Il progetto esecutivo di rifacimento integrale delle Rampe Marina di Cassano – 1° lotto  è inserito sulla piattaforma regionale ITER di cui al punto successivo ed è stato  candidato ai finanziamenti statali di cui al D.M. 29.1.2018  (legge n. 205/2017).
Ad  avvenuta  approvazione del  Genio Civile si procederà  all’esecuzione dei  lavori  di rifacimento dell’unico sbalzo in c.a. tuttora  interdetto, con fondi di bilancio comunale.
Progetti esecutivi caricati sulla piattaforma regionale iTer
Aderendo   allo  specifico  avviso  pubblico  della  Regione  Campania è stata  presentata domanda per l’inserimento sulla  piattaforma iTER al fine della mappatura e del monitoraggio delle progettazioni esecutive cantierabili in Regione Campania, di n.6 progetti esecutivi:
1.  Adeguamento sismico e sistemazione campo sportivo esterno scuola “M. Massa” in  via G. Maresca;
2. Adeguamento sismico scuola “Gargiulo-Maresca” in via delle Acacie;
3. Adeguamento impiantistico ai fini della prevenzione incendi scuola “Gargiulo-Maresca”    in via delle Acacie;
4. Adeguamento impiantistico ai fini della prevenzione incendi scuola  “Alice”  in via C. Amalfi;
5.  Sistemazione idraulico-forestale di aree a rischio di instabilità idrogeologica del  tratto  del Vallone Lavinola tra il Comune di Piano di Sorrento e Meta  compresi nel  territorio   del Parco Regionale dei Monti Lattari;
6. Consolidamento e manutenzione straordinaria Rampe Marina di Cassano –  1° lotto
 
Marina di Cassano – Arenile
È stato ottenuto  un finanziamento da parte della Città Metropolitana di Napoli di importo pari ad € 40.000,00 per l’esecuzione dei  lavori di ripristino della linea di costa mediante  ripascimento con movimentazione di arenile e sostituzione pali della pubblica  illuminazione. I lavori di ripascimento sono stati regolarmente affidati ed in eseguiti. A breve quelli dell’illuminazione.
Biblioteca Comunale
Redazione  del progetto esecutivo dei lavori di manutenzione straordinaria al piano   superiore, previsti nell’elenco annuale opere pubbliche 2018 e successivo appalto degli stessi anche previa verifica sismica della struttura.
Alveo del Formiello
È stata aggiudicata la gara per l’affidamento della progettazione definitiva ed esecutiva  dei LAVORI DI SISTEMAZIONE IDRAULICA E RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE   DELL’ALVEO FORMIELLO per un di  €  3.300.000,00; gli oneri per la progettazione sono  stati  finanziati dalla Regione Campania con il Fondo di rotazione per la progettazione   degli Enti locali. Il progetto in fase di redazione da parte del soggetto aggiudicatario della  gara verrà candidato ai finanziamenti specifici per il risanamento ambientale  ecc.
Cimitero Comunale
Sono in corso le procedure per l’appalto dei lavori di ampliamento del Cimitero Comunale San Michele Arcangelo, come da Determina N°678 del 28/12/2017 di  importo pari a circa  2.500.000,00 €, con la pubblicazione dell’avviso sulla Gazzetta Ufficiale e l’espletamento della gara prevista per il 7 luglio 2018.
L’opera, avviata nel 2008, ha subito uno stop in conseguenza di importanti   rinvenimenti archeologici che hanno costretto l’Amministrazione comunale a rivedere   integralmente il  progetto di concerto con la Soprintendenza Archeologica.
È prevista la costruzione di 512 loculi  di dimensioni  maggiori e di 336 cellette,  ossia urne cinerarie, interamente autofinanziato con i corrispettivi del diritto d’uso pagati dai cittadini.
Verifiche sismiche di tutti gli edifici pubblici comunali.
Occorre procedere ad effettuare le verifiche sismiche di tutti gli edifici pubblici   comunali ad eccezione della  scuola  “M.  Massa”,  della  scuola  “Maresca/Gargiulo” e dell’asilo nido in via San Liborio per  i quali si è già provveduto. All’uopo è previsto  apposito stanziamento nel bilancio 2018; all’esito andranno elaborati i progetti di adeguamento sismico.
Edilizia Privata, condono edilizio e antiabusivismo edilizio.
All’indomani dell’adozione da pare della Giunta della delibera di indirizzo sulle linee guida per la definizione delle molteplici pratiche di condono edilizio ancora giacenti presso gli uffici comunali e con la collaborazione di tre professionisti esterni aventi specifiche esperienze professionali nel settore, sono stati conseguiti soddisfacenti risultati: sia in termini di numero di pratiche definite o pre-istruite, sia in termini di incassi a favore dell’Amministrazione, cioè di oneri concessori e indennità per danno ambientale.
Il dato più importante e meritevole di menzione resta ad ogni modo il rilascio, finora, di circa cento permessi di costruire in sanatoria cui ha conseguito o conseguirà l’esecuzione di numerose opere di completamento e riqualificazione paesistico/architettonica con indubbia ricaduta sia sul piano occupazionale che su quello della tutela e valorizzazione paesaggistica.
