Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

“Maiori è una pattumiera”, ecco il duro attacco dell’ex sindaco Antonio Della Pietra

Duro sfogo che sa di attacco da parte dell’ex sindaco di Maiori, Antonio Della Pietra. Un attacco che è diretto al sindaco Capone. Ecco il testo di un manifesto che sta girando in città:

“Quando il troppo è troppo, quando si viene tirato artificiosamente in polemica, fare silenzio equivale a compiacenza ed ammissione di responsabilità. E beh! Ci vuole una bella faccia tosta a non vedere la desolante situazione igienico-sanitaria del paese, il degrado del lungomare, l’abbandono delle frazioni, la crisi di strutture ricettive, un desolante deserto di iniziative turistiche e culturali e via sempre peggio. Scelte scellerate che impegneranno per anni i contribuenti e i cittadini ad onerosi esborsi, un sicuro buco nero come la nuova società costituita solo per fare assunzioni clientelari, con costi maggiorati e servizi peggiorati a spese dei cittadini.

Cinque-sei comuni che porteranno i loro escrementi al depuratore di Maiori peraltro ad alto rischio ambientale al Demanio, senza contare i 4-5 camion di fanghi giornalieri che ammorberanno via Nuova Chiunzi, in aggiunta al traffico della Sita per raggiungere il progettato parcheggio; il tutto solo per compiacere De Luca, il quale è stato un buon amministratore, non solo per le sue capacità, ma anche perché sulla sua strada ha incontrato spesso dei cretini che l’assecondano.

Maiori che passa dalla leadership della Costa d’Amalfi, con la mia presidenza della Conferenza dei Sindaci, alla sua pattumiera. L’incredibile difesa dell’illegalità, con la presunta difficoltà a combatterla: vedremo! Continuare: lo faremo nelle prossime settimane e nei prossimi mesi, con tutti gli strumenti a disposizione. Intanto, caro ragionier Capone, al posto di affiggere manifesti scritti a te, Pinocchio, dal Gatto e la Volpe, ti sfido ad un dibattito pubblico così da misurare argomenti, spessore culturale, capacità di governo, grammatica italiana, alle quali, consentimi, non ritengo tu sia molto avvezzo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giuseppe 1

    Ma non solo Maiori. Stamane sono partito da Positano, fino ai Colli San Pietro una pattumiera vera e propria, cunette intasate di bottiglie, cartacce, plastica, erbacce, cespugli; piazzole intasate di tutto e di più. Aiuole abbandonate con cespugli di erbacce. A Castellammare ho preso l’autostrada per Salerno e sono uscito a Vietri sul mare per percorrere la Costiera. Da Vietri a Positano, mi dovete credere, per 40 km non ho trovato un metro di strada pulito. A Maiori sono rimasto colpito dalle ringhiere storte, arrugginite, plastica arancione dappertutto. Fuoristrada e Belvedere, proprio un bel vedere. Col traffico che c’era poi sono venuti a galla vari pensieri, la tassa che si fa pagare a chi attraversa, a chi soggiorna e addirittura, a chi fotografa. Ma queste autorità elette dal popolo a che c….servono. Poveri noi.