Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Vietri sul Mare: dopo il caso Benincasa si chiedono nuove elezioni

Una parte della società civile di Vietri sul Mare chiede a gran voce il ritorno alle urne, lanciando questa mattina l’appello dal Bar Miramare di Corso Umberto I. Il Comitato vietrese per la difesa dei beni comuni, sta discutendo con la cittadinanza dell’attuale incertezza amministrativa che si vive dopo la condanna e la sospensione del primo cittadino Franco Benincasa. La parola d’ordine è  “Tornare al voto per dare nuovamente un governo a Vietri sul Mare”.

La maggioranza con la perdita della leadership di Benincasa infatti non vive un buon momento. Questo fatto è appurato da una nota prodotta dai consiglieri di opposizione di Alfonso Gambardella, Antonio Luciano, Giuseppe Schiavone e Umberto Massimino, come raccontato su Le Cronache da Andrea Pellegrino: “Nell’ultima seduta di Consiglio comunale, c’è stata la presa d’atto ufficiale della sospensione Franco Benincasa dalla carica di sindaco in virtù dell’applicazione della Legge Severino consiglieri di opposizione, in larga maggioranza, hanno chiesto a gran voce di porre fine all’attuale amministrazione comunale, fortemente indebolita dalle vicende giudiziarie del sindaco Benincasa, e di restituire subito la parola agli elettori nella prossima primavera, per assicurare a Vietri un governo dignitoso e pienamente legittimato a prendere cruciali decisioni sul futuro della nostra comunità. – Si legge infatti nella nota che – I consiglieri di minoranza hanno tutti sostanzialmente sottolineato il fatto che l’amministrazione comunale ha perso l’unica figura in grado, finora, di assicurare compattezza tra le fila della propria maggioranza, al momento retta dal sostegno di due ex consiglieri di minoranza – Borrelli e Granozi – accolti solo per garantire la sopravvivenza di un sistema di potere politico prolungatosi per quasi un decennio e di cui i cittadini di Vietri sono sempre più insoddisfatti”.

Nel mese scorso, anche l’altro consigliere di minoranza Alessio Serritiello aveva chiesto di porre fine anticipatamente alla consiliatura, alla vigilia della condanna in Appello: “Chiediamo all’amministrazione Benincasa di tirare fuori il vero senso di responsabilità e porre fine anticipatamente alla Consiliatura, in modo da poter ridare parola ai cittadini alla prossima data utile, in primavera e, contestualmente, un governo al territorio in grado di avere un orizzonte lungo per programmare ed affrontare i problemi del paese e non soltanto dedicarsi al piccolo cabotaggio”. Intanto continua ad essere minata da altre vicende giudiziarie, la credibilità del sindaco sospeso per effetto della Legge Severino: secondo un più recente articolo de Le Cronache, sul caso della revoca della concessione demaniale allo chalet di Marina di Vietri, Aniello Langella non avrebbe diffamato Benincasa, accusandolo di aver fatto abuso d’ufficio per motivi ricattatori, utilizzando tali metodi per minacciare chi fosse politicamente ostile al primo cittadino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.