Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Milan, assalto a Callejon. De Laurentiis su Suso

Più informazioni su

Sono cinque anni che José Callejon sfila dall’armadio una maglia azzurra piegata meticolosamente e con fierezza se ne va al lavoro. Per il Napoli. Senza perdere una battuta o sgarrare di un minuto. Non è il capitano, ma è un po’ come se lo fosse. Perché in cinque anni solo tre volte non è sceso in campo neppure per un istante. E solo una volta, con Benitez, per scelta tecnica. Poi perché squalificato, altrimenti neppure con le bombe lo spagnolo può essere fermato. Il Napoli che si prepara all’ultimo assalto per uno scudetto che sfugge da tanto tempo, si affida a questo ragazzo andaluso che pare non abbia mai tanta voglia di sorridere e che la gente ama anche perché quando Higuain provò ad abbracciarlo alla fine di un Juve-Napoli lui se ne rimase immobile e freddo come un ghiacciolo per non ricambiare il saluto del suo vecchio compagno. Sono sempre stati tutti pazzi per lui, mica solo Sarri o Rafa: anche Mourinho al Real aveva un debole, tant’è che quando il Real faceva gol uno saltava addosso all’altro. Con questi chiari di luna cinque anni sempre con la stessa squadra, chiudendo quasi tutte le stagioni con il record dei minuti giocati, sono qualcosa di anomalo. Così è lui il testimone schivo e instancabile della coraggiosa voglia di provarci sempre, che è diventata la spina dorsale di questo Napoli. Anche ieri, nell’allenamento a Castel Volturno, era tra i più carichi. E tra i più motivati. Con ostinazione, nonostante tutto. In questa stagione solo una volta non ha giocato titolare, a Lipsia in Europa League: poi sempre in campo dal primo minuto, sempre nella formazione titolare. Perché Sarri lo considera un intoccabile. Ha appena compiuto 31 anni e il suo agente Quilon ha provato negli ultimi tempi a ragionare con il Napoli per un prolungamento del contratto che scade nel 2020. Ovvero tra due anni. Poiché l’esterno di Motril vorrebbe già cominciare a pensare al suo futuro remoto. E allora l’avvocato madrileno non è rimasto indifferente all’interessamento del Milan: già, perché quando Quilon ha chiuso con il club rossonero l’accordo per il trasferimento a parametro zero di Pepe Reina a partire da luglio (il portiere ha firmato un triennale da 2,8 milioni di euro), ecco che si è parlato anche di Callejon. E Quilon non ha detto di no. Ovviamente. D’altronde, lui di mestiere fa questo. Sul tavolo c’è una offerta milanista di altri due anni di contratto. E lo stesso Callejon ci sta pensando. Chiaro, prima o poi il Milan dovrà parlarne con il Napoli che valuta il suo campione spagnolo circa 35 milioni. E l’intoppo non è di poco conto: anche se un modo per convincere De Laurentiis quanto meno a sedersi per parlare i rossoneri ce l’hanno. E il modo si chiama Suso. Perché lo spagnolo è uno dei pallini di De Laurentiis: il presidente, in gran segreto, ci ha provato già a gennaio a giocare di anticipo, ma il Milan ha detto di no. Suso ha una clausola da 45 milioni, valida a partire dalla prossima estate, e magari se i due club incominciassero a trattare ecco che Suso, 24 anni, potrebbe essere l’uomo giusto per convincere il Napoli a rinunciare a Callejon. D’altronde, secondo i media spagnoli, il calciatore potrebbe essere messo sul mercato proprio dalla società rossonera in vista del Fairplay finanziario che tanto disturba le notti milanesi. Le vie del mercato, si sa, sono infinite. Callejon contro il Chievo farà cifra tonda: sarà la sua gara numero 250 con la maglia del Napoli. Non male come traguardo: 72 le reti realizzate e 59 assist in questa sua straordinaria avventura con la maglia del Napoli, la sua seconda pelle. (Pino Taormina – Il Mattino)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.