Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Lazio Inter spettacolare rimonta dei nerazzurri 2-3 che vanno in Champions, Crotone in B festa Napoli con incognita Sarri

Più informazioni su

Incredibile partita decisa nel secondo tempo a Roma . Lazio Inter spettacolare rimonta dei nerazzurri 2-3 . Champions e Icardi capocannoniere. La Lazio sarebbe andata in Champions anche se pareggiava ha condotto fino a un quarto d’ora dalla fine
TRIPLICE FISCHIO DI ROCCHI!!! VINCE L’INTER IN RIMONTA E VA IN CHAMPIONS LEAGUE!!!! LAZIO BATTUTA 3-2!!! BIANCOCELESTI IN LACRIME, IN FESTA I NERAZZURRI!!!47°
Eder, servito da Icardi, entra in area sulla destra e serve al centro Maurito che scivola al momento del tiro45°
4′ di recupero43°
Fallo ai danni Icardi al limite di sinistra. L’Inter prova a gestirla, ma perde palla dando la possibilità alla Lazio di guadagnare metri41°
Lazio con poche idee. I biancocelesti cercano solo i lanci lungi per Milinkovic-Savic che è lasciato solo d’avanti39°
Inzaghi si gioca la carta Nani, esce De Vrij38°
Conclusione di controbalzo dal limite di Milinkovic-Savic, palla che esce di un soffio37°
Ammonito Vecino che nell’esultare ha tolto la maglia37°
Corner battuto da Brozovic sul primo palo, Vecino salta più in alto di tutti e infila Strakosha nel palo più lontano37°
VECINO!!!! L’INTER PASSA IN VANTAGGIO!!!! 2-3!!!!!36°
Cambia Spalletti: Ranocchia per D’Ambrosio36°
Sinistro di Karamoh da dentro l’area, Strakosha respinge al centro dove Felipe Anderson poi chiude in angolo35°
CARTELLINO ROSSO PER LULIC!!! Già ammonito, il bosniaco entra in scivolata ai danni di Brozovic e si becca il secondo giallo!!! 34°
MAURO ICARDI NON SBAGLIA!!! 2-2 ALL’OLIMPICO!!!! 33°
CALCIO DI RIGORE PER L’INTER!!! QUESTA VOLTA ROCCHI NON HA DUBBI!!! Entrataccia di De Vrij su Icardi32°
Secondo cambio nella Lazio. Esce Radu (crampi), dentra Bastos31°
Esce tra gli applausi Ciro Immobile, dentro Lukaku30°
Conclusione di Brozovic da fuori, altissima29°
NON E’ CALCIO DI RIGORE!!! ROCCHI, dopo aver visionato il video, TORNA SULLA SUA POSIZIONE E SI RIPARTE CON LA PALLA ALL’INTER
ROCCHI INDICA IL VAR E VA A CONTROLLARE ALLO SCHERMO POSIZIONATO A CENTROCAMPO27°
CALCIO DI RIGORE PER L’INTER!!! Mano di Milinkovic-Savic sugli sviluppi del corner 26°
Icardi chiedeva un fallo di mano in area di Radu che cadendo ha effettivamente colpito col braccio il pallone. Rocchi concede il corner e opta per l’involontarietà del tocco25°
Inter che si sta un po’ disunendo, ma i ritmi sono decisamente piu’ bassi rispetto al primo tempo22°
Secondo cambio per l’Inter: Karamoh prende il posto di Rafinha20°
Contropiede della Lazio con Marusic che si fa tutto il campo e perde palla al limite, per sua fortuna alle sue spalel c’è Lucas Leiva che apre sulla destra in area per Felipe Anderson, poi il destro sull’esterno della rete18°
Cross di Brozovic per Eder che di testa manda di poco alto sopra la traversa16°
Cambio nell’Inter: fuori Candreva, dentro Eder15°
Gran palla in area di Brozovic per Perisic che trova, però, l’uscita provvidenziale di Strakosha13°
Traversone dalla destra di Cancelo per la testa di Perisic che non trova la porta12°
Cross di Brozovic dal limite di sinistra per Perisic che sovrasta Radu e di testa impegna centralmente Strakosha10°
Felipe Anderson prova a sfondare centralmente, Brozovic lo ferma e Miranda evita che il pallone termini sui piedi di Immobile8°
Sugli sviluppi del corner Luis Felipe prova il destro da fuori, alto7°
Cross di Murgia dal limite di destra per Immobile, Handanovic prolunga col guantone, poi Miranda manda in angolo5°
Proteste dell’Inter per un colpo al volto di Rifinha al limite, i nerazzurri volevano il calcio di punizione3°

 

La Roma ha sconfitto il Sassuolo 1-0 grazie a un autogol di Pegolo.

