Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Sorrento, dall’euforia allo smarrimento. Dopo l’aggancio in vetta i rossoneri sono attesi dalla settimana più difficile

Più informazioni su

Dall’euforia allo smarrimento il passo può essere breve: al Sorrento sono bastati novanta minuti, quelli che potevano portare alla festa anticipata dei rossoneri e che invece hanno di fatto rovesciato le gerarchie del girone B di Eccellenza, consegnando all’Agropoli il ruolo della squadra favorita. Perché se è vero che, nonostante la vittoria dei biancazzurri nello scontro diretto di sabato, Sorrento e Agropoli sono ancora appaiate, è vero anche che in questo momento sembra esserci un abisso nello stato fisico e mentale delle due squadre. Del resto gli ultimi risultati parlano chiaro, con il Sorrento capace di farsi “mangiare” dalla squadra di Olivieri otto punti nelle ultime sette partite, a causa di una flessione che tra l’altro va facendosi più vistosa man mano che si avvicina la conclusione della stagione. Un solo punto racimolato nelle ultime tre partite rappresenta davvero un dato inaccettabile per chi solo qualche settimana fa sembrava non avere più avversari verso il ritorno in serie D. Invece la squadra di Guarracino ha finito per perdere tutte le certezze accumulate nei primi due terzi della stagione, finendo per consumare energie fisiche e mentali inseguendo un traguardo che ora sembra improvvisamente molto più lontano. Intanto perché ora il Sorrento non dipende più solo da se stesso visto che, anche se domenica (tutti in campo alle ore 16.30) vincesse l’ultima partita sul campo della Virtus Avellino, per evitare lo spareggio dovrebbe sperare in un inatteso inciampo dell’Agropoli contro il Valdiano. Ma soprattutto, classifica alla mano, l’impegno che attende il Sorrento sembra decisamente più complicato e denso di insidie di quello dell’Agropoli. Perché è difficile immaginare che il Valdiano, ormai fuori dalla lotta playoff, possa dar fastidio a un Agropoli lanciatissimo, tra l’altro al Guariglia. Mentre i rossoneri troveranno, a San Michele di Serino, una squadra disposta a sputare sangue per difendere un piazzamento playoff che invece sfumerebbe in caso di sconfitta. In poche parole servirà un’impresa, quella che il tecnico Guarracino, tra le righe, ha chiesto ai suoi giocatori già da sabato sera, dicendo a loro e a tutto l’ambiente «abbiamo il dovere di crederci ancora». (Gennaro Iorio – Il Mattino)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.