Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Juventus 0-1 Napoli. È bello sognare. Christian Mulier

Più informazioni su

L’attesa si è conclusa, finalmente si è giocato il big match che tanto si aspettava. Il Napoli ha giocato una partita sotto il profilo tattico perfetta, concedendo poco e nulla ai bianconeri, che invece si dimostrano passivi e con scarse idee, grazie alla pressione perfetta del Napoli. La Juventus ha avuto lo stesso ritmo per tutta la partita, cercando di difendere questo +4 in classifica e cercando di vincere con un episodio o con un colpo di un fuoriclasse. Si rende pochissime volte pericoloso con una punizione di Pjanic nel primo tempo, deviata da Callejon che spiazza Reina, ma fortunato perché la palla colpisce il palo. Anche il Napoli crea poco, però si nota dal primo minuto la voglia di cercare il gol. Hamsik ha l’occasione sul piede sinistro ma non la sfrutta bene. Nel secondo tempo non cambia il match, cambiano solo gli elementi in campo: Milik fa rifiatare Mertens, che anche questa volta non influisce sulla gara. Dybala esce ed entra Cuadrado. Passano i minuti e la Juve continua a difendersi e a lasciare il pallino del gioco al Napoli. La Juve nei minuti finali cerca di affacciarsi nella metà campo azzurra, cercando un gol come fece Zaza in quella partita maledetta. Questa volta però non è andata così, è proprio il Napoli a trovare il gol al 90′ con un colpo di testa di Koulibaly che sale in cielo e lo colora di azzurro. Gli azzurri hanno disputato la partita perfetta con l’unico difetto di non aver trovato il gol nel primo tempo che avrebbe messo la partita in discesa. Ma questo poco importa ai napoletani che hanno provato cosa vuol dire vincere al 90′ allo Juventus Stadium. Forse questa è la vera rivincita del Napoli di Sarri alla vittoria della Juve di due anni fa con il gol di Zaza a pochi minuti dal termine. La vittoria è stata del gruppo, che diventa man mano sempre più compatto, con il desiderio di portare questo benedetto scudetto a Napoli che manca da 28 anni; questa partita doveva andare così per i meriti del Napoli che ha cercato fino all’ultimo il gol che ha riaperto questo magnifico campionato. A Napoli sono tutti impazziti, sentendo questa partita come una finale. Il Napoli vince dopo 9 lunghi anni in casa della Juve nella partita più importante. Ora è a -1 dalla vetta e la Juventus deve stare con gli occhi spalancati se non vuole perdere questo scudetto che per loro era già in tasca. Un minimo passo falso per entrambi potrebbe rivelarsi decisivo. Come giusto che sia il Napoli deve godersi questa vittoria ma da martedì si ritorna a pensare al campionato con le prossime 4 sfide che sanno di finali.

Christian Mulier

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.