Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Il miracolo del centro Anton Dohrn: cinque tartarughe tornano in mare foto

Più informazioni su

Cinque tartarughe Caretta caretta, Capitan Peter, Ettore, Melibea, Marianna e Valentina ritorneranno in mare, dopo essere state curate e riabilitate presso il Centro Ricerche Tartarughe Marine della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli. Il rilascio è previsto domani 23 maggio a Eboli, durante una cerimonia dal titolo «Di nuovo in onda».
Organizzata in occasione della giornata mondiale delle Tartarughe, World Turtle Day, l’iniziativa si deve alla Stazione Zoologica Anton Dohrn (Szn) e alla Riserva Naturale Foce Sele-Tanagro Le tartarughe, ritrovate in diverse località marine del Sud Italia, avevano gravi problemi di salute per l’ingestione di plastica o l’impatto con ami, corde ed altri materiali utilizzati per la pesca. Per esempio Capitan Peter aveva una ferita nella regione ascellare; Ettore aveva lesioni agli occhi; Melibea aveva danni procurati da lenze; Marianna era rimasta intrappolata nella rete di un pescatore; Valentina aveva danni dovuti agli ami.«La scelta del luogo di rilascio non è casuale – ha rilevato Sandra Sandra Hochscheid, responsabile del Centro Ricerche Tartarughe Marine Szn – la stessa spiaggia ha ospitato l’anno scorso un nido di tartaruga. Si trova nella Riserva Naturale Foce Sele-Tanagro, con cui è iniziata una proficua collaborazione alla tutela delle tartarughe e dell’ambiente costiero in cui nidificano».

Questa volta, insieme alla Riserva, «è stata organizzata la liberazione per sensibilizzare i cittadini alla presenza delle tartarughe sulle spiagge idonee alla nidificazione di questi animali minacciati». Infatti, ha osservato Maria Gabriella Alfano, Commissario dell’Ente Riserve Foce Sele Tanagro e Monti Eremita Marzano, l’iniziativa coinvolgerà «oltre al Comune di Eboli, cittadini e associazioni, gli alunni delle scuole elementari del territorio per inculcare il rispetto dell’ambiente e le regole da osservare per evitare di mettere a rischio l’incolumità di questa specie».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.