Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Questo divario tra Sud e Nord talvolta è favorevole a noi

Più informazioni su

Sono stata qualche giorno a Bologna, per dare una mano a mio figlio, sotto esame. Niente da dire su Bologna. Città storica, ricca di monumenti, chiese , ristoranti e parchi fuori e dentro le mura. Le due torri insieme alle chiese, alle Madonne votive sono il risultato odierno dell’antico volto di Bologna. Secoli addietro se ne contavano oltre 100 di torri . Funzionavano come una specie di emblema per la famiglia più ricca..Che nel caso di avverso destino, cioè quando non poteva più mantenere quello stile di vita, era costretta ad abbattere la torre. Oltre la cattedrale dedicata al S.patrono S. Petronio è bellissimo alle spalle il borgo di S. Stefano o delle 7 chiese. Dal sacro si scivola nel profano. Che dire dei minuscoli ristoranti sparsi sotto i portici, dall’aria antica cara a Francesco Guccini o a Dalla ? Lucio Dalla aveva l’abitudine di frequentare la locanda dei poeti.Si metteva buono buono e mangiando mangiando sperava in cuor suo di scomparire e di non essere visto. A noi ha assai colpito un locale sotto i portici con un nome strano, inusuale: gelatauro. Tutte le specialità della pasticceria( scorzette candite cioccolata e zabaione) si specchiavano nella gelateria. il proprietario- Giovanni- calabrese- alle pareti aveva descritto la storia del mitico minotauro che aveva ispirato il nome del locale e dell’immaginario dei cittadini di Bologna. Dopo averci detto che era arrivato a Bologna da oltre 20 anni ha cominciato- con un vezzo di nostalgia- a parlare in dialetto calabrese.
lo abbiamo salutato e stringendo i vari pacchetti ci siam dati appuntamento alla prossima volta.
Diversamente dai residenti a Bologna noi del Sud siamo troppo dinamici quanto loro sono legati alle rigide regole della forma. Esempio concerto. E’ un anno che mio figlio deve riparare la maniglia di un infisso. Tanti Bolognesi hanno promesso di venire a casa a vedere. Nessuno è venuto. Tutto trova soluzione grazie allo spirito dinamico di amico del Sud. ex ferroviere, che dopo un anno verrà a riparare la finestra. Siamo contenti di noi stessi. Anzi invece di lamenti e pensieri negativi siamo fieri di noi. Crediamo nelle nostre capacità . Siamo certi che il meglio deve ancora venire.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giuseppe 1

    Il meglio verrà quando capiremo che il divario lo creiamo noi. Nord e Sud per me sono solo due dei quattro punti cardinali.
    La mia carta d’identità è uguale a quella del mio amico di Osnago (Lecco). Su entrambi c’è scritto “REPUBBLICA ITALIANA”