Ottima anche la sinergia instauratasi tra l’Ufficio Paesaggio, la Commissione Locale per il Paesaggio e la Soprintendenza ai BB AA che ha visto esaminare innumerevoli progetti cui  ha fatto seguito il  rilascio di circa 70 autorizzazioni paesaggistiche e 10 accertamenti postumi di compatibilità paesaggistica. Il buon assetto dell’Ufficio e lo spirito di collaborazione e la professionalità da tutti dimostrata ha consentito tra l’altro l’espletamento delle seguenti ulteriori attività:
–    istruttoria e definizione di N°515 tra SCIA/DIA/ e CILA;
–    rilascio di N°83 permessi a costruire;
–    istruttoria ed emissione di N°50 ordini ripristinatori, conseguenti attività di controllo e contrasto al fenomeno dell’abusivismo edilizio alcuni dei quali risalenti ad anni addietro;
–    irrogazione di sanzioni ex art. 31 comma 4 DPR 380/2001 (per omessa demolizione di opere abusive) per un ammontare complessivo di € 120.000;
–    N°5 acquisizioni gratuite al patrimonio comunale per manufatti privi del prescritto titolo edilizio;
–    N°6 ordinanze per sversamento incontrollato di rifiuti
Restiamo in tema di Rifiuti ed Ecologia e Manutenzione. Un dato significativo è rappresentato dal fatto che per il secondo anno consecutivo il dato della raccolta differenziata si è attestato oltre il 65% (65,2%). Il totale dei rifiuti indifferenziati è diminuito così come è avvenuto nel 2016. In totale tra il 2015 e il 2017 si è registrata una diminuzione di 204 tonnellate.
Nel 2017 sono state smaltite 2267 tonnellate, 9% in meno rispetto al 2015. L’attenzione riservata dall’Assessorato a questo settore ha inciso significativamente sui parametri di valutazione della FEE per la Bandiera Blu. Complessivamente a fronte di un impegno finanziario assunto da questo Ente per il 2017 pari a € 669.427,000 per la raccolta e per il conferimento delle frazioni organico e indifferenziato oltre ai servizi complementari (sflaci e potature, rifiuti cimiteriali e interventi di pulizia, diserbo e disinfestazione) si è registrata una spesa complessiva di € 577.224,13 con una minore spesa quindi di € 92.202,87 rispetto alle previsioni iniziali confermata sull’andamento delle annualità precedenti.
Il miglioramento del dato è da imputarsi anche sull’intensificarsi dei controlli effettuati sul territorio comunale. Sono stati infatti effettuati controlli congiunti con i responsabili di Penisola Verde, Agenti del Comando di Polizia Municipale e Responsabili dell’Ufficio Ambiente per verificare in particolare condomini in cui si riscontravano particolari problemi di conferimento. A seguito di tali attività anche al fine di contrastare il fenomeno di abbandoni sul territorio è stata attivata la procedura di acquisto di telecamere mobili che potranno essere utilizzate nel 2018.
Contestualmente sono state svolte iniziative di comunicazione e di sensibilizzazione. Per il 4° anno consecutivo è stata svolta l’iniziativa “L’Isola Ecologica del Tesoro” presso il Centro di Raccolta Comunale a Via Cavottole. In totale 1524 famiglie (il 35% del totale) hanno conferito almeno una volta presso il Centro di Raccolta. Sono stati raccolti 8700 litri di olio vegetale esausto distribuite 991 bottiglie di olio extra vergine di oliva della Penisola Sorrentina. I Cittadini hanno maturato premi per un totale di Cinquemila euro.
Il 28 Maggio 2017 si è tenuta a Marina di Cassano una pulizia dei fondali straordinaria in collaborazione con la Capitaneria di Porto ed associazioni di sub che ha permesso di raccogliere oltre 3 tonnellate di rifiuti depositati sul fondo del porto.
Ad ottobre 2017 è stata avviata la campagna di comunicazione nelle scuole primarie e secondarie dell’istituto comprensivo. In totale hanno aderito 10 classi delle primarie per 172 alunni e 8 classi per le secondarie per 150 alunni coinvolti nel progetto “Piccole Guardie Ambientali” con 2 incontri di sensibilizzazione in cui hanno realizzato una paletta controllore (ammonire e premiare) di corretti comportamenti a casa o con i loro amici.
Gli alunni della secondaria sono stati invece coinvolti nel progetto europeo “Let’s Clean Up”. Dopo due incontri di sensibilizzazione sono stati invitati a realizzare slogan e materiale informativo riguardante l’inquinamento ed in particolare il fenomeno del “littering” ovvero l’abbandono dei rifiuti. Tale materiale è stato utilizzato nella giornata di pulizia organizzata a Marina di Cassano in questi giorni in concomitanza col periodo in cui è attiva la campagna europea “Let’s Clean Up”.
Oltre agli incontri che si sono già svolti anche quest’anno, il prossimo si terrà il 27 maggio 2018 a Villa Fondi. Infine a Novembre 2017, in occasione della cerimonia di riapertura del Museo Archeologico, è stato allestito parte dell’arredo interno: desk di ingresso, sedie, contenitori per la differenziata interamente in cartone riciclato.
Per il Verde Pubblico in un anno e mezzo abbiamo potato l’80% degli alberi presenti sul territorio comunale, compresa Via dei Platani e Via delle Rose per circa 300 piante, alberi che non venivano potati da 4 anni.
Prima delle festività natalizie sono state ripulite tutte le aiuole pubbliche e in alcune ripiantate le piante come a Piazza Mercato e l’aiuola a Via Bagnulo. In quel periodo sono state piantate essenze floreali nei maggiori punti della Città: Piazza Cota, Villa Fondi, Madonna di Roselle, Piazza Mercato. Lungo Corso Italia sono state ristabilite le anfore ornamentali con la collocazione di piante sempreverdi. Stesso discorso vale per i vasi in cemento sparsi per l’intera città. Su Corso Italia sono stati sostituiti i 7 alberi di arance ormai secchi. Nel parco di Villa Fondi, oltre agli interventi già menzionati, è stato effettuato un restyling della fontana e create altre 2 aiuole dando così nuovo colore al nostro parco.
Sono stati ripuliti, dopo anni di incurie, i giardini delle case popolari e in particolar modo sono state potate le palme che giacevano in condizioni indecenti e pericolose per la pubblica sicurezza. Altri interventi di potatura e pulizia hanno riguardato i parchi pubblici di Via San Michele e Via delle Rose. Per il 2018 prevediamo di effettuare interventi anche sui cipressi cimiteriali e la manutenzione degli impianti di irrigazione a Villa Fondi.
