Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Castellammare al voto PD ancora indeciso

Più informazioni su

Castellammare al voto PD ancora indeciso «Ho avuto precisa Corrado – anche l’incarico di delegato per la composizione della lista». Una puntualizzazione dovuta, dopo le delegittimazioni e le voci di commissariamento che gli avversari politici di Corrado avevano fatto circolare nelle stanze del partito. Al termine di settimane fatte di scontri personali e politici, per vedute opposte e dissapori mai sopiti tra il segretario democrat e l’ex sindaco, il voto di ieri sarebbe stato finalmente l’epilogo. I lavori erano cominciati poco dopo le dieci all’interno della sede di Corso Vittorio Emanuele, con la relazione del segretario cittadino. «Stiamo lavorando perché il Pd non rimanga isolato in questa tornata elettorale aveva provato a spiegare Corrado nessun Nazareno due, il nostro schema di alleanze prevede il dialogo con le civiche moderate che hanno riconosciuto come leader Massimo De Angelis». Il progetto politico cui ha lavorato Corrado, che non prevede un candidato a sindaco del Pd ma solo una lista, è il frutto anche del mandato che sette giorni fa il coordinamento cittadino aveva affidato al segretario. La mission era valutare alleanze con i tavoli che si erano aperti: quello di Leu, con cui il dialogo sembra per ora congelato, e quello delle civiche che avevano già stretto accordi attorno all’ex forzista e fondatore della civica Uniti per Stabia, Massimo De Angelis. Ha portato frutti il dialogo con il farmacista stabiese, che nonostante i trascorsi in Forza Italia, con cui è stato candidato al Parlamento nel 95 e poi in Fratelli d’Italia, è sembrato essere la figura di maggiore garanzia. Prima ancora Corrado si era diretto a Napoli per ascoltare le indicazioni del segretario provinciale Costa. La direzione del partito gli aveva garantito autonomia chiedendo espressamente due cose: aprirsi alle civiche e portare una mozione al voto degli iscritti ottenendo almeno il 60% dei consensi. Una percentuale che ad oggi né il progetto politico intrapreso da Corrado, né l’idea di ricandidatura di Pannullo sembrano avere.
Il voto che si sarebbe dovuto tenere in mattinata, poco prima di pranzo era stato rinviato alle 20. Ma il primo confronto tra le parti si era chiuso con una convinzione: «Devi prendere atto aveva detto Pannullo rivolgendosi a Corrado – che questo riunione non è si è tenuta invano perché è palese che nessuno vuole l’alleanza con De Angelis». In realtà i numeri erano insufficienti sia da un lato che dall’altro. L’idea di riscatto di Pannullo convince i consiglieri comunali uscenti che hanno confermato il loro sostegno al progetto che vede l’ex sindaco a capo di due civiche: «Sono 48 nomi miei ha precisato Pannullo – persone perbene che ho incontrato in questi mesi di amministrazione. Liste epurate da tutti i personaggi ambigui che hanno composto l’ultimo consiglio comunale».
Il direttivo è composto di venti membri, a questi ieri sono mancati i tre rappresentanti di Eduardo Melisse. L’ex presidente del consiglio comunale un tempo alleato e sodale di Corrado ha detto la sua in un post su Facebook: «Non mi candido e sosterrò chi mi è stato amico».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.