Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Vico Equense una strada abusiva nel sentiero della Sperlonga

Più informazioni su

Vico Equense. Una strada abusiva larga tre metri e mezzo e lunga 200, sorta nel bel mezzo di una collina ricca di uliveti, lontana dal centro abitato, in un luogo dove la natura dominava in tutta la sua bellezza. La realizzazione della strada adesso è stata fermata dal nucleo anti-abusivismo della polizia municipale di Vico Equense, guidato dal comandante Ferdinando De Martino. L’area è stata posta sotto sequestro e il proprietario del terreno denunciato. Ma il danno ambientale ormai è stato fatto: terreno rimosso e alberi distrutti.
È accaduto nella zona della Sperlonga, scrive Ilenia De Rosa su Il Mattino,  nella parte che sovrasta il panoramico sentiero percorso nei weekend dai tanti amanti della natura. Un luogo isolato, dove non ci sono case e in cui, solitamente, gli unici suoni che si riescono a percepire sono quelli degli uccelli e degli altri animali che popolano la collina. Da alcuni giorni qualche rumore anomalo ha insospettito i passanti. La segnalazione giunta al comando di polizia municipale ha subito allertato i vigili che hanno cominciato con una serie di controlli nella zona, fino alla scoperta di escavatori e altri mezzi meccanici in piena attività per la realizzazione della strada. «Si tratta di un’area che non è visibile né dal sentiero della Sperlonga né dalle altre zone limitrofe spiega il comandante Ferdinando De Martino per cui è stato difficile identificare il luogo. Una volta giunti in questa proprietà privata abbiamo fatto una verifica rilevando la presenza di grossi macchinari usati per effettuare sbancamenti di terreno e roccia calcarea, non autorizzati. Il proprietario del fondo ha proceduto al taglio di terrazzamenti preesistenti e all’abbattimento di ulivi arrecando un danno ambientale di notevole entità. Adesso abbiamo fermato tutto e l’area è stata sequestrata».
Era uno dei pochi luoghi rimasti ancora incontaminati, adesso anche qui una ferita lasciata dall’abusivismo. La Sperlonga decenni fa era la principale via d’accesso alla penisola sorrentina, oggi è un piccolo sentiero tra le colline. Faceva parte del più importante percorso che collegava Castellammare di Stabia a Vico Equense. Attualmente è frequentato soprattutto dagli amanti del trekking e da chi vuole concedersi qualche ora di relax lontano dal frastuono della città, immerso nel verde e circondato da un panorama mozzafiato.
«Abbiamo un territorio dalle bellezze incommensurabili che, purtroppo, spesso viene messo in pericolo da chi commette abusi edilizi continua De Martino Noi effettuiamo continui controlli sia per prevenire il fenomeno che per accertarci che vengano compiute le demolizioni ordinate dall’autorità giudiziaria su manufatti illegali che spesso deturpano il territorio per anni e anni. Abbiamo istituito un nucleo operativo che si occupa proprio di questo e che è supportato da adeguate attrezzature». Il Comune di Vico Equense è infatti ufficialmente operatore dei sistemi Apr, dunque autorizzato per tutte le operazioni con drone di peso fino a 25 chili. Quattro agenti di polizia municipale possiedono il brevetto di volo Sapr, che consente il pilotaggio anche sulle lunghe distanze. I droni servono proprio per combattere l’abusivismo edilizio, o anche per la sorveglianza del territorio e dell’ambiente, soprattutto in quei luoghi di difficile accessibilità in caso di frane, smottamenti, per attività di ricerca di persone scomparse, o semplicemente per monitorare aree a rischio idrogeologico.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.