Come si comprende dall’esposizione, appare evidente che l’azione svolta dagli Assessorati non può essere che sinergica in virtù delle competenze trasversali che hanno su medesimi settori e attività. Ciò smentisce il luogo comune di “assessorati a compartimenti stagno” che non hanno alcuna ragion d’essere sul piano politico, ma soprattutto su quello pratico per l’espletamento delle diverse attività.
Sulla manutenzione nelle scuole è stata assicurata l’attività ordinaria col personale operaio e quella straordinaria per gli impianti termici garantendo le condizioni di piena agibilità degli edifici.
Sono stati eseguiti i lavori di ripavimentazione del Corso Italia nel tratto di Pozzopiano e di Via Madonna di Rosella con la relativa segnaletica stradale. Sono stati realizzati nuovi attraversamenti pedonali in pietra in Via Ripa di Cassano. È stato assicurato il “pronto intervento” con gli operai comunali per gli urgenti ripristini di buche nel manto stradale e attivato un servizio di rapido contatto mediante WhatsApp tra tutti gli addetti dei vari uffici e gli amministratori per la segnalazione e per il pronto intervento per manutenzione e protezione civile che consente immediati contatti al fine di pianificare gli interventi da effettuarsi sulla base della loro gravità e urgenza.
Un altro significativo intervento di manutenzione ha riguardato la ripristinata agibilità dei locali interni al Mercato Ortofrutticolo assegnati ai Commissionari con il rifacimento dell’impermeabilizzazione. Presto saranno eseguiti i lavori esterni all’area resto stante a Viale Tommaso Ruocco.
Per quanto concerne la Pubblica Illuminazione è stato garantito il regolare funzionamento di tutti gli impianti mediante il contratto di appalto in corso. È in fase di valutazione una proposta privata di finanza di progetto che riguarda tali impianti tesa al radicale ammodernamento ed efficientamento degli impianti medesimi e al risparmio energetico.
Significativa l’azione svolta anche nel settore della PROTEZIONE CIVILE che sta molto a cuore dell’Amministrazione per l’importanza strategica che è chiamata a svolgere di concerto anche con il Volontariato.
A seguito dello specifico avviso pubblico, il quale ha previsto che l’esame delle candidature avvenisse da parte di apposita Commissione dotata di esperto esterno (psicologo), è stato riorganizzato il Nucleo Comunale Volontari della Protezione Civile, il quale conta attualmente ben n. 32 componenti, con un incremento di n.11 unità rispetto al passato. E’ in corso di completamento l’aggiornamento dell’obbligatoria anagrafica regionale. La struttura del Nucleo è stata così potenziata recuperando importanti risorse operative.
Dopo due anni di sosta è stato riparato e munito di tutte le certificazioni acquisite presso la Motorizzazione Civile regionale l’unico automezzo in dotazione al Nucleo. Tale veicolo è un fuoristrada munito di verricello e del modulo antincendio, cioè di specifiche attrezzature per la gestione delle emergenze
È stato ottenuto un finanziamento dalla Città Metropolitana di Napoli di 9mila euro per l’acquisto di attrezzature per fronteggiare le emergenze (colonna fari mobile e carrello per il trasporto). Le attrezzature sono state già ordinate e si è in attesa della consegna.
Sono state completate le procedure e l’aggiornamento delle schede relative al completamento dell’iter, presso la Prefettura e la SORU, per la localizzazione nel nostro Comune della sede del COM17, ossia del Centro Operativo Misto di Protezione Civile intercomunale per il coordinamento dei soccorsi che comprende i Comuni della Penisola Sorrentina.
Dal febbraio 2018 è disponibile h/24 un presidio della Croce Bianca munito di automezzo e dotato di apposita postazione presso la sede della Protezione civile. Si tratta di un servizio in grado di assicurare assistenza in caso di eventi e/o emergenze
Il Comune ha partecipato al Bando regionale per i finanziamenti per l’aggiornamento e la diffusione del Piano di Protezione Civile Comunale e per l’installazione di un gruppo elettrogeno presso la sede in Via G. Maresca, indispensabile per assicurare il funzionamento della Protezione Civile in caso di emergenza di un certo rilievo. Siamo in attesa di conoscere l’esito. L’importo richiesto è di 30mila euro.
E’ stato effettuato l’aggiornamento dei responsabili delle funzioni del Centro Operativo Comunale (COC) la cui ultima definizione risaliva all’anno 2011, per una migliore gestione della pianificazione e degli interventi in caso di emergenza oltre che l’adeguamento alle normative sopravvenute.
E’ in corso la redazione della bozza del regolamento del costituente servizio di protezione civile intercomunale e conseguente gruppo intercomunale volontari di protezione civile da sottoporre alle Amministrazioni aderenti al progetto.
Per quanto concerne il DEMANIO MARITTIMO è stato garantito il regolare svolgimento delle attività balneari presso la Marina di Cassano mediante il rinnovo delle rispettive licenze di esercizio degli stabilimenti. E’ stato approvato il 1° stralcio dei lavori di sistemazione dell’arenile portuale ed è stata perfezionata la stipula della relativa convenzione con i concessionari per la realizzazione a loro cura e spese dei lavori di realizzazione. Attualmente si è in attesa del rilascio da parte dell’ufficio Demanio della Regione Campania dell’atto di concessione al quale potrà far seguito l’effettiva esecuzione dell’intervento prevista per il prossimo autunno.
Per quanto concerne l’area pesca è stata depositata in Regione Campania l’istanza di concessione per la gestione dell’area. Attualmente la pratica è in fase istruttoria e ad avvenuto rilascio si potrà provvedere all’affidamento al ceto peschereccio locale della gestione della struttura. Ai fini di uno sviluppo organico e maggiormente funzionale è stato dato incarico a professionista esterno per l’elaborazione di un progetto di distribuzione delle attività sulle aree demaniali del borgo Marina di Cassano in sintonia con le attività esistenti e quelle di possibile futura realizzazione da sottoporre all’approvazione della Regione Campania.
