Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

TEATRO SAN GIUSEPPE IL MORTO STA BENE IN SALUTE

Nel solco di una tradizione ormai consolidata negli anni, durante il periodo natalizio, presso il teatro San Giuseppe di Sant’Agnello viene rappresentata una commedia quasi sempre attinta dal repertorio degli Autori Napoletani, quest’anno la “Compagnia Teatrale San Giuseppe” ha rappresentato la commedia “Il morto sta bene in salute” di Gaetano Di Maio. L’Autore Gaetano Di […]

Più informazioni su

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Nel solco di una tradizione ormai consolidata negli anni, durante il periodo natalizio, presso il teatro San Giuseppe di Sant’Agnello viene rappresentata una commedia quasi sempre attinta dal repertorio degli Autori Napoletani, quest’anno la “Compagnia Teatrale San Giuseppe” ha rappresentato la commedia “Il morto sta bene in salute” di Gaetano Di Maio.
L’Autore Gaetano Di Maio discende da un’importante famiglia napoletana di attori e scrittori; il nonno Crescenzo fu drammaturgo e attore che recitò a fianco di Eleonora Duse. Figlio d’arte suo padre Oscar Di Maio, fu attore e commediografo, mentre sua madre fu l’attrice Margherita Parodi.
Gaetano Di Maio si trovò, giovanissimo, a dover sostituire il padre, fra gli inventori della Sceneggiata, venuto a mancare prematuramente; il fratello, Edoardo anche lui scrittore e poeta, le sorelle Olimpia e Maria, attrici ed Autrici.
Autore prolifico, molte le sue commedie interpretate da Nino Taranto, citiamo tra le altre “’Nu bambiniello e tre San Giuseppe” scritta assieme a Nino Masiello, Di Maio scrisse anche la fortunata serie televisiva Michele Settespiriti, prodotta dalla RAI.
Il nipote Oscar Di Maio, “o cafone” ha raggiunto una buona popolarità presso il pubblico delle televisioni locali campane.
Il “Morto sta bene in salute” è una sorta di giallo nel quale gli elementi della commedia comica sono tutti rispettati, si articola in due atti basati sulle vicissitudini dei gestori di una pensioncina, Gennaro e Ninetta Bottiglieri, allorquando rivengono una borsa contenente una grossa somma di denaro, di un certo Paternò ospite della pensione, i due sottraggono e spendono tutta la somma.
Essi sono all’oscuro del fatto però che la somma era stata versata dalla mafia americana ad un killer, proprio Paternò, per eliminare Gigino Dorè, un attoruncolo di avanspettacolo, anche lui ospite della pensione, che negli Stati Uniti ha abbandonato moglie e due figlie; i due Gennaro e Ninetta per salvarsi adesso devono, o restituire i soldi oppure compiere loro stessi l’omicidio.
La commedia “Il morto sta bene in salute” si sviluppa in un susseguirsi di situazioni comiche, gag esilaranti e colpi di scena che tra una risata e l’altra porta lo spettatore con il fiato sospeso verso l’inatteso finale.
La trama, fatta di mafiosi incalliti, milioni spariti, tresche amorose e di vari equivoci, doppi sensi, bugie e raggiri si svolge a ritmo serrato nella piccola pensione a conduzione familiare la “Pensione della tranquillità” che, per ironia della sorte, risulta tutt’altro che tranquilla.
L’allestimento e la regia del Maestro Franco De Angelis, grazie anche alla verve degli Attori, dai grandi ai più piccoli, hanno fatto sì che l’Opera mantenesse il ritmo e la gradevolezza di questo tipo di comicità, mai volgare, fluida, esilarante che consente allo spettatore di trascorrere una piacevole serata di teatro.

Luigi Russo

L'immagine può contenere: una o più persone e spazio al chiusoL'immagine può contenere: 1 persona, spazio al chiusoL'immagine può contenere: 2 persone, persone sul palco e spazio al chiuso

L'immagine può contenere: 4 persone, persone sul palco, persone in piedi, matrimonio e spazio al chiuso

L'immagine può contenere: 1 persona, sul palco e spazio al chiuso

 

 

Più informazioni su