Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Holding della droga da Maiori alla Costiera amalfitana fino a Salerno. Indagini choc

Holding della droga da Maiori alla Costiera amalfitana fino a Salerno. Indagini choc . Non solo dall’agro Nocerino – Sarnese via Valico di Chiunzi o da Castellammare di Stabia Monti Lattari via Agerola. Assuntori e pusher: ragazzini, tutti tra i 16 e i 17 anni, avevano creato una rete di spaccio che, dalla Costiera, arrivava fino a Salerno. Sono state le capillari indagini della Procura ad individuare una holding finalizzata alla vendita di droga che, dai comuni costieri di Maiori e Minori, si spingeva attraverso Amalfi, Ravello e Scala fino alla piazza salernitana dove il gruppo dei giovanissimi aveva contatti anche con alcuni maggiorenni. Due le indagini, una affidata alla Procura per i minori, l’altra a quella ordinaria, che attraverso una fitta attività di intercettazioni telefoniche, sono riuscite ad evidenziare «un tessuto delinquenziale particolarmente vasto operante in Costiera amalfitana» il cui «asse criminale sembra collegare in maniera inequivocabile i comuni di Maiori e Minori con i luoghi di approvvigionamento soliti per la Costiera Amalfitana», lo scrive Viviana de Vita su Il Mattino di Salerno
In seguito all’avviso di conclusione delle indagini preliminari firmato dal sostituto procuratore presso il tribunale per i minori, Angelo Frattini, sono quattro i giovanissimi che, il prossimo 11 luglio, dovranno presentarsi davanti al gup del tribunale per i minori per l’udienza preliminare. Tra di loro anche una ragazza, che all’epoca aveva appena 16 anni, inserita nell’attività di spaccio dal fidanzato maggiorenne. Assistiti dagli avvocati Angelo Gesummaria, Amelia Mammato, Bonaventura Carrara, Giuseppe Della Monica e Francesco Gargano, sperano tutti di poter accedere al programma di messa alla prova, finalizzato proprio al recupero del minore deviato. I fatti, oggetto del procedimento giudiziario, si riferiscono al periodo compreso tra il 2015 e il 2017 quando i giovanissimi imputati avevano messo in piedi un giro di droga marijuana ed hashish che veniva spacciata in particolare sul lungomare di Maiori e nei pressi del campetto di calcio. Più complessa, dal punto di vista indiziario, è la posizione della ragazzina, M.G. che, in concorso con il fidanzato maggiorenne per il quale procede la Procura ordinaria, risponde di ben 13 episodi di spaccio. La minore è stata incastrata dalle intercettazioni effettuate sul telefono del fidanzato: proprio quell’attività di indagine è però riuscita ad accertare che molte volte era proprio la 16enne a rispondere al telefono e a organizzare, in concorso con il fidanzato, l’attività di spaccio. Le accuse a carico dei minori in molti casi sono aggravate dalla circostanza che la droga era ceduta a ragazzini ancora minorenni. Sette, invece, gli episodi contestati a carico di A.Z. che, sottoposto ad interrogatorio, ha ammesso gli addebiti esprimendo la volontà di cambiare vita.
Le indagini hanno evidenziato che lo spaccio avveniva all’interno di un contesto sociale di basso livello: i ragazzi, quasi tutti in possesso solo della licenza media e impiegati in attività stagionali legate al turismo estivo, erano privi di reali interessi e trascorrevano le lunghe giornate invernali a fumare spinelli e a spacciare nell’ambito di un territorio, quello della Costiera, che durante i mesi invernali sembra offrire poche alternative ai giovani quando la maggior parte delle attività chiude. Se il giudice accoglierà la richiesta di messa alla prova, i quattro giovanissimi intraprenderanno un programma di recupero finalizzato al superamento della devianza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.