Sul fronte dei TRASPORTI è stato garantito il regolare espletamento del servizio di autolinea interna che collega le aree periferiche con il centro del paese. Il servizio ordinario è stato integrato con appropriata navetta in occasione della Via Crucis, del Corpus Domini e della Commemorazione dei Defunti. E’ stato assicurato l’espletamento del servizio di ascensore pubblico di collegamento della Marina di Cassano con Ripa di Cassano, la cosiddetta “Ascensore del Mare”. Inoltre, è stato provveduto al rinnovo annuale delle licenze taxi delle autorizzazioni di noleggio auto e autobus conducente.
Una particolare attenzione è stata dedicata alla Stazione della Circumvesuviana oggetto di un restyling realizzato dall’EAV con la quale è stata attivata una preziosa sinergia grazie alla quale la Stazione di Piano di Sorrento è diventata tra le più accoglienti anche a seguito del completo rifacimento dei servizi igienici, del potenziamento del servizio di videosorveglianza interno ed esterno e l’arredo con l’installazione delle piantine della città alla stazione della Circum e nelle postazioni di fermate bus in città proponendosi come un servizio per i turisti che sempre più numerosi scelgono di soggiornare a Piano di Sorrento.
Per quanto concerne Corso Pubblico e Polizia Municipale segnalo i provvedimento più significativi e straordinari che sono stati assunti nel corso del 2017.
E’ stata deliberata l’istituzione della ZTL a Marina di Cassano e avviate le pratiche per conseguire l’autorizzazione ministeriale. L’auspicio che l’iter si concludi a breve per poter istituire la ZTL già da questa estate. Sono stati effettuati controlli e notificati verbali alle attività ricettive extralberghiere per mancati adempimenti relativi alla tassa di soggiorno. E’ stato completamente rinnovato l’impianto radio con il passaggio dall’analogico al digitale e sono state acquistate 14 nuove radio in sostituzione delle vecchie. E’ stato rinnovato in toto l’impianto di videosorveglianza urbana che ora conta 23 telecamere e 3 lettori targhe. Sono stati installati 6 passaggi pedonali rialzati in Via del Platani, Via Cavone e Via Mortora San Liborio. Sono state fornite le nuove divise operative per la Polizia Municipale. Sono stati selezionati e immessi in servizio n°6 Agenti di P.M. a tempo determinato.
Passiamo a esaminare il lavoro svolto dall’Assessorato alle Politiche Sociali e Istruzione.
Con enorme sacrificio per il bilancio comunale è stata attuata una programmazione economica tale da garantire a tutti gli utenti per tutti i servizi (ADA ADH specialistica…) il proprio piano di intervento.
– E’ stata realizzata la colonia estiva per i ragazzi ed il progetto piscina H;
– In merito al trasporto scolastico, vista l’esiguità dei fondi regionali trasferiti per quella finalità, il Comune si è fatto carico di prevedere un contributo per le famiglie per sostenere la spesa necessaria.
– Nido comunale: espletata procedura per locazione della struttura, successivamente ci veniva comunicato che avevamo ottenuto finanziamento con i fondi PAC stanziati dal Ministero per l’avvio di queste strutture. La scheda progettuale presentata prevedeva un finanziamento per la gestione in concessione della struttura ed un finanziamento per la ristrutturazione delle aree esterne. Abbiamo pertanto chiesto rimodulazione del progetto, richiedendo erogazione di voucher. L’autorità di gestione ha rigettato la nostra istanza, pertanto effettueremo procedura sul Mepa per la gestione della struttura per un anno, differendo di un anno l’inizio della decorrenza della  locazione, al fine di non perdere i finanziamenti ottenuti.
– Su proposta dell’Assessore Russo il Ccoordinamento di Piano ha avviato un nuovo servizio: le attività socialmente utili per i diversamente abili.
– Nel 2017 sono state intraprese tutte le attività per la costituzione dell’Azienda Speciale Consortile per la gestione dei Servizi Sociali.
Nell’Istruzione sono state svolte le seguenti attività:
– di concerto con il dirigente dell’Istituto Comprensivo il Comune ha realizzato e finanziato progettualità per la corretta alimentazione “Cibolandia” destinato alla scuola dell’Infanzia e “Con il cibo in mente”destinato alla scuola primaria, progetto per lo sviluppo della psicomotricità del bambino “Pro – muoviamoci”, progetto di educazione ambientale “Ri – cicliamoci”per insegnare agli alunni della scuola primaria come riciclare correttamente i materiali, riutilizzare gli oggetti, rispettare ogni giorno l’ambiente con le buone abitudini e ridurre la produzione di rifiuti.
– L’Assessorato ha promosso e sostenuto esperienze di guida per approfondire la conoscenza del nostro territorio, della nostra città, della città di Sorrento di Napoli e del Vesuvio, perché spesso i ragazzi visitano posti lontani ma non conoscono la propria terra.
– E’ stato garantito anche per quest’anno un presidio di supporto psicologico all’istituto comprensivo ed all’I.S.S. “N. Bixio”.
Parliamo ora delle attività dell’Assessorato al Commercio e delle varie attività ad esso legate.  Come per gli anni precedenti è stato garantito il regolare svolgimento delle manifestazioni di S. Michele Arcangelo, della Sagra del Ceppone, della Sagra di S. Lucia in località Mortora. Tutte manifestazioni molto attese e partecipate dalla cittadinanza locale e dei Comuni della Penisola. Particolare impegno è stato richiesto dall’organizzazione della fiera di S. Michele Arcangelo e dall’ allestimento del luna park in Piazza della Repubblica, in particolare per l’osservanza delle nuove e più stringenti misure di sicurezza. Inoltre è stato dato in concessione suolo pubblico per circa 90 (novanta) stands di vendita (cd. Bancarelle) previa formazione di apposita graduatoria.