Il Milan batte la Fiorentina e chiude al sesto posto accedendo direttamente ai gironi di Europa League, l’Atalanta al settimo dovendo dunque passare attraverso i preliminari, infine il Crotone perde a Napoli e retrocede in serie B.

Dura mezz’ora la suspense salvezza: Insigne regala due assist al bacio per Milik e Callejon, il Crotone alza bandiera bianca e precipita in serie B anche perché la Spal è già in vantaggio e non molla la presa. Tirano un sospiro di sollievo le altre pericolanti che comunque vincono tutte per 1-0: Udinese e Chievo vanno in vantaggio e poi controllano, il Cagliari si impone alla fine con l’Atalanta che si qualifica in Europa League ma dovrà cominciare a luglio dai preliminari.

Il Milan infatti mette in cassaforte il sesto posto, si congeda col sorriso sulle labbra dal suo pubblico, portato per mano da Calhanoglu, e travolge 5-1 una Fiorentina in disarmo.

Juventus dominatrice, che alla lunga ha mandato in corto circuito il Napoli champagne di Sarri che, appena liberato della tensione, torna ai suoi livelli e saluta il suo pubblico festante, oltre ai partenti Reina e Maggio. Tutto facile per i partenopei che scoprono un Milik finalmente titolare, guarito e pronto a incidere più significativamente in futuro.

Il Crotone di Zenga capisce subito che l’orgoglio e il cuore non possono bastare e, nonostante un finale di campionato garibaldino, tornano in serie B. Non si ripete il miracolo dell’anno scorso di Nicola, ma Zenga fa comunque un buon lavoro non potendo tamponare le falle create dalla gestione del suo predecessore. Il Napoli passeggia, domina poi nella ripresa controlla il ritorno dei calabresi che segnano alla fine un gran gol con l’ex romanista Tumminello e i tifosi ora aspettano una campagna acquisti significativa e il proseguimento del lavoro di Sarri. La sua permanenza diventa un’incognita ancora non risolta la vicenda con Aurelio De Laurentiis, record di punti per gli azzurri.

Il Milan certifica il sesto posto con una vittoria squillante su una Fiorentina spaesata, che si ferma dopo il gol del vantaggio di Simeone. I rossoneri sono trascinati dalla coppia Cahlanogru-Cutrone, punto fermo per il futuro. Il turco segna un gol e crea due assist che il giovane attaccante trasforma chiudendo la stagione del suo lancio con dieci gol.

Segna anche Kalinic, che vede però piuttosto nebuloso in suo futuro rossonero. Il sigillo finale è di un altro baluardo rossonero, Bonaventura. Per i viola un preoccupante congedo che darà importanti lumi alla società per il prossimo mercato.

L’Atalanta perde a Cagliari di fronte a una squadra che lotta per la salvezza e che si è svegliata nelle ultime gare. Poco significativa , una volta tanto, la prova degli ospiti che sbagliano alla fine il rigore del pari con Caldara e comunque si tengono stretto l’Europa e il sesto posto. Il sogno continua. I sardi si salvano ma la squadra ha bisogno di vari cambiamenti.

Festeggia la permanenza in serie A in grande stile la Spal che stende 3-1 la Sampdoria con una doppietta del suo trascinatore, Antenucci, che chiude a quota 11. Una grossa mano la dà però Caprari che prima procura un rigore e poi si fa espellere alla mezz’ora per un doppio giallo. La neopromossa rimane in serie A con pieno merito.

Chievo e Udinese timbrano la salvezza con una vittoria di misura. I veneti regolano il Benevento con un gol di Inglese, prossimo alla partenza per Napoli. I friulani si impongono con un bel gol di Fofana a un Bologna da tempo in vacanza.

Nel pomeriggio convincente vittoria del Torino in casa del Genoa che aumenta le recriminazione del club granata per un torneo troppo altalenante.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.