Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Castellammare di Stabia. Gaetano Cimmino di nuovo candidato sindaco del centro destra

Castellammare di Stabia. Gaetano Cimmino di nuovo candidato sindaco del centro destra come riporta su Il Mattino Fiorangela d’Amora  Gaetano Cimmino è il candidato a sindaco per il centrodestra. A 48 ore dalla chiusura delle liste l’accordo arriva a tarda sera, dopo una giornata tesa fatta di continui incontri e riunioni. Sono 8 le liste che appoggiano Cimmino: «La dialettica politica è andata avanti per giorni commenta il neocandidato – ma non abbiamo accumulato nessun ritardo. Siamo già pronti. Dopo un confronto con Fratelli d’Italia abbiamo aderito alla comune idea di mettere al centro del nostro programma i temi della legalità e della sicurezza, riscuotendo la convinta adesione del partito di Fdi». Gaetano Cimmino fu già candidato nel 2016 per il centrodestra e perse al ballottaggio contro Antonio Pannullo del Pd. «Lavoro, sviluppo delle risorse, commercio, turismo, lotta alla camorra. Saranno questi i temi centrali della nuova campagna elettorale che mi appresto ad affrontare ha concluso Cimmino – Dove eravamo rimasti? Ripartiamo forti di un duro lavoro di opposizione durato due anni».
La giornata politica era cominciata con l’appello di Andrea Di Martino, candidato sindaco del Grande Centro: «Propongo un patto agli altri leader contro le infiltrazioni della camorra e dei poteri criminali, invierò alla Commissione Antimafia ha detto l’ex vicesindaco della giunta Pannullo – tutte le liste che hanno aderito al mio progetto, siamo una coalizione pulita e trasparente e riteniamo di dovere compiere il primo passo in una direzione che proponiamo anche agli altri». Ha posto la lotta alla camorra come primo punto del programma il coordinamento cittadino di Liberi e Uguali, che ieri ha annunciato la sua decisione di correre da solo. «La nostra è una battaglia di dignità e civiltà contro i poteri oscuri che hanno governato questa città e che oggi si ripresentano in coalizioni che raccolgono lo scarto della politica», spiega Laura della Monica, coordinatrice di Leu: «Agli incontri organizzati al teatro Montil chiedevamo assoluta trasparenza, candidati liberi e non portatori di pacchetti di voti ed infine la presentazione anticipata della giunta».
Ai confronti avevano partecipato tutti i candidati a sindaco che oggi si trovano in coalizioni opposte. «Avevamo intrapreso anche un discorso con Nicola Corrado per la ricostruzione della sinistra, un progetto che ci vedeva partecipi e sostenitori poi», continua Enza Libero, del coordinamento di Leu: «Il segretario del Pd non è stato coerente con le scelte fatte, per questo diciamo no ad alleanze trasversali e preferiamo guardare al programma per la città con un nostro candidato libero da ogni condizionamento». Le ultime riserve Leu le scioglierà domani presentando Tonino Scala come proprio candidato. Il segretario del Pd, impegnato nella composizione della lista del partito, respinge al mittente le accuse di Leu. «La verità – afferma Corrado – è che quel tavolo non ha prodotto i risultati sperati, furono loro a dire superiamo gli steccati e le barriere, e ho creduto fino alla fine in una alleanza civica e di progresso».
Ma nel progetto del Pd sono in molti a non credere, anche l’unica candidata a sindaco donna. Olimpia De Simone, a capo della lista «La città armonica» fu nominata nella segreteria del Partito Democratico da Corrado che ora vede un altro suo ex dirigente, dopo Andrea Di Martino, candidarsi contro il Pd. «Non ho più la tessera del partito da due anni, ma aderii al progetto di Corrado perché credevo in impegni da realizzare a breve termine spiega De Simone oggi mi sento in profonda antitesi con le decisioni prese dal Partito Democratico. Per questo assieme al gruppo di persone con cui collaboro ho deciso di partecipare alla campagna elettorale in completa autonomia».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.