Sia le attività del Mercato ortofrutticolo e quelle del Mercato settimanale si sono svolte regolarmente senza particolari rilievi. Nel mercato ortofrutticolo si è provveduto, previa procedura concorsuale pubblica, alla nuova assegnazione del posteggio di vendita rilasciato dalla ditta Giuseppe Schettino. Sempre nel mercato ortofrutticolo sono state puntualmente svolte le edizioni mensili del Mercato della Terra a cura dell’associazione Slow Food Costiera Sorrentina, manifestazione che ha riscosso un crescente interesse di partecipazione sia da parte degli operatori che dei consumatori e che intendiamo ulteriormente sostenere per potenziarne la forza attrattiva in chiave turistica. Tra le manifestazioni a sostegno del commercio locale ricordiamo “Colli in Festa – 25/27 giugno 2017”, “Musica e Gusto in Piazza – weekend luglio/agosto/settembre 2017” e “Pizza Fest – 28/30 agosto 2017”,  finalizzate alla promozione delle attività commerciali e dell’enogastronomia locale, settore quest’ultimo che si intende potenziare per valorizzarlo anche in chiave di attrazione turistica nell’ambito del programma “Piano a Tavola” previsto nel nostro programma amministrativo. La Giunta consapevole dell’importanza per l’economia locale e quindi delle aspettative degli Operatori Commerciali, riafferma l’intento di realizzare il PIP – Piano di Insediamenti Produttivi – avendo già portato all’approvazione del Consiglio Comunale una delibera di indirizzi che, nel corso del 2018, gli Uffici saranno compulsati a rendere operativa nell’ambito delle politiche di sviluppo locale coerenti con la vocazione socio-economica locale.
Per quanto concerne le attività dell’Assessorato all’Identità appare evidente che la nostra è una città ricca di fermenti culturali che hanno modo di esprimersi anche attraverso l’attività delle tante Associazioni presenti sul territorio.
Ciò ha permesso di realizzare una serie di eventi e di manifestazioni che rendono Piano di Sorrento catalizzatrice della cultura nella Penisola Sorrentina.
La possibilità di fruire di location straordinarie come Villa Fondi con il Museo George Vallet e con la sua terrazza a picco sul mare e sulla Marina di Cassano, il Cinema Teatro delle Rose, il Centro Culturale di via della rose, il Chiostro dell’Immacolata, l’Oratorio di San Nicola, ha reso gli eventi realizzati degli autentici successi. Quanto prima auspichiamo di avere disponibile anche il Centro Polivalente realizzato nei locali comunali retrostanti l’Istituto Nautico dove sono in corso di definizione i contratti per le utenze al fine di renderlo fruibile nell’ambito di un più articolato progetto cui sta lavorando l’Amministrazione a seguito della scelta operata dalla Regione Campania di revocare i finanziamenti previsti per l’autogestione e affidandone quindi al Comune la responsabilità e gli oneri di gestione. A riguardo si sta valutando la strada più conveniente e agevole per assicurarne l’utilizzo secondo le finalità del progetto e le esigenze dell’Amministrazione tenendo presente i consistenti costi di gestione per far funzionare a regime la struttura.
Tra le principali attività culturali svolte si evidenziano: al Centro Culturale la Rassegna internazionale di Teatro francofono: “Tracce” percorsi d’arte, storia, musica e filosofia-VII edizione. Sette appuntamenti da marzo a maggio con prestigiosi nomi del panorama universitario. Manifestazione artistico-culturale per la Celebrazione della “Giornata della Memoria” e celebrazione Giornata del ricordo delle Foibe. Corsi di lingue-Inglese Francese. Corso di economia finanziaria col dott. Giuseppe De Maio. Manifestazione di scacchi.
10° Ciclo di Conferenze “Piano di Sorrento: una storia di terra e di mare” in collaborazione con l’associazione Oebalus e Museo Nazionale di Villa Giulia.
Al Teatro delle Rose:
Il Concerto per il Nuovo Anno realizzato in collaborazione con Aziende Commerciali del territorio e affermatosi come un evento di grande spessore artistico-culturale.
Il Premio Penisola Sorrentina Arturo Esposito: La città e il Premio (cofinanziato dalla Regione Campania) che con la regia di Mario Esposito ha ampiamente valicato i confini regionali proponendosi come un evento di promozione artistico-culturale a livello nazionale, ma anche un attrattore turistico grazie alla costante azione di marketing ad esso legato e che si sviluppa nell’arco di tutto l’anno.
La Cantata dei Pastori con l’associazione “A ZEZA” (nell’ambito del programma degli eventi natalizi). Il Concerto di Enzo Gragnaniello con cui è stata inugurata la nuova sala del Delle Rose di recente ristrutturato. Anche su questo aspetto e sulla valenza artistico-culturale del Cinema Teatro Delle Rose per la nostra comunità trovate ampi riferimenti nel nostro programma amministrativo e pertanto auspichiamo di attivare sempre le migliori sinergie con la direzione per offrire opportunità di svago, ma anche di formazione e di crescita artistica.
Il periodo natalizio è stato animato da una ricca serie di concerti nelle chiese della città e di spettacoli di animazione per i bambini. Valorizzare le nostre Chiese e aprirle ad eventi in sintonia con la natura religiosa dei luoghi significa offrire alla conoscenza del più ampio pubblico questo patrimonio locale che può incentivare anche flussi turistici legati alla religiosità e agli eventi ad esso legati.
Al Chiostro dell’Immacolata si è svolta la Rassegna Teatrale Nazionale con l’associazione “A ZEZA” (nell’ambito del programma degli eventi estivi) con 5 rappresentazioni;
All’Oratorio di San Nicola lo spettacolo “Una stella per i giovani (Incontro con Anna Falchi)”.
