Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Sorrento, con il minimo sforzo Battipagliese ko

Ci mette come all’andata lo zampino di rigore Marcucci       Redazione –  Il Sorrento di campionato c’è e con il minimo sforzo mette ko la Battipagliese che rifila la terza sconfitta consecutiva e ci mette lo zampino come all’andata di rigore Marcucci. Sembra esserci che nel destino delle zebrette il loro giustiziere è […]

Più informazioni su

Ci mette come all’andata lo zampino di rigore Marcucci

 

 

 

Redazione –  Il Sorrento di campionato c’è e con il minimo sforzo mette ko la Battipagliese che rifila la terza sconfitta consecutiva e ci mette lo zampino come all’andata di rigore Marcucci.

Sembra esserci che nel destino delle zebrette il loro giustiziere è l’attaccante costiero che con un tiro dagli undici metri fece da apripista alla sconfitta dei bianconeri, ma stavolta oltre a questo ha fatto si che i rossoneri battono ancora i colpi in campionato dopo la sonora sconfitta di coppa. E’ la prima vittoria per mister Coppola ed elogia i suoi che ha visto giocare con carattere e con voglia e che hanno meritato di vincere la partita. Certo che dopo la batosta contro il Faiano che chiuse il girone di andata in cui si sono persi 13 punti, ed il disastro della semifinale di andata contro gli eburini, una ‘diciamo’ svolta ci voleva per non perdere ancora di più terreno e per continuare a cullare quell’ambito sogno, che in molti sperano che si avveri, della promozione diretta o indiretta della Serie D. Quanto alla gara  i rossoneri  si sono mossi discretamente bene anche se ancora devono ‘assorbire’ in modo definitivo gli schemi di mister Coppola. Dal canto loro le zebrette nonostante i nuovi arrivi hanno messo in campo quel che potevano ma sotto il vestito quasi niente se non nel finale della ripresa.

Goals – Uno e decisivo ed anche realizzato dal giustiziere Marcucci che per i tuscianesi sembra la bestia nera che in due gare li ha trafitti con la stessa arma: il fatidico castigo dagli undici metri.

La rete che ha emesso la sentenza sulla gara arriva dopo otto minuti dall’inizio della ripresa, quando in area Criscuolo interviene su Favetta atterrandolo e l’arbitro varesino decreta il calcio di rigore che trasforma senza battere ciglio Marcucci che spiazza l’estremo battipagliese. Azione del rigore nata sulla fascia destra da uno schema con un retropassaggio di Fontanarosa a Bolzan che crossa in area appunto per Favetta su cui interviene sgambettandolo Criscuolo.

La gara – Dopo un inizio anno nuovo con un disastro casalingo di coppa e con la testa forse ancora alle feste, e dopo che il nuovo tecnico arrivato da poco tempo doveva e forse deve ancora ben inculcare le sue strategie, ma che sta lavorando alacremente, la concentrazione ha fatto da ottimo approccio alla gara in terra tuscianese. Le prime battute hanno visto i rossoneri già mettere il piede al posto giusto ed avere in mano il bandolo della matassa tanto da non fare arrivare pericoli verso il portiere Pezzella che in pratica ha dovuto quasi guardare solo i suoi compagni che giocavano. Infatti nella prima parte non c’è quasi nulla da mettere sotto i denti se non le buone intenzioni di Marcucci al 6’ (testa e guantoni di Moscariello) ed al 38’ (intervento in area e scontro con l’estremo di casa, ma poi l’attaccante è rimesso in sesto), con qualche palla fuori bersaglio di Favetta (28’ palla alta dal limite) e Terracciano (46’ sfiora il jolly su calcio di punizione).

La ripresa invece legge un altro copione ma sempre con gli ospiti a dare la corda all’orologio ed in sessanta secondi mettono in auge i riflessi dell’estremo bianconero: al 5’ un uno-due Favetta-Marcucci e conclusione di prima intenzione del numero nove, ma c’è la super risposta di Moscariello; al 6’ punizione tagliata di Vitiello, bravo Moscariello a bloccare il pallone a terra.

