Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Prossimamente a Napoli il film sulla vita di Pino Daniele.

Uno degli artisti italiani più amati è senza dubbio Pino Daniele, un musicista e cantautore che ha lasciato un’impronta indelebile negli animi di tutti gli italiani. Ma per Napoli Pino è il cuore! Di questa città, tanto bella quanto controversa, ne ha cantato gli abitanti, i momenti di gloria e quelli sfortunati, ma per lui […]

Più informazioni su

Uno degli artisti italiani più amati è senza dubbio Pino Daniele, un musicista e cantautore che ha lasciato un’impronta indelebile negli animi di tutti gli italiani. Ma per Napoli Pino è il cuore!

Di questa città, tanto bella quanto controversa, ne ha cantato gli abitanti, i momenti di gloria e quelli sfortunati, ma per lui Napoli è sempre Napoli, e questo Lei lo sa.

E proprio nella sua città, a due anni dalla sua morte – avvenuta il 4 gennaio 2015 – verrà ricordato nel giorno in cui avrebbe compiuto 62, il 19 marzo al Teatro San Carlo nel film inedito ispirato alla sua storia, dal titolo Vai mò, un docu-film del regista Giorgio Verdelli, della durata di un’ora e quaranta minuti. Il film vedrà la partecipazione dei ben cinque figli del cantante, Alessandro e Cristina, avuti dal primo matrimonio, e Sara, Sofia e Francesco, nati dal secondo. Nelle settimane a seguire verrà riprodotto anche al teatro Verdi di Salerno e al teatro di Scampia.

Il film, prodotto come progetto di interesse culturale con il sostegno del Mibact, vedrà la compartecipazione della Siae e delle società editoriali delle opere di Daniele. A dare il consenso per montare il materiale inedito trovato nell’archivio di Pino Daniele sono stati i figli e la seconda moglie, Fabiola Sciabbarrasi.

Vai mò non sarà una biografia, ma la ricostruzione del suo percorso artistico, ottenuta con racconti fatti dallo stesso protagonista in passato e da molti altri personaggi attraverso interviste, immagini e filmati.

Dalla scomparsa del ‘suo’ artista, figlio dei ‘suoi’ quartieri, Napoli non ha mai dimenticato di onorarlo con varie iniziative, come il ritorno della copia della sua celebre chitarra sulla facciata dell’edificio di Santa Maria La Nova, dove Pino è cresciuto.

Mercoledì 4 gennaio, il Museo della Pace MAMT era visitabile gratuitamente per l’intera giornata. Lì vi era dedicato un intero piano a Pino Daniele con oggetti personali, video, strumenti musicali, e persino il suo diploma, conseguito nel 1975 con voto 44/60.

Il Gambrinus ha donato il dolce “Pinuccio”, creato lo scorso anno per ricordare l’artista napoletano, insieme ad un poster realizzato appositamente per l’occasione.

Inoltre l’Azienda napoletana mobilità ha stabilito che in quella giornata fossero trasmessi nelle metropolitane e nelle funivie i pezzi più famosi del cantante partenopeo.

Queste, ed altre iniziative, sono piccole ma importanti testimonianze di quanto sia  vivo il ricordo di questo grande artista, una delle voci più belle della musica italiana, e per Napoli e i napoletani semplicemente Pino.

Più informazioni su