A Villa Fondi: La riapertura del Museo Archeologico “George Vallet” e del Parco di Villa Fondi con il nuovo allestimento il 23 settembre 2017 in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio. Qui si è tenuta la maggior parte degli eventi della Rassegna estiva di teatro, musica e danza “Summer time 2017” fra cui la Rassegna cinematografica con Associazione Unitrè – 5 film proiettati; Convegno sul bullismo; Convegno sul cibo dal titolo” Cibo sicuro. Quello che bisogna sapere”; Cena in bianco con Associazione Arci; Presentazioni di libri con intervista agli autori: Allah, San Gennaro e i tre Kamikaze di Pino Imperatore;  I veri padroni del calcio di Marco Bellinazzo; Lettera ai cappellani militari. Lettera ai giudici; Disinformazia di Francesco Nicodemo; Concerti di musica classica, sinfonica, jazz, leggera, musical: Orchestra da camera di Stato del Kazhakistan.
Accademia Internazionale Musica da Camera della Penisola Sorrentina con due concerti di professori e allievi. Concerto all’alba con la direzione artistica del maestro A. Cascone “Concerto a Maria”. Amalfi Musical 839 d.C.; La bella e la bestia E. Di Maio; Eventi a cura del Gruppo Culturale di Ciro Ferrigno; Eventi di animazione per bambini con gonfiabili. Incontri didattico-ludici all’aria aperta (nei parchi comunali),con l’associazione culturale Voli Pindarici; Spettacoli di danza classica con le scuole di danza di Piano. Festa patronale con una kermesse di musica e spettacolo dal 29 settembre al 1°ottobre a tema “Napul è” con il tenore Giuseppe Gambi, Nello Daniele, Simone Schettino, Monica Sarnelli, I Ditelo Voi, Allerija. Mostra sul Presepe Napoletano dell’artista Giuseppe Ercolano e realizzazione di una teca in legno e vetro con scena del Presepe riproducente la Marina di Cassano.
La festa patronale e le festività natalizie sono state arricchite, come consueto, dalle luminarie allestite per le strade e piazze del paese. Dallo scorso Natale anche Villa Fondi è stata illuminata realizzando uno scenario ancora più suggestivo e che intendiamo ulteriormente promuovere. Ciliegina sulla torta è stata la messa in onda per il Capodanno su Rai 3 Campania di uno speciale “Tg Itinerante” condotto dal giornalista Rino Genovese che ha coinvolto l’intera comunità carottese in una vera e propria gara solidale di promozione e di valorizzazione di luoghi, arte, tradizioni, piatti tipici ed eccellenze in vetrina.
Non è stato però il solo caso perché abbiamo goduto di un’ampia attenzione dai media con altri speciali televisivi realizzati da Rai 2 e Rai 3 sul Museo Vallet e la Villa Fondi assicurandoci una straordinaria visibilità mediatica a conferma anche delle idonee strategie comunicative poste in essere.
L’Assessorato all’identità ha cercato di dare la giusta attenzione oltre che sostegno a ogni tipo di collaborazione necessaria a quelle realtà che rappresentano profondamente l’identità del cittadino di Piano e fra queste le Processioni e i riti della Settimana Santa. Inoltre abbiamo valorizzato un evento che, nato molti anni fa dall’idea di un nostro concittadino, è giunto quest’anno alla 35° edizione, la “Rappresentazione storica della Passione e Morte di Gesu”.
Molte iniziative sono volte ad ampliare il più possibile l’offerta turistica del nostro paese anche nell’ottica di una destagionalizzazione della stessa e soprattutto a rendere appetibile la nostra città anche per un turismo culturale. Si è provveduto nel 2017 alla realizzazione di una piantina turistica di Piano di Sorrento sia in lingua italiana che in lingua inglese e che è stata recentemente presentata alla stampa.
Con l’assegnazione della “Bandiera Blu” il Comune di Piano, con un lavoro iniziato nel 2107, può oggi scoprire una nuova vocazione sul piano turistico e che merita una specifica programmazione con l’impegno di tutta l’Amministrazione, l’Associazionismo Civico, Culturale e d’Impresa per rispondere adeguatamente alle aspettative di un turismo sicuramente curioso di conoscere Piano di Sorrento.
Per quanto concerne le attività in campo sportivo abbiamo partecipato alla manifestazione organizzata dal Coni e dalla Regione Campania “Sport in…Comune” in collaborazione con l’Istituto Comprensivo e i ragazzi delle elementari e medie. Le fasi finali si sono svolte a Baronissi dove i ragazzi hanno riportato eccellenti risultati (diversi primi posti). Corsi di avviamento allo sport estivi
Contributo alla associazione sportiva G.S.S. Piano P.L. per la partecipazione al campionato di calcio.  Torneo di Beach Volley con l’A.S. Zoccoli Volanti giunto, lo scorso anno, alla 25esima edizione. Nell’ambito del torneo, a latere rispetto alle gare, abbiamo realizzato presentazioni di libri (Bellinazzo – I veri padroni del calcio / Matteo Premi – Maria Chiara Oltolini -MP3 sulle ruote me la rido). Torneo di Beach Soccer con l’A.S.D. Braccio di Ferro. Concessione delle palestre scolastiche alle A.S. operanti sul territorio. Sul fronte della progettualità si stanno valutando la fattibilità di intervento sulle strutture sportive anche ai fini di un’eventuale copertura.
Un altro tema su cui abbiamo lavorato anche a livello di commissioni consiliari è stato quello regolamentare e in particolare di incentivo degli strumenti di partecipazione popolare alla vita amministrativa culminati con la costituzione delle Consulte Comunalidi recente insediatesi e che rappresentano una grande opportunità di permanente confronto tra l’istituzione locale e i cittadini sui temi di principale interesse pubblico.
Si tratta di una novità che avevamo previsto nel nostro programma e che ci auguriamo sia colta in tutto il suo significato da parte dei componenti e della cittadinanza tutta perché attuiamo una partecipazione reale alla vita comunale.
