Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

CAPRI SI FIRMA PER LA TUTELA DELLE ISOLE MINORI

Capri. Anche il Comune aderisce all’iniziativa dell’Ancim, associazione nazionale Comuni e isole minori: è partita ieri una raccolta firme da Capri, sottoscritta dal sindaco Gianni De Martino, per la modifica all’articolo 119 della Costituzione allo scopo di far riconoscere allo Stato la situazione di diversità e svantaggio in cui versano le popolazioni delle piccole isole. «L’iniziativa dell’Ancim – ha detto il sindaco di Capri, De Martino – riveste particolare importanza perché contribuisce a far riconoscere finalmente, anche dalla Costituzione una condizione che sino a oggi non garantisce la pari opportunità e i pari diritti di cittadinanza per gli abitanti delle isole minori. Problemi come sanità, turismo, collegamenti marittimi, scuole, uffici pubblici e tutte le categorie imprenditoriali, potranno essere risolti solo se lo Stato prenderà coscienza delle realtà isolane che non sono solo un luogo di svago e di vacanza ma che, proprio per la loro caratteristica, necessitano maggiormente del perfetto funzionamento dei servizi essenziali a tutela dei residenti e di tutti gli ospiti di questi territori». I cittadini capresi, per aderire al progetto di legge, vengono invitati pertanto dalla municipalità a recarsi negli orari d’ufficio, muniti di documento di riconoscimento, presso gli uffici Anagrafe, sportello del Protocollo del Comune, il comando di polizia municipale o l’ufficio di segreteria del sindaco. Il progetto di legge nazionale, di iniziativa popolare, riguarda centinaia di migliaia di persone nate nelle isole italiane dove il mare, seppur costituendo un attrattore di grande suggestione, ha creato nei secoli una condizione culturale di «separazione» fisica e sociale che permane tuttora. Ad aderire al progetto di modifica dell’articolo costitutivo tra le isole italiane vi sono già quelle flegree, Ponza, le Tremiti, l’Elba, Pianosa, il Giglio, Sant’Antioco, Pantelleria, le isole Pelagie, le Egadi, Tavolara, l’Asinara, Capraia, San Pietro, la Maddalena, le Eolie e ovviamente le due grandi isole italiane Sicilia e Sardegna a cui si aggiunge ora anche Capri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.