Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Napoli 4-2 Udinese. Si riaccende la speranza. Christian Mulier

Più informazioni su

Al 64′ il San Paolo è una bolgia perché il Crotone ha pareggiato i conti contro i bianconeri; e allora si fa sentire forse nel momento più difficile con il Napoli sotto per la seconda volta con il punteggio sull’1-2. Entra Mertens per aumentare questa carica che in pochi minuti si concretizza con il gol di Albiol su angolo e 5 minuti dopo si ribalta la situazione con il 3-2 di Arek Milik che sfrutta il tiro di Callejon e la respinta di Bizzarri per infilare il tapin dove non può nulla il por friulano. Facendo un passo in dietro, il Napoli nel primo tempo concede troppo ma si rivede in fase offensiva di nuovo quella determinazione e nuove idee grazie al cambio iniziale Mertens-Milik. È proprio il polacco a dare ordine al gioco, sponde e assist da vero attaccante si vedono. Forse era il momento giusto per far rifiatare Dries. In fase difensiva il Napoli è disastroso concedendo troppo ad una squadra che non dovrebbe causare problemi, e invece ne crea e come. Jankto sul filo del fuorigioco manda in vantaggio i friulani su un pallone che dalla destra attraversa tutta l’area superando difensori e portiere, facile facile il gol del ceco. Una dormita di Albiol e Tonelli. A pareggiare i conti è Insigne che al 45′ inventa un movimento che supera un difensore e con un rasoterra angolato supera Bizzarri. Nel secondo tempo sull’onda dell’entusiasmo il Napoli prende però un altro gol su un inserimento di Ingelsson, diciottenne molto promettente. Dopo quei 5 minuti di delirio al San Paolo il Napoli la chiude con il 4-2 di Tonelli che permette agli azzurri di godersi il finale di partita, con un occhiata allo Scida dove la Juve è ancora sull’1-1. Il Napoli rischia solo una volta a fine partita con Perica che colpisce la traversa, di nuovo lasciato solo. Al 93′ quando la partita dei bianconeri termina il San Paolo esulta come un gol. Inizia la festa a Napoli che riaccende quella speranza che sembrava quasi persa domenica alla parata di Donnarumma al 92′. Ora si va a Torino per la partita più importante della stagione per entrambe le squadre, comunque andrà il Napoli ha regalato emozioni indescrivibili ai partenopei che una decina di anni fa poteva solo immaginare queste possibilità.

Christian Mulier

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.