E’ stato costituito lo Sportello Informativo per l’Agricoltura di concerto con la Regione Campania per svolgere un’attività di assistenza nei riguardi degli Agricoltori in rapporto ai temi del PSR, il Piano Sviluppo Rurale, e alle opportunità ad esso legate in rapporto alle peculiarità del territorio peninsulare. Altrettanta attenzione è stata dedicata al GAL – Gruppo di Azione Locale – in rapporto ai finanziamenti per gli agrumeti. L’obiettivo è quello di sviluppare una politica di promozione dei prodotti locali valorizzando le produzioni a chilometro zero di cui il Mercato Mensile di Slow Food è sicuramente un’importante testimonianza ormai radicatasi nella nostra realtà e che si vuole incentivare anche in chiave turistica.
Egregi Consiglieri,
riassumere tutto il lavoro svolto nel 2017 è un esercizio assolutamente complesso. Parlano gli atti che abbiamo prodotti e che rappresentano il punto di arrivo di scelte e decisioni assunte, altri ancora che rappresentano il punto di partenza per realizzare programmi e progetti che hanno i loro tempi per concretizzarsi. Per un Sindaco e per un’Amministrazione non ci sarebbe niente di più bello che realizzare tutto nel più breve tempo possibile. E’ evidente che ciò è impossibile per tutta una serie di problemi e di vincoli che scadenzano i tempi di attuazione anche al di là delle volontà sia politiche sia amministrative.
A riguardo e anche per quanto concerne le mie insistenze e sollecitazioni voglio ringraziare il Segretario Generale dott. Michele Ferraro e per lui tutti i Responsabili delle aree comunali per la collaborazione assicuratami e che mi auguro diventi sempre più proficua.
Tanti fattori anche esterni incidono e spesso condizionano le scelte e l’operatività dell’Ente. Bisogna quindi disporre di strumenti adeguati e di progetti esecutivi per accedere a opportunità finanziarie e tutto ciò non si improvvisa, né si progetta con la bacchetta magica.
Inoltre bisogna tener presente che l’azione amministrativa si esplica nell’arco dei cinque anni della consiliatura ed è impossibile affrontare e risolvere tutto in pochi mesi.
Quando si amministra bisogna fare i conti con i mezzi di cui si dispone, con le risorse umane, professionali e finanziarie senza le quali ogni idea è destinata a restare tale. Noi ci proviamo e lo facciamo con impegno, spirito di abnegazione e tanto entusiasmo non disgiunto da quell’ansia che ci spinge a essere costantemente interattivi anche alla luce del mondo social che ha radicalmente cambiato il modo di confrontarsi della politica rispetto ai cittadini e ai media.
Voglio concludere questa mia relazione esprimendo la mia grande soddisfazione per la notizia, ufficializzata qualche giorno fa dal Presidente della Giunta Regionale della Campania On. De Luca, che sarà realizzato l’Ospedale Unico della Penisola Sorrentina a Sant’Agnello grazie alla disponibilità delle risorse finanziarie che la Regione destinerà all’edilizia sanitaria.
Una notizia bellissima che ci fa guardare al futuro della nostra sanità con fiducia e che per me in particolare rappresenta il coronamento di un lavoro che ho intrapreso per conto di tutte le Amministrazioni Peninsulari negli anni in cui ero stato delegato dai 6 Comuni Peninsulari a occuparmi di questo tema.
Un impegno che ho svolto con dedizione assoluta e spesso anche in solitudine essendo consapevole dell’importanza che la realizzazione di un moderno ospedale unico per la Penisola Sorrentina costituisce l’unica risposta alla legittima, crescente domanda di buona sanità. Non sono mancate, e ancora non mancano, critiche ingenerose nei confronti di questo progetto al solo scopo di mortificare questo lavoro e di cancellare sul nascere questo sogno che oggi invece ha compiuto un significativo e formale passo avanti con l’annuncio del Presidente della Regione in merito all’impegno finanziario da assumersi, tralasciando il fatto che in tutti gli atti ufficiali e di programmazione sanitaria della Regione in questi anni è sempre stato inserito tra quelli fattibili il nostro progetto di Ospedale Unico.
A volte mi chiedo che cosa ci si aspetti dalla politica se non il conseguimento di questi risultati che, come per il depuratore di Punta Gradelle, appartengono al novero delle grandi opere che richiedono, è vero, tempi lunghi per giungere a compimento, ma che una volta realizzati sono poi in grado di trasformare radicalmente la realtà di un intero territorio.
Per questo non comprendo le ragioni di chi, per fortuna pochissimi, deride questo risultato o addirittura lo osteggia! E’ altrettanto evidente, direi scontato, che nelle more della realizzazione dell’opera continueremo a impegnarci per migliorare le attuali strutture ospedaliere e con esse i servizi all’utenza.
Chi meglio di alcuni di noi che quotidianamente viviamo e lavoriamo in questi ospedali conosce la situazione e non può che auspicare un generale progresso e salto di qualità nell’assistenza sanitaria pubblica che un’opera del genere è in grado di produrre?
Perciò sono particolarmente entusiasta: per aver reso da amministratore pubblico un servizio particolarmente importante all’intera comunità peninsulare che è fatta di residenti e di turisti.
Con queste opere così impegnative e importanti occorre tempo: spesso si lavora, si semina e i risultati si potranno apprezzare a distanza di tempo. L’importante è però che qualcuno abbia iniziato.
E’ la stessa cosa ho fatto per i nostri Valloni che forse un giorno diventeranno una grande attrazione turistico-ambientale per Piano di Sorrento e per tutta la Penisola.
Ed è la stessa cosa che dobbiamo fare tutti insieme e in particolar modo noi Sindaci della penisola sorrentina per affrontare organicamente il sempre più serio e scottante problema della mobilità e del traffico in tutto il comprensorio se vogliamo scongiurarne l’inevitabile collasso e con esso di tutta l’economia ad esso legato, la qualità della vita e della nostra salute. E’ un imperativo categorico su cui dobbiamo uscire allo scoperto assumendoci le nostre responsabilità, auspicando le necessarie e indispensabili collaborazioni e sinergie del pubblico col privato per restituire alla Penisola un livello accettabile di vivibilità.
