Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Sorrento, Marco Fiorentino sul progetto porto-parcheggio: “Via i privati, puntiamo sul pubblico”

Un progetto molto importante e impegnativo che potrebbe rappresentare un punto di svolta per la città di Sorrento. Stiamo parlando del percorso pedonale meccanizzato che collegherebbe il porto al parcheggio di via Correale. Un’idea nata diversi anni fa e che non è ancora riuscita a concretizzarsi per mancanza di fondi da poter investire nell’immediato. A […]

Più informazioni su

Un progetto molto importante e impegnativo che potrebbe rappresentare un punto di svolta per la città di Sorrento. Stiamo parlando del percorso pedonale meccanizzato che collegherebbe il porto al parcheggio di via Correale. Un’idea nata diversi anni fa e che non è ancora riuscita a concretizzarsi per mancanza di fondi da poter investire nell’immediato. A tal proposito, lo stesso sindaco Cuomo, per cercare di accelerale i tempi, affermò come ci fosse la concreta possibilità di inserire nell’affare dei soggetti esterni, privati, in mancanza del finanziamento della Regione. Un progetto che dovrebbe costare circa 15 milioni.

A quest’ultima soluzione, però, è assolutamente contrario l’ex sindaco di Sorrento, nonché attuale capogruppo d’opposizione Marco Fiorentino. Lui, infatti, contattato in esclusiva da Positanonews, ha sottolineato come nell’affare, a suo parere, non debbano rientrare privati ma che si possa lavorare con enti pubblici in modo efficace. “Ci saranno circa 3 milioni di euro di guadagni all’anno, dopo aver fatto fronte all’investimento iniziale. Quello che voglio dire, però, è che bisogna puntare sul pubblico: non bisogna dare questa possibilità ai privati. In passato ho dimostrato che si può lavorare bene anche senza di loro. Cabinovia? E’ un progetto che non è assolutamente incompatibile con quello del percorso meccanizzato parcheggio-porto, possono benissimo fruibili in modo sinergico per la città e renderla migliore. Non svendiamoci ai privati: è un’opera che si autofinanzia!”.

Più informazioni su