Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Torre del Greco. Ex sementificio, l’antica fabbrica si trasforma in una scuola elementare

Più informazioni su

L’ex sementificio di via Lava Troia sarà un edificio scolastico. Arriva infatti l’autorizzazione paesaggistica: via alla riqualificazione dell’antica fabbrica della periferia di Torre del Greco. Svolta nel progetto di realizzazione di una scuola dell’obbligo nella struttura industriale di via Nazionale: dopo l’approvazione della variante urbanistica al Piano Regolatore che ha consentito di destinare ufficialmente il complesso a uso scuola, nelle scorse ore sono arrivati anche i permessi urbanistici per poter finalmente iniziare i lavori che trasformeranno lo stabilimento – un’area di mille metri quadrati un tempo appartenente alla dinastia dei Faraone Mennella, ora di proprietà pubblica – in una scuola dell’obbligo, con tutta probabilità una grande elementare che servirà le famiglie del quartiere Litoranea. «Il restauro del corpo antico di fabbrica prevede un intervento di demolizione e ricostruzione della parte pericolante della struttura, realizzata negli anni Cinquanta e allo stato attuale in condizioni precarie», si legge nel progetto di rinascita del vecchio sementificio. Prevista anche la sostituzione dei pannelli fotovoltaici con mattonelle fotovoltaiche calpestabili» mentre la parte ottocentesca dell’ex fabbrica sarà riqualificata attraverso interventi conservativi e migliorativi che ne preserveranno lo stile, un’architettura d’ispirazione liberty. Il piano di restauro del corpo antico dell’opificio di via Lava Troia è il primo vero passo nella conversione della fabbrica in un istituto scolastico statale: la scorsa estate il Comune – attraverso la commissione prefettizia – aveva assegnato a uno studio di professionisti «lo svolgimento di indagini geognostiche e geotecniche in situ e in laboratorio sui terreni» che un tempo avevano ospitato il grande stabilimento industriale. Con questi rilievi tecnici sui terreni di via Lava Troia, ad agosto iniziò ufficialmente l’iter per la ristrutturazione dell’ex sementificio di via Lava Troia, acquistato nel 2009 da Palazzo Baronale per 2 milioni e 54mil aeuro dall’allora sindaco Ciro Borriello che ne voleva fare un istituto alberghiero per giovani chef. Il progetto di dare una casa agli aspiranti cuochi vesuviani subì però una brusca battuta d’arresto e da allora il sementificio è rimasto abbandonato a se stesso. Nel 2014 la struttura fu occupata per sei mesi dai centri sociali Reddito per Tutti Torre del Greco e Asilo Quarantacinque di Boscoreale: il 25 aprile gli attivisti dei due movimenti antifascisti forzarono l’ingresso e avviarono una “bonifica popolare”, nel tentativo di sottrarre l’opera al degrado. Ma l’occupazione durò soltanto un paio di mesi e non cambiò il destino del sementificio. (Francesca Raspavolo – Il Mattino)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.