Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Grave incidente alla Garitta a Positano: l’ambulanza arriva dopo 40 minuti. DIRETTA

La testimonianza di Positanonews , il nostro giornale è arrivato prima dei soccorsi dopo che era stato già chiamato il 118 da un quarto d'ora. Abbiamo aspettato quasi mezz'ora. L'ambulanza veniva da Amalfi.

Più informazioni su

Grave incidente alla Garitta a Positano| L’ambulanza arriva dopo 40 minuti – Diretta .

Incidente positano

Un ragazzo originario di Praiano, mentre era alla guida di un ciclomotore, è scivolato sul manto stradale reso sdrucciolevole dai residui, tipo brecciato, dei lavori di rifacimento del manto stradale della S.S. 163 Amalfitana.

Sul posto i primi ad essere arrivati sono gli agenti della Polizia Municipale della cittadina della Costiera amalfitana.

Il ragazzo probabilmente ha riportato delle lesioni, ma per fortuna è vivo e cosciente. Abbiamo aspettato l’arrivo dei familiari prima di mettere in rete la notizia.

L’incidente è avvenuto all’incirca alle 16,15 , esattamente nel tratto di strada dopo la Garitta che va verso Tordigliano di Vico Equense e Piano di Sorrento.

Siamo arrivati prima noi della redazione di Positanonews, ma questo non lo riteniamo un merito, è una vergogna che l’ambulanza ci abbia messo tanto tempo.

Il problema riguarda sempre l’organizzazione del 118 della Campania.

L’ambulanza del 118 è arrivata dall’ospedale Costa d’Amalfi di Castiglione di Ravello perché quella di Positano era impegnata altrove, ci dicono a Montepertuso o a Nocelle.

Ce ne siamo andati verso le 17 solo quando è arrivata l’ambulanza.

La nostra testimonianza spero serva per far migliorare i servizi del soccorso. Già una volta abbiamo parlato di tempi lunghi per l’intervento alla Sponda dove è morto un uomo.

Non è colpa del personale del 118 né della Croce Rossa, loro fanno il possibile. Sono obbligati a seguire un protocollo.

Ma se a Positano l’ambulanza era impegnata e non era un codice rosso, secondo noi doveva tornare indietro o chiamare l’ambulanza di Sorrento più vicina.

Siamo incastrati fra la provincia di Salerno e Napoli e paghiamo per questa maledetta burocrazia. Ma è anche colpa nostra che non facciamo un protocollo che preveda queste situazioni e imponga al 118 che quando non c’è disponibilità a Positano bisogna chiamare Sorrento. Sappiamo che c’è un’ambulanza a Sant’Agnello, sarebbe venuta in 15 minuti.

Ma i politici non vogliono sentirci da queste orecchie.

Auguriamo buona guarigione al ragazzo, che poi abbiamo scoperto essere un uomo. Speriamo di cuore che non sia niente di grave e speriamo che le istituzioni si organizzino meglio.

Lì a terra poteva esserci un nostro amico o un nostro familiare. Noi eravamo stanchi da una dura giornata, ma siamo rimasti per testimoniare di persona, come facevano una volta i giornalisti.

Il giornalismo è anche documentare, non solo fare i post sui social, è rendere un servizio per i cittadini, è uno strumento per far luce sui problemi della società e cercare di migliorarla.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giuseppe 1

    Potrebbe essere che l’ambulanza era impegnata in altro intervento. Ma se invece il ritardo è dovuto al percorso dalla sede del 118 all’interno del paese, allora caro Direttore, bisogna denunciare questa faccenda del posto ambulanza alla Chiesa Nuova, sulla SS163.