Nel corso del 2017 non ce ne siamo stati con le mani in mano facendo anche i rilievi del livello di inquinamento atmosferico con l’Arpac che ancora oggi ha una centralina ubicata su Corso Italia. Nelle settimane a venire sono sicuro che riprenderemo a lavorare su questo fronte e mi impegno a rendervene conto quanto prima.
L’importante per qualunque problema vogliamo discutere è crederci che bisogna occuparsene e adoperarsi per intervenire costruendo in modo corretto e lungimirante il percorso giusto per arrivare al traguardo sempre animati da spirito di servizio per la nostra comunità.
    Grazie
Piano di Sorrento, 21 Maggio 2018
Dott. Vincenzo Iaccarino
Sindaco
IL RESOCONTO DEL CONSIGLIO DI ANTONIO D’ANIELLO CONSIGLIERE DI OPPOSIZIONE PD

In apertura di consiglio comunale, vivo una sorta di amarcord, trovandomi di nuovo di fronte ad una mia proposta di ordine del giorno, relativa all’approvazione di un regolamento per consentire ai cittadini di ‘adottare le aiuole’ pubbliche. Stavolta apprendiamo per bocca del segretario che tutto ciò che concerne i regolamenti deve essere prima discusso nell’apposita commissione, quindi prima di poterla discutere è rimandata alla commissione Statuto e regolamenti. Al momento non viene convocata perché ci sono anche io, una sorta di spaventapasseri nostrano e va inserito il consigliere Mare, per ciò che prevedono statuto e regolamenti, va inserito in tutte le commissioni. Vi ricordo che Statuto comunale e regolamento di funzionamento hanno una distanza temporale di anni e spesso non coincidono, inoltre lo Statuto del Comune è fatto per un consiglio comunale molto più ampio di quello attuale, ma deve ancora essere aggiornato. Sarà interessante capire quale soluzione verrà proposta dal segretario per non bloccare l’attività dell’ente che già non brilla per velocità.

Inutile dirvi che non condivido nemmeno questa interpretazione.

In apertura, tra le interrogazioni vi segnalo quella del Consigliere Mare, che giustamente fa notare la mancata pubblicazione sul sito istituzionale le analisi fatte sull’acqua delle famose casette. Se vi ricordate è una delle prime ‘inchieste’ di questo blog. Se qualcuno ha voglia di rileggerlo è qui,

Fa notare il consigliere, come la risposta affidata soltanto ad una società privata, manca di tatto istituzionale e di rispetto, ma l’atteggiamento di sufficienza è il motivo ricorrente di questo consiglio comunale. Infatti all’interpellanza proposta sempre dallo stesso consigliere, che invitava con una mozione ad istituire il garante per la disabilità, viene fatto un semplice rimando alla costituenda azienda speciale. Quindi se ne andrà via un altro anno.

Con un interrogazione, ho fatto notare i tempi troppo lunghi di pubblicazione delle delibere, soprattutto quelle di giunta, che rendono il lavoro di controllo del consigliere comunale, sempre troppo spesso ex post, e non in maniera contestuale agli avvenimenti.

Ho presentato un interpellanza, in merito ad un terreno di 10.000 metri quadrati di proprietà comunale, affidato da anni al centro di riabilitazione equestre(da qui in poi l’abbreviamo in CRE). Tale affidamento è regolato tramite una convenzione, rinnovata nel 2010. Ho chiesto, tra le cose, lumi in merito agli abusi edilizi, segnalati dall’Assessore Russo nel consiglio di marzo e con molta fatica abbiamo ottenuto una risposta in merito. Non è stato soddisfacente apprendere che in relazione ai servizi svolti non ci sono dati in possesso del Comune. Non sappiamo in che giorni vengono effettuate le attività e per quale numero di utenti. Inoltre dal tenore della risposta, ho fatto notare che nessuno si era nemmeno letto la convenzione. Infine, non è chiaro cosa intende fare il Comune per il proseguio.

Non viene accolta la mozione che chiede di acquistare delle bici elettriche per i vigili e nemmeno quella su Marina di Cassano, in cui tutte le opposizioni avevano chiesto degli interventi sul quotidiano: migliori trasporti, orari più lunghi dell’ascensore, pulizia ed organizzazione dei bagni. Cose su cui sarebbe stato possibile trovare una convergenza, invece la chiusura totale permane, sotto la solita frase ‘lo stiamo già facendo’ . A questo punto sarà interessante andare a leggere il questionario con le autocertificazioni inviato alla Fee ed attendere l’estate.

Finalmente abbiamo discusso l’ordine del giorno sull’antifascismo, sono passati circa cinque mesi, ci sono voluti tre consigli comunali, una diffida al prefetto e tanta pazienza. Il risultato è quello che ci aspettavamo, di fronte alla richiesta di inserire una autocertificazione di adesione ai principi dell’antirazzismo, dell’antifascismo e della resistenza a chi usufruisce di aree pubbliche si è deciso di dire di no. Purtroppo su questi temi non ci può essere ambiguità, si deve scegliere da che parte stare con chiarezza ed il Comune di Piano ha deciso di rispondere ‘assente’. Sinceramente questo mi fa capire di aver fatto la scelta migliore quando mesi fa ho deciso di abbandonare la nave senza timone.

Arriviamo al bilancio consuntivo, in pratica una fotografia del 2017. Leggerete prossimamente un apposito post, maggiormente dettagliato. Faccio notare soltanto che non vengono rispettate le previsioni in 14 programmi su 16. Non vengono effettuate spese per investimenti ed opere pubbliche. Praticamente non viene intercettato quasi nulla di extra comunale, figuratevi i fondi europei. Tutto i numeri si riversano nel paese che risulta, praticamente anestetizzato. Anche fare la critica risulta difficile, perché non c’è niente da criticare, purtroppo nemmeno niente di realizzato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.