Dopo questi due vani tentativi il terzo non lo è e decide in pratica la gara che da questo momento sembra vivacizzarsi di più, ma sempre con i sorrentini a battere cassa e cercando la via del raddoppio: 14’ uno-due ravvicinato di Marcucci e Favetta, palla filtrante e bravo Moscariello in uscita bassa a chiudere lo specchio della porta. La squadra rossonera è ordinata ed attenta a non farsi sorprendere giocando quasi sempre alta,  pressa alto con Paradisone e Vitiello mentre Fontanarosa e Savarese si inseriscono con continuità andando a creare superiorità sulle corsie esterne.

Mentre in casa bianconera sale in cattedra il giovane Doukoure che fa il bello ed il cattivo tempo ma sempre ben francobollato: al 24’ innesca una conclusione di da posizione defilata, ma palla termina di poco larga e colpisce l’esterno della rete. Prima che si vada definitivamente negli spogliatoi ci prova Vitale al 36’ con un diagonale da fuori, ma la palla va fuori bersaglio per un niente.

Novantunesimo – In un certo senso mister Coppola può essere soddisfatto perché “sapevamo che questa partita si doveva sbloccare su una palla inattiva o su un episodio. Non era facile giocare contro una Battipagliese rinforzata dal mercato invernale. Noi venivamo da una serie di risultati non favorevoli. Ho visto una squadra con carattere e con voglia e penso che abbia meritato di vincere la partita. Il Sorrento è il terzo anno che è la rivale di se stessa: deve a tutti i costi fare più punti possibili e poi o direttamente o tramite i play off questa squadra deve andare in serie D sia per blasone che per sforzi economici della società. La Battipagliese mi ha dato un’ottima impressione, ha un organico di tutto rispetto e infatti basta pensare che in tribuna c’erano Pastore, Robertiello e Di Ruocco quindi questa squadra ha un ottimo organico. Ricordi, emozioni? Si, questa è una piazza che mi è rimasta nel cuore per il calore della gente, per il blasone della società, per come vincemmo il campionato. Non si può dimenticare quanto di bello si è fatto qui”.

Ma ora pensa solo che deve portare i colori rossoneri a fare il salto di categoria in qualsiasi modo e già dai prossimi due weekend mettendo due tasselli positivi casalinghi quando si andranno ad incontrare la Polisportiva Santa Maria Cilento e la Palmese.

Il video della gara su:  http://www.fcsorrento.com/battipagliese-sorrento-0-1/

CAMPIONATO ECCELLENZA CAMPANIA 2016-17 – GIRONE B – 16^ GIORNATA – 1^ RITORNO

BATTIPAGLIESE 1929 – FC SORRENTO  0-1

Goals: 9’st Marcucci (rig).

BATTIPAGLIESE (4-3-3): Moscariello; Viscido (34’st De Biase), Fariello, Criscuolo, Consiglio; Guerrera (14’st Marmoro), Di Lascio, Siano; Mounard, Campione, Doukoure (48’st Rago).
A disp: Primadei, Ragone, Cascone, Vitiello.    Allen: Francesco Tudisco

SORRENTO (4-3-3): Pezzella; Ammendola, Cioffi, Terracciano, Bolzan; Paradisone, Vitiello, Fontanarosa; Savarese (32’st Vitale), Marcucci (42’st Arpino), Favetta.
A disp: Santaniello, Lombardi, Gargiulo, Serrapica, Scarpa.   Allen: Maurizio Coppola.

Arbitro: Andrea Calzavara di Varese.

Assistenti: Pierfrancesco Iodice (Caserta) – Paolo Cipolletta (Avellino).

Ammonti: 23’pt Vitiello A (S); st – 8’ Criscuolo (B), 50’ Favetta (S).

Note: giornata piovosa, ventosa e fredda, 6°; erba sintetica buona; spettatori 150 circa.

Angoli:  3-3.   Recuperi: 4’pt e 5‘st.

GISPA